Megaupload & SOPA

Cinema, Peperoncini, Navi Spaziali, Barbecue, Fisica Quantistica… TUTTO!
User avatar
Shauron_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 1705
Joined: Jan 2007
Location: Napoli
Contact:

Megaupload & SOPA

Post by Shauron_o.O » 20/01/2012 09:05

Notizia di qualche ora fa.
Megaupload, Megavideo e Mega :asd: sono stati oscurati dall'FBI Americana. Per la violazione di Copyright il suo fondatore, il cittadino Tedesco Kim Schmitz, ed altri 3 soci della compagnia sono stati arrestati. L'arresto è stato effettuato in Nuova Zelanda.
La società, inoltre, è stata multata di circa 500 milioni di Euro per violazione dei diritti d'autore.
Inoltre è in discussione al congresso un disegno di legno negli USA (la cosi detta SOPA, Stop Online Piracy Act), proposta da questo fanciullo del '47:
Image
La proposta di legge consentirebbe direttamente ai proprietari di Copyright di agire penalmente contro i siti che diffondo o, semplicemente, facilitano la diffusione di materiale protetto da Copyright.
Le sanzioni potranno prevedere l'esclusione dai network pubblicitari (Google e Yahoo! inclusi) e il blocco dei pagamenti online su portali come Paypal.
La differenza fra l'attuale legge in vigore e la SOPA è che quando si carica un contenuto illegale, oggi, qual'ora venisse richiesto si è obbligato a rimuoverlo mentre con la SOPA si rischierebbe immediatamente una procedura penale.

Personalmente credo che questa legge sia una bufala colossale. Il mondo sta cambiando, la popolazione sta cambiando e il sistema dovrebbe cambiare insieme a noi invece siamo costretti ad esser piegati da proposte simili fatte da senatori Texani (che non sono di certo popolari per esser moderni) nati il secolo scorso.
Se amate vedere serie in Streaming dagli States in lingua originale non potrete più farlo. uTorrent, Megaupload, usa oOupload e centinaia di altri siti che utilizzavate quotidianamente potrebbero tutti esser oscurati domani mattina (Megaupload di fatti è già chiuso).
Credo che qualora la Fox o la HBO creassero un sito di streaming online con un costo ad abbonamento o a singola visione di un contenuto od una serie TV, tutti gli amanti della serie o del contenuto in questione sarebbero disposti a pagare il dovuto, sia per finanziare quel che vedevo che per pagare il servizio offerto. Se Megavideo e Youtube hanno guadagnato in questo modo non vedo perché portali come la Fox non potrebbero fare altrimenti, ma evidentemente guadagnano più in questo modo.
I have a dream (come disse Obama), che un giorno qualche colosso Asiatico (vedi Cina) si distaccherà totalmete dal wide web modello USA e si farà le cose in proprio se continuano così.
Image

User avatar
Bubillus
oO
oO
Posts: 684
Joined: Aug 2011
Blizzard BattleTag: Bubillus#2227

Re: Megaupload & SOPA

Post by Bubillus » 20/01/2012 09:23

Shauron_o.O wrote:un giorno qualche colosso Asiatico (vedi Cina) si distaccherà totalmete dal wide web modello USA e si farà le cose in proprio se continuano così
temo parecchio una simile eventualità non fosse altro che per lo squisito ... ehm ... spirito democratico dei cosidetti colossi asiatici, Cina in testa. Per pessimo che sia il sistema odierno delle comunicazioni di massa qui in occidente lo preferisco di gran lunga a quello cinese.

La faccenda è sempre la stessa: uso e abuso, legittimo e illegittimo, a me sinceramente piacerebbe sapere anche quanto incassano (e come, e da chi) i tizi che stanno dietro ai vari siti/portali di hosting.
Il buon Kim Schmitz non è propriamente un cittadino modello:
Wikipedia wrote:Prima di diventare un imprenditore Schmitz è stato noto come pirata informatico ed è stato incarcerato per furto di dati bancari relativi a carte di credito, hacking, insider trading e appropriazione indebita. Nel 1998 Schmitz è stato condannato a due anni di prigione per frode informatica e ricettazione. Secondo un rapporto di News & Record, aveva rivenduto numeri di carte di credito acquisite da hackers americani
Ora se ti entra un ladro in casa ti incazzi come una vipera ma poi chissà perché se il ladro lo chiamo "hacker" diventa tutto ad un tratto una specie di romantico Robin Hood della foresta di Ethernet. La pubblicità che mettono sui DVD e che si vede al cinema è una cagata pazzesca ma il concetto non è sbagliato. Non ruberesti mai la pensione ad una vecchietta ma poi chissà come mai nel momento in cui scarichi un film pirata o un software crackato ti senti come se stessi combattendo contro il cartello della majors. E intando fai in modo che chi ospita quel materiale diventi a sua volta ricco come le majors. Anomalo.
"Secondo le leggi della fisica e dell'aerodinamica, la struttura alare del calabrone in relazione al suo peso non è adatta al volo. Ma lui non conosce queste leggi e vola"

User avatar
Mano[FA]
oO Team
oO Team
Posts: 2162
Joined: Oct 2004
Location: UK

Re: Megaupload & SOPA

Post by Mano[FA] » 20/01/2012 12:03

no, no, no.

Distinguiamo bene le due cose.

I federali hanno tirato giu' Megaupload e arrestato un po' di gente perche' questi utilizzavano materiale rubato/piratato e caricato da utenti (e a volte anche dai dipendenti) per fare un sacco di soldi in pubblicita'.
Quelli di Megaupload, a differenza di quanto potrebbe capitare a Youtube, erano consapevoli che parte del contenuto era illegale, o almeno questa la teoria dell'FBI, supporotata da email interne, da pratiche pensate per massimizzare il caricamento di materiale poi visto da tanti, e altro ancora che ha permesso di ottenere un mandato di arresto/perquisizione da un giudice.

E io appoggio un'azione come questa. Cosi' dovrebbe funzionare. Questo e' un esempio eclatante di come sfruttare le creazioni di altri per fare soldi a loro discapito, o quantomeno senza il loro consenso. Non si parla di uso personale, di copia di backup, di impossibilita' tecnica di controllare tutto. Sapevano e nulla facevano, anzi, permiano e pagano chi carica. Allo stesso modo e' cosi' che deve funzionare, attraverso un giudice, solo dopo che ci sono prove che c'e' qualcosa di illegale.

SOPA invece e' una porcata in cui gli interessati vogliono farsi giustizia da soli, senza passare da un giudice, e con prove irrisorie (un link a un sito che contiene materiale protetto) senza dare garanzie, tagliando i fondi, la visibilita' e l'accesso al presunto criminale. Un paradiso di abusi in cui siti innocenti o davvero imposibilitati a controllare tutto rischiano di essere improvvisamente oscurati e tagliati fuori e che cambierebbe di molto il modo di fare internet (solo link interni o tra siti "certificati") con "l'autocensura preventiva" che diventa la regola (per sicurezza non linkare, sia mai che domani ci caricano una clip non autorizzata) uccidendo l'innovazione, la liberta' circolazione dell'informazione e le improvvise sorprese che un link gratuito ci fornice. Per non parlare della possibilita' di usare la legge per scopi diversi da quelli di protezione del copyright.

Quindi non facciamo di ogni erba un fascio. Megaupload commette illecito e va giustamente perseguito. Ma e' nell'interesse di tutti che porcate come SOPA non diventino legge. Ne negli US, ne' qui.

User avatar
Shauron_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 1705
Joined: Jan 2007
Location: Napoli
Contact:

Re: Megaupload & SOPA

Post by Shauron_o.O » 20/01/2012 15:31

Effettivamente non mi ero informato sul passato del fondatore di Megavideo ne sui giri loschi che effetuava sul sito sito. Quel che credo è che il mondo della musica si sta lentamente mettendo al passo coi tempi e digitalizzando mentre quello del cinema e della tv temo sia rimasto ancora indietro.
Quando vedo una serie TV online non credo di star attaccando una Major anche perché la mia famiglia ha Sky e paga quindi anche Fox ma ovviamente preferisco vedere le serie tv appena escono e non mesi (od anni) dopo.
Se la fox mettesse a disposizione un servizio streaming a pagamento o con un sistema pubblicitario sarei il primo ad iscrivermi e non credo che ci perderebbe molto, potrebbe avere dati precisi sugli ascolti e non perderebbe soldi (visto che si dichiarano parti lese) a fare cause contro ogni sito e fanblog.

Sono di idea diversa invece per chi distribuisce software a pagamento crackandoli, lì c'è poco da fare, è vero che non tutti possono permettersi un software di 700€ così com'è vero che nessuno ti obbliga ad utilizzarlo (essendo un software per uso professionale, ci devi lavorare). L'unica cosa che potrebbero fare sarebbe svendere le versioni precedenti a chi ha un budget di 50€ e la passione di giocare con la grafica, col disegno tecnico, con la musica o col video editor di tanto in tanto.
Image

User avatar
Mano[FA]
oO Team
oO Team
Posts: 2162
Joined: Oct 2004
Location: UK

Re: Megaupload & SOPA

Post by Mano[FA] » 20/01/2012 16:26

Shauron_o.O wrote:Sono di idea diversa invece per chi distribuisce software a pagamento crackandoli, lì c'è poco da fare,
Ma, secondo me e' esattamente la stessa cosa. Film e programmi sono "investimenti" che, una volta fatti costa pochissimo riprodurre, ma che devono produrre una rendita per giustificare e incentivare altre opere in futuro.

Se la casa cinematografica decide che vuole distribuire a te la serie di Lost un anno dopo l'uscita, solo su DVD e rimpinzandola di pubblicita' e' una sua libera (pessima) scelta. A te decidere se comprare il DVD un anno dopo o non comprerlo del tutto (o trasferirti negli USA). Le loro scelte non ti autorizzano a piratare. Cosi' come Adobe puo' venedre lo stesso prodotto a 700 euro a te e a 2 euro in brasile.

Concordo che le loro scelte sono miopi, che vorrebbero poter fare soldi a palate senza far fatica che cercano di mantenere diritti e margini acquisiti, ma secondo me la soluzione non e' la pirateria.

User avatar
France
Veteran
Veteran
Posts: 2746
Joined: Jun 2003
Location: Zürich, CH

Re: Megaupload & SOPA

Post by France » 20/01/2012 17:39

una delle cose che personalmente mi dà più fastidio è la convinzione che se si toglie la pirateria aumenta il guadagno delle case produttrici e distributrici. Tutto questo è falso. Semplicemente molte persone non avrebbero i soldi ne la volontà di spendere, mentre chi pirata non si pone limiti visto che virtualmente non ci sono costi.

Questa falsa percezione porta a far pensare che si perde una cifra molto maggiore di quella che perderebbero in realtà.

Poi facendo un esempio che ci tocca più da vicino: giochi come wow che sono a pagamento mensile (cosa impensabile per molti solo 5-10 anni fa) hanno spopolato in maniera totale e completa creando incassi molto maggiori di qualsiasi altra forma di intrattenimento. Con l'uscita di MW 3 hanno fatto l'apertura più grande della storia del mondo incassando più di qualsiasi altra forma di intrattenimento. Questo solo per sottolineare il fatto che chi fa prodotti di qualità vende e anche tanto, ma alla fine si decide di spendere un sacco di risorse contro la pirateria quando alla fine è un fenomeno di nicchia, per di più trascurabile.

A mio avviso dovrebbero smettersela di spararsi seghe mentali su quanto potrebbero perdere con stime sballate e dovrebbero iniziare a buttare fuori sul mercato prodotti migliori.
Image

User avatar
Mano[FA]
oO Team
oO Team
Posts: 2162
Joined: Oct 2004
Location: UK

Re: Megaupload & SOPA

Post by Mano[FA] » 20/01/2012 17:58

France wrote: giochi come wow che sono a pagamento mensile (cosa impensabile per molti solo 5-10 anni fa) hanno spopolato in maniera totale e completa creando incassi molto maggiori di qualsiasi altra forma di intrattenimento. Con l'uscita di MW 3 hanno fatto l'apertura più grande della storia del mondo incassando più di qualsiasi altra forma di intrattenimento.
Beh, ma questi esempi possono essere letti anche al contrario. In WoW e MW3 dove non e' possibile piratare (non sono certo di MW3, ma sono piuttosto sicuro che non puoi entrare nei server blizzard senza pagare) la gente paga e le case guadagnano. Se fosse lo stesso per i film, fare film potrebbe essere molto piu' redditizio. La gente e' disposta a pagare, ma preferisce non pagare.

Poi io sono d'accordo che non si puo' pensare che ogni copia piratata sarebbe altrimenti venduta e, in una certa misura, un po' di pirateria potrebbe effettivamente far bene al mercato. Il problema di Megaupload e' che loro si appropriano indebitamente di creazioni di altri con il coinvolgimento di terzi e ci guadagnano alla grande.

User avatar
France
Veteran
Veteran
Posts: 2746
Joined: Jun 2003
Location: Zürich, CH

Re: Megaupload & SOPA

Post by France » 20/01/2012 18:04

su megaupload penso che tu abbia ragione. Ma il punto è che nessuno ha preso una pistola e la ha messa dietro alla nuca di oltre 10mio di giocatori per pagare 10+ dollari al mese per giocare a wow. Mentre altri giochi a pagamento non hanno avuto lo stesso successo.

Il mio punto è che la qualità paga sempre. Tutti i soldi non investiti nella qualità del prodotto per essere spesi nella difesa di un prodotto scadente, sono soldi buttati.

P.S. mi è venuto in mente che anni fa avevo visto su un video che c'erano server privati di WoW, che fondamentalmente piratavano il gioco e il server. Ma pochi o nessuno voleva giocarci.
Image

User avatar
Shauron_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 1705
Joined: Jan 2007
Location: Napoli
Contact:

Re: Megaupload & SOPA

Post by Shauron_o.O » 20/01/2012 20:40

Ovviamente chi produce prodotti di qualità riuscirà sempre a guadagnare di più ma io sono dell'opinione che l'attuale sistema è sbagliato, in un mondo globalizzato tutti devono avere la stessa possibilità di vedere live e senza ritardi di mesi le loro serie tv preferite. È un servizio che attualmente non esiste e che secondo me potrebbe fruttare parecchio alle case di produzione.
I software come quelli di Adobe si piratano perché non sono alla portata di tutti, le serie tv vengono messe in streaming "gratis" perché non c'è altro modo per guardarle se trasferirti negli States non è una tua priorità. Per questo credo che la pirateria in questo caso sia stata una reazione all'impossibilità di vedere live i propri programmi.
Se non fosse stato per uomini visionari (mi viene a mente Steve Jobs, ma non credo sia stato il primo) che hanno rischiato molto e lavorato a lungo per trasformare il mondo della musica a quest'ora probabilmente stavamo ancora comprando interi CD a prezzi decisi dalle case discografiche perché volevamo ascoltare, quando volevamo, il nostro brano preferito.
Sia ben chiaro, io sono contro la pirateria ma credo che quest'ultima sia nata come reazione degli internauti e spetta a chi di dovere rispondere a questa reazione, dovrebbero trovare un punto di incontro e non credo che i disegno di legge SOPA sia la contro reazione giusta.
Se gli Europei preferiscono vedere le serie TV subito e sono disposti anche a vederle sottotitolate, su siti pieni di pubblicità e a stare minuti a cercare il link adatto piuttosto che vedersele alla TV allora credo che le nostre beneamate Fox, HBO, e4 etc etc dovrebbero cambiare le loro strategie di messa in onda.
Image

User avatar
Beavis
Veteran
Veteran
Posts: 1361
Joined: Oct 2005

Re: Megaupload & SOPA

Post by Beavis » 20/01/2012 20:50

Tutte queste cose sono aria fritta se non si combatte la causa principale della pirateria: il costo.

Sono d'accordo con Mano che la gente è disposta a pagare ma preferisce non farlo, il punto è che più deve pagare più cerca un modo di non farlo.
In definitiva se i costi fosse più contenuti in meno gente piraterebbe.

Dai non è possibile che per andare al cinema una famiglia deve fare un mutuo, una famiglia media di 4 persone se va a vedere un film in 3d e prenota (perchè se no devi andare li 1 ora prima il venerdì o il sabato sera) spende ben 12 euro a testa (prezzi uci cinema per fare un esempio) che in 4 sono 48 euro.
Vogliamo prenderci una coca e dei popcorn? Sono altri 10 euro a testa... e che sarà mai per una cucchiaiata di mais scoppiato e vecchio per giunta (la metà sono gialli) e una coca cola che è talmente annacquata che è quasi trasparente?

E poi vorrebbero arrestare chi scarica film?
Ma non dovrebbero arrestare prima loro?

E per i videogame è uguale... 70 euro per skyrim che è il gioco più baggato mai uscito? Non è un po' esagerato?
Monologhista doc :teach:

User avatar
France
Veteran
Veteran
Posts: 2746
Joined: Jun 2003
Location: Zürich, CH

Re: Megaupload & SOPA

Post by France » 20/01/2012 23:32

io credo anche che un'altro problema almeno per l'italia è che 70 euro per un gioco sono decisamente troppi. Mentre 70 euro in svizzera sono più contenuti come spesa. Questa differenza di applicazione prezzi rende il tutto molto ingiusto a volte.

In altri termini però se una casa produttrice ha derterminati costi non è che deve adattarsi ai clienti di tutto il mondo e se decide di vendere a un prezzo mediamente troppo alto per certe nazioni ha il diritto di farlo. Altrimenti succede che per esempio nazioni vicine vanno a fare la spesa sottocosto da altre. Questa problematica è di difficile soluzione. Sia nella produzione dei prodotti che nella compra/vendita.

Da un lato produrre sottocosto è vantaggioso perchè riduce i costi e aumenta la competitività, ma questo toglie gente che lavora, guadagna e può comprare il prodotto che è stato fatto. Infatti chi produce sottocosto non vende nella zona in cui produce o andrebbe in fallimento.

E dall'altro lato chi produce in casa ha costi a volte troppo elevati e fallisce. Insomma difficile capire dove stà la giusta via di mezzo.
Image

User avatar
Bubillus
oO
oO
Posts: 684
Joined: Aug 2011
Blizzard BattleTag: Bubillus#2227

Re: Megaupload & SOPA

Post by Bubillus » 21/01/2012 12:11

Sempre il solito dilemma: ma siamo noi in fondo ad acquistare a prezzi esorbitanti cose e servizi di cui potremmo fare benissimo a meno, il prezzo è giusto finché uno è disposto a pagarlo. Alcuni film ed alcuni giochi non valgono neppure la plastica delle copertine eppure c'è chi li compra ed il marketing (la distribuzione, la collocazione nel mercato) fa in modo che gli venga assegnato un certo prezzo. Che non è il valore e non rappresenta che in minima parte il costo, è solo ed unicamente un PREZZO scelto con criteri di mercato.
Altro discorso è quello di siti di hosting come Megaupload e simili che fanno (facevano) da sponda allo smercio di materiale coperto da copyright. Lì la volontà è esplicita. Mi fa ridere la scusa (anche Youtube l'ha usata) che non possono controllare il 100% del materiale. Voglio vedere a quale negoziante viene fatta passare liscia se gli trovano merce rubata in negozio. La responsabilità è chiara e se non sei in grado di controllare quello che passa per il tuo sito (e che ti fa guadagnare tanti soldini) allora forse hai sbagliato qualcosa.
"Secondo le leggi della fisica e dell'aerodinamica, la struttura alare del calabrone in relazione al suo peso non è adatta al volo. Ma lui non conosce queste leggi e vola"

User avatar
Mano[FA]
oO Team
oO Team
Posts: 2162
Joined: Oct 2004
Location: UK

Re: Megaupload & SOPA

Post by Mano[FA] » 21/01/2012 14:51

Bubillus wrote: Che non è il valore e non rappresenta che in minima parte il costo, è solo ed unicamente un PREZZO scelto con criteri di mercato.
Si, ma capisci che per un prodotto come un film, un gioco o una canzone non puoi pensare al COSTO. Il costo di MW3 e' pochi centesimi (CD e custodia) Se includi anche il costo di svilupparlo sale, ma dipende da quanti ne vendi. E qui entrano SCELTE di marketing. Ne vendo una copia a 20 milioni di euro (il costo) o cerco di venderne 2 milioni a 10 euro? Qual'e' il prezzo per massimizzare il guadagno? Non puoi aspettarti che un'azienda non cerchi di massimizzare il guadagno. Sta a noi decidere se un prezzo e' equo o no. Io sono il primo a dire che 70 euro sono troppi,e non lo compro. Mentre ho comprato la "collector edition" di SC2. Stesso per la musica. Un CD a 25 euro lo lascio li. Se lo trovo a 10 o meno, ci penso.
Bubillus wrote: Mi fa ridere la scusa (anche Youtube l'ha usata) che non possono controllare il 100% del materiale. Voglio vedere a quale negoziante viene fatta passare liscia se gli trovano merce rubata in negozio.


Il confronto con il negoziante proprio non c'azzecca. Il negoziante compra della merce che poi rivende. Lui sa cosa compra. Youtube fornisce un servizio di condivisione. Se i detentori dei diritti indicano un'infrazione, Youtube la verifica e toglie. E' impensabile che quelli di youtube guardino tutto e verifichino se la colonna sonora, il video, le foto... sono protette o meno. Il problema con Megaupload e' che e' chiaro che loro erano ben consapevoli di avere materiale protetto, sapevano qual'era, ma incentivavano la condivisione...

User avatar
Bubillus
oO
oO
Posts: 684
Joined: Aug 2011
Blizzard BattleTag: Bubillus#2227

Re: Megaupload & SOPA

Post by Bubillus » 21/01/2012 21:06

Mano[FA] wrote:
Bubillus wrote: Mi fa ridere la scusa (anche Youtube l'ha usata) che non possono controllare il 100% del materiale. Voglio vedere a quale negoziante viene fatta passare liscia se gli trovano merce rubata in negozio.


Il confronto con il negoziante proprio non c'azzecca. Il negoziante compra della merce che poi rivende. Lui sa cosa compra. Youtube fornisce un servizio di condivisione. Se i detentori dei diritti indicano un'infrazione, Youtube la verifica e toglie. E' impensabile che quelli di youtube guardino tutto e verifichino se la colonna sonora, il video, le foto... sono protette o meno. Il problema con Megaupload e' che e' chiaro che loro erano ben consapevoli di avere materiale protetto, sapevano qual'era, ma incentivavano la condivisione...
Non la vedo così perché sul sito il logo YouTube è bello visibile, mentre di un disclaimer chiaro non c'è traccia. E YouTube non è una opera assistenziale delle Orsoline ma una azienda che deve generare utili attraverso il suo sito, voi con la pubblicità indiretta, vuoi con i video promozionali e quindi al maggior numero di contatti corrisponde anche un maggior guadagno. Quindi ci andrei cauto a riconoscegli un diritto alla buona fede. Hanno scelto un modello di business, un progetto industriale ben preciso e quindi dovrebbero essere in grado di gestirlo in tutti i suoi aspetti e assumendosene le relative responsabilità dirette e indirette.
"Secondo le leggi della fisica e dell'aerodinamica, la struttura alare del calabrone in relazione al suo peso non è adatta al volo. Ma lui non conosce queste leggi e vola"

User avatar
Shauron_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 1705
Joined: Jan 2007
Location: Napoli
Contact:

Re: Megaupload & SOPA

Post by Shauron_o.O » 22/01/2012 01:24

Beh Youtube (quindi Google) si è impegnata molto per minimizzare il rischio di violazione del Copyright, progettando anche software che riconoscono tracce audio e contenuti televisivi registrati, e inoltre non dimentichiamoci che Youtube è di proprietà di Google.
Inoltre molti network hanno sposato il modello di Youtube condividendo i loro contenuti multimediali, dalla BBC e Fox alla Rai. Ma anche diverse etichette discografiche. Sono riusciti a comprendere il potenziale della piattaforma.
Io credo che le produzioni cinematografiche fatichino ad evolversi perché dietro alla produzione di un film o una serie TV c'è qualcosa di molto più ampio ed un lavoro di tutt'altro spessore rispetto alla produzione musicale, grazie a portali come Youtube e iTunes molti artisti e prodotti musicali hanno deciso di eliminare il mediatore (la casa discografica) e crearsi un'etichetta propria (ad esempio artisti come Two Fingerz, Deadmau5, Skrillex, Offspring hanno creato delle etichette proprie). Possono vendere i loro brani su iTunes senza fare investimenti importanti e possono fare marketing su Youtube senza investire alcuna somma di denaro e, cosa più importante, sono sempre loro a decidere cosa scrivere e come fare i loro brani musicali.
Mi viene a mente una cosa che disse un chitarrista di una band famosa Americana, lui si dichiarò favorevole al p2p e alla condivisione musicale digitale perché la musica è passione e va oltre agli interessi economici delle Major e dei manager in giacca e cravatta. L'artista deve esser libero di scrivere i brani che vuole e venderli come li vuole.
Se fosse per me abbasserei gli introiti degli artisti per i brani venduti e li obbligherei ad aver maggior profitto tramite esibizioni live senza playback perché e lì che si vede il vero artista. Ci sono cantanti che guadagnano in una maniera spropositata cantando pezzi scritti da altri e con basi create al computer (ho detto Lady Gaga? :asd: ), questo non è il mondo della musica che va difeso -.-
Image

User avatar
blackmagicuser
Veteran
Veteran
Posts: 905
Joined: Dec 2005
Blizzard BattleTag: Rampage#22542
Location: Cascine Vica Beach!

Re: Megaupload & SOPA

Post by blackmagicuser » 22/01/2012 16:29

tutta questa storia mi sa tanto di operazione "disperazione" da parte dei colossi dei media (manco fossero alla canna del gas....).

Visto che passando per vie legali non vengono a capo di nulla in quanto i disclaimer dei siti di "hosting" quali megaupload, filesonic, fileserve ecc. dicono esplicitamente che il provider del servizio non è responsabile del contenuto dei file stessi ma che può agire sugli stessi previa segnalazione di terzi per cause tipo violazioni copyright, contenuto illegale ecc.ecc. E mi pare anche corretto in quanto il traffico di upload su quest host è di TERABYTE al giorno e renderebbe un controllo capillare troppo costoso.

OVVIAMENTE gli warezzoni si sono evoluti e rendono i file da loro caricati praticamente indistinguibili e irriconoscibili utilizzando forums e canali iirc per diffondere i link.

Quindi cosa facciamo per arginare il fenomeno? invece che lanciare una ricerca su google (si... è COSI' facile) e navigare tra le MIGLIAIA di forum e siti sul tema "rompendogli le uova nel paniere" segnalando file illegali agli host.... NO! troppo lavoro! chiudiamo gli host dei file accusandoli di sapere che il loro servizio è usato per warezzare film\giochi\musica!

Perdonatemi.... ma... non è OVVIO che un servizio del genere (file hosting) sia utilizzato al 90(se non 99)% per scambiare e diffondere WAREZ?

Potrebbero fare a occhi chiusi quello che hanno fatto a MU anche con fileserve, filesonic ecc. e ci prenderebbero in pieno.

E' INUTILE combattere il fenomeno tramite il proibizionismo (chiudere i servizi di hosting, bloccare i protocolli torrent\edonkey) in quanto la fuori c'è gente che non ha altro da fare al giorno che inventarsi un modo per girare intorno a tutti i paletti che qualsiasi governo possa mai mettere e soprattutto facendo rappresaglia tramite hacking di siti governativi (anonymus ha "bussato" anche a equitalia).

Vogliono mettere un "freno" al fenomeno WAREZ? ne cerchino le cause (principali) invece che combatterne gli effetti, ovviamente non si raggiungerà MAI lo zero in quanto le motivazioni personali per warezzare sono molteplici e alcune neanche legate al costo del "media" originale (e soprattutto non è MAI legata alla protezione inventata dall'editore!!! gli procurano nuove sfide!!!)... però sicuramente una frenata anche consistente si può dare.

ma non così.
Image

Sensodyne
oO
oO
Posts: 111
Joined: Oct 2010

Re: Megaupload & SOPA

Post by Sensodyne » 22/01/2012 18:43

Concordo con quanto scritto sopra queste azioni di forza sono totalmente inutili; tenuto conto però che perseguire chi infrange la legge è giusto, l'accanimento contro megaupload tuttavia non ha fatto altro che scatenare lo sdegno di ogni pover uomo che si definisce pirata; rendendo ancora più palese l'impopolarità della sopa. In questo modo la pirateria non si sconfigge, sfidare Anonymous si è rivelato imprudente e per un solo sito chiuso si è scatenata l' #OpBlackout con target di primissimo piano; è chiaro che una guerra aperta la vincerebbero loro. A mio avviso l'unico modo per sconfiggere la pirateria è l'educazione, un modello che ritengo vincente è proprio quello musicale americano; l'iTunes Match è semplicemente la strada con più probabilità di riuscita, a mio avviso, per sconfiggere la pirateria. Per chi non lo sapesse si tratta di un "condono" praticamente per 25$ l'anno puoi convertire tutte le tue canzoni piratate in legali e non solo, vengono sostituite con versioni in alta qualità e sistemate per bene (titolo, artista, album, cover) proprio come quelle originali iTunes; fino ad un limite di 25000 canzoni. Una cifra irrisoria che toglie di mezzo la troppo sfruttata scusa "costa troppo". Immaginate se tale sistema fosse ampliato a film e software, perchè se la gente è disposta a pagare 100€ l'anno per un account premium di un sito di hosting (tenendo presente che tali siti servono al 99% per materiale pirata) magari una cifra simile e forse qualcosina in più per avere ciò che prende originale credo sia disposta a spenderli. Voi direte si ma 100 euro l'anno per qualche decina di film è davvero poco; però al momento non si incassano nemmeno quelli se uno li scarica illegalmente. In conclusione più "condoni" per tutti.

skazzo
Veteran
Veteran
Posts: 1243
Joined: Aug 2003
Location: Sestri Levante (GE)

Re: Megaupload & SOPA

Post by skazzo » 22/01/2012 20:27

non voglio prendere parte al discorso sopa ma volevo solo capire una cosa.. ma davvero qualcuno crede che il fenomeno pirateria sia legata al prezzo? Ho sempre trovato questa cosa molto risibile e pure un po' puerile, se il problema fosse davvero i prezzo basterebbe non comprare gli oggetti(musica, giochi,film) al day one e magicamente dopo 2 o anche 6 mesi il prezzo diventa più che accettabile, però sembra che qualcuno sia genuinamente convinto di questa cosa, vorrei che mi spiegasse in dettaglio questa affermazione

User avatar
Bubillus
oO
oO
Posts: 684
Joined: Aug 2011
Blizzard BattleTag: Bubillus#2227

Re: Megaupload & SOPA

Post by Bubillus » 22/01/2012 20:42

blackmagicuser wrote:Visto che passando per vie legali non vengono a capo di nulla in quanto i disclaimer dei siti di "hosting" quali megaupload, filesonic, fileserve ecc. dicono esplicitamente che il provider del servizio non è responsabile del contenuto dei file stessi ma che può agire sugli stessi previa segnalazione di terzi per cause tipo violazioni copyright, contenuto illegale ecc.ecc. E mi pare anche corretto in quanto il traffico di upload su quest host è di TERABYTE al giorno e renderebbe un controllo capillare troppo costoso.
...
Perdonatemi.... ma... non è OVVIO che un servizio del genere (file hosting) sia utilizzato al 90(se non 99)% per scambiare e diffondere WAREZ?
...
Vogliono mettere un "freno" al fenomeno WAREZ? ne cerchino le cause (principali) invece che combatterne gli effetti, ovviamente non si raggiungerà MAI lo zero in quanto le motivazioni personali per warezzare sono molteplici e alcune neanche legate al costo del "media" originale (e soprattutto non è MAI legata alla protezione inventata dall'editore!!! gli procurano nuove sfide!!!)... però sicuramente una frenata anche consistente si può dare.
Scusa ma tutto ciò è senza senso. Capirei se stessimo parlando di attività amatoriali ma questa gente guadagna MILIONI di dollaroni! Se un servizio, come dici tu, è utilizzato al 90% per lo scambio di warez è da chiudere punto e basta senza fare l'apologia dell'hacking e senza stare a fare la filosofia del perché del "fenomeno" del mercato delle copie illegali.
skazzo wrote:non voglio prendere parte al discorso sopa ma volevo solo capire una cosa.. ma davvero qualcuno crede che il fenomeno pirateria sia legata al prezzo? Ho sempre trovato questa cosa molto risibile e pure un po' puerile, se il problema fosse davvero i prezzo basterebbe non comprare gli oggetti(musica, giochi,film) al day one e magicamente dopo 2 o anche 6 mesi il prezzo diventa più che accettabile, però sembra che qualcuno sia genuinamente convinto di questa cosa, vorrei che mi spiegasse in dettaglio questa affermazione
infatti.
"Secondo le leggi della fisica e dell'aerodinamica, la struttura alare del calabrone in relazione al suo peso non è adatta al volo. Ma lui non conosce queste leggi e vola"

User avatar
blackmagicuser
Veteran
Veteran
Posts: 905
Joined: Dec 2005
Blizzard BattleTag: Rampage#22542
Location: Cascine Vica Beach!

Re: Megaupload & SOPA

Post by blackmagicuser » 23/01/2012 00:37

il warez esiste da decine di anni. il mio vicino piratava le cassette che affittava alla videoteca e non era un "fenomeno mondiale".

E' la diffusione in larga scala (via internet) che ha portato al SOPA.

O meglio, la diffusione INCONTROLLATA per anni, lasciata a prolificare in tutti i modi e sistemi, passando da napster a emule per arrivare al torrent e infine ai servizi di file hosting. Se a questo aggiungi l'informatizzazione fai da te degli ultimi 10/15 anni... be i conti son presto fatti.

Il vero deterrente sarebbe punire lo "scaricatore finale" con multe e sanzioni, ma sappiamo che ad oggi non è così perchè dovresti monitorare il traffico andando a toccare un tasto (privacy) dolente, in quanto la legge autorizza tale monitoraggio solo se arriva da un giudice (e quindi a valle di un'inchiesta, almeno in Italia).

Certo che se internet diventasse NAZInet come vorrebbero loro... be il warez sarebbe l'ultimo problema degli "internauti".

Ora che ci penso bene.... che sia un "cavallo di troia" questa scusa del copyright per arrivare a un controllo più fermo su internet?

Sapete che sono complottista, non mi sono riuscito a trattenere almeno dal pensarlo :)
Image

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest