Pandemia

Risiko, Puerto Rico, Monopoli, King of Tokyo... tira il dado e mena ZAMPAAATE!
Post Reply
User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4380
Joined: Jan 2003
Location: Torino
Contact:

Pandemia

Post by snuffz » 15/10/2013 10:14

Image
Lo scorso ottobre (data del topic 16/10/2012, i prodigi della cabala!) vi avevo parlato di Forbidden Island
http://forum.oostyle.net/viewtopic.php? ... 46#p155646
Breve (ulteriore) parentesi su Forbidden Island.
Il gioco è stato un vero successo, tanto che l’autore sta per uscire con Forbidden Desert, gioco simile in grafica, componenti e scatola (ma con meccaniche diverse).
Parte del successo di Forbidden Island è dovuto alla sua semplicità e immediatezza, che associate alla meccanica cooperativa ne fanno un prodotto ideale per famiglie e giocatori in tenera età.
fonte -> http://www.fattorefamiglia.com/2013/03/ ... timidezza/
Possono i giochi da tavolo aiutare a vincere la timidezza ?
Ci sono infatti dei bambini che hanno difficoltà a mettersi in gioco e a confrontarsi con gli altri. Non sempre, ma spesso, la timidezza va di pari passo con la difficoltà a mettersi in competizione con gli altri, anche con i propri famigliari.
Cercheremo allora nella nostra ludoteca dei titoli che possano catturare l’attenzione dei bambini timidi senza metterli davanti a situazioni difficili. E’ importante, non mancherò mai di ricordarlo, far sì che l’attività di gioco sia per i bambini il più gratificante possibile: cercate, se possibile, di farli vincere, almeno le prime volte, finché non acquistano sicurezza. Metteteli di fronte a sfide man mano più impegnative ma che siano alla loro portata e premiateli quando vedete che giocano bene, che fanno le scelte giuste, che adottano strategie intelligenti.
.......
Un gioco come questo (Forbidden Island), collaborativo, credo possa essere di aiuto per un bambino timido che non si vedrà costretto a competere con gli altri giocatori al tavolo ma vivrà assieme a loro l’emozione della partita condividendo gioie e dolori.
A distanza di un anno meno un giorno (giuro che sto resistendo alla tentazione di tenermi questo topic per domani solo per poter scrivere “Esattamente un anno fa…”) vi parlo del fratello maggiore:
PANDEMIA.
pandemicor.jpg
pandemicor.jpg (31.72 KiB) Viewed 3245 times
Da poco ristampato con una nuova veste grafica, Pandemia è un cooperativo da 2 a 4 giocatori, della durata approssimativa di 30 minuti.
A inizio partita i giocatori pescheranno a caso un ruolo che corrisponde a un’abilità unica, e tutti insieme avranno il (difficile) compito di arginare la diffusione di 4 ceppi di malattie infettive che si espanderanno per tutto il mondo.
Come al solito non entrerò nel dettaglio del regolamento, visto che si trova già tutto in rete, ma vorrei spendere solo due parole sul metodo di diffusione dei virus.
Ogni città è collegata ad altre.
Ogni volta che si estrae una carta città (e questo succede a ogni turno giocatore) si mette un cubetto "virus" sulla città estratta. Al terzo cubetto sulla stessa città, si verifica il "focolaio infettivo" che segna l'espansione della malattia, e si mette un cubetto anche sulle città direttamente collegate alla città infetta.
pic303605_md.jpg
pic303605_md.jpg (182.25 KiB) Viewed 3245 times
Questo può scatenare delle reazioni a catena (provate a immaginare 3 città collegate, ognuna con 2 cubetti... se scoppia il focolaio l'infezione si diffonderà in mezzo tabellone).

Il gioco richiede una fortissima interazione e coordinazione fra i giocatori, e l'unica possibilità di vincere è giocare (e sapersi sacrificare) coesi come gruppo.
A fronte infatti di una buona rosa di scelte possibili per ogni giocatore (spostarsi da una città all'altra del mondo, curare una malattia, usare carte evento, costruire un centro di ricerca, spostare gli altri giocatori, passare carte ad altri giocatori o raccoglierle) solo e soltanto il lavoro di squadra, porterà alla sopravvivenza (non ho volutamente scritto “vittoria”). Niente prime donne, quindi, ma gioco di squadra generoso e intelligente, con economia di mosse e spostamenti, ottimizzazione dei ruoli e delle carte.
Inutile dirvi che se Tizio alla vostra destra se ne uscirà con "Io me ne sto in Brasile che fa calduccio e c'è patata" o insisterà a fondare un centro di ricerca "perchè così ci metto 'sta casetta bianca che è troppo carina", la razza umana NON sopravviverà.
Il gioco non perdona.
DSC_0339_zps8f766e1e.jpg
DSC_0339_zps8f766e1e.jpg (295.35 KiB) Viewed 3245 times
Vanno comunque dette due cose:
1-Il gioco è difficile e ci saranno delle partite che non sarà tecnicamente possibile vincere. Questo secondo me è realistico nel tema del gioco.
2-Il gioco permette di modulare la difficoltà.

Considerazioni finali
Pandemia è un gioco da tavolo adatto a tutti. Rispetto all'Isola Proibita richiede qualche minuto in più per assimilare le regole (visto che le azioni possibili per i giocatori sono di più) ma resta un gioco adattissimo anche per i neofiti. La durata contenuta ne fanno un gioco perfetto per "sabato sera dopo la pizza" e per coinvolgere i meno avvezzi (che saranno quantomeno incuriositi dal tema Epidemia che stermina la razza umana).
Considerando quante partite ho giocato finora e quante ne ho vinte (nessuna...però ci sono andato vicino :menato: ) consiglio di cominciare con sole 3 Carte Infezione e passare a 4 una volta affinate le strategie (il gioco ne include 6).
...e mettete in conto un buon numero di loss: fanno parte del gioco.
:piove:

User avatar
Mangiafuoco
o.O Styler
o.O Styler
Posts: 412
Joined: Oct 2010
Location: Lecce

Re: Pandemia

Post by Mangiafuoco » 15/10/2013 18:58

Dopo circa una decina di partite a questo gioco e posso dire che:

PRO:

- L'idea di base è ottima e anche l'ambientazione

- alcune meccaniche ben congegnate .

- La tensione e il senso di impotenza\ansia che genera l'esplodere di epidemie a catena

- durata contenuta , dai 5 ai 30 min. a partita.

-costo del gioco abbordabile.

Contro:

- Giocare in 4 o da soli è lo stesso, è un cooperativo dove è necessaria perfetta sincronia per vincere, ergo serve decidere la strategia e ogni singola mossa, ergo alla fine si finisce per giocare seguendo un piano d'azione ben preciso di volta in volta ( magari deciso dal giocatore piu' esperto), basta un solo giocatore per muovere i cubetti e le pedine , gli altri potrebbero limitarsi a stare braccia conserte e annuire .

- diventa monotono dopo alcune partite ( niente competizione, sindrome del giocatore Alpha).

- vincere o perdere è assolutamente casuale : in base a come si pescano le carte dal mazzo si puo' perdere nel giro di un solo turno, indipendente da come si è giocato fino a quel momento ( questo capita soprattutto a livello medio o difficile).

- i materiali di gioco base sfigurano persino a cospetto del monopoli ( o almeno la versione che ho io, quella coi cubetti di legno).

- i cubetti .

Mio personale voto a questo gioco : 6+
Battle tag : Mangiafuoco#2174

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4380
Joined: Jan 2003
Location: Torino
Contact:

Re: Pandemia

Post by snuffz » 16/10/2013 12:45

Quando si parla di cooperativi questo aspetto salta spesso fuori, come un’immancabile nota a piè pagina, una piaga che colpisce tutti i cooperativi.
Personalmente non lo vivo come un vero problema.
Un gioco cooperativo è la simulazione di una certa situazione che un gruppo è chiamato a risolvere e a superare. Anche nella realtà ci sono i leader che trascinano il gruppo. Possono essere leader che hanno una miglior capacità di risoluzione del problema, ma anche soltanto leader perché hanno più carisma, o perché sono storicamente più “anziani” e quindi rispettati, o perché sono prepotenti, o perché tutti gli altri sono timidi e fatalisti…
Mi sembra quindi naturale e coerente che gli aspetti caratteriali che verrebbero fuori in una situazione reale si ribaltino in un gioco.
(chiusa la parentesi sociologica… intendevo che non puoi aspettarti in un cooperativo che un giocatore come France, che è una gelida macchina di calcolo, non ti spacchi i maroni perché al sedicesimo turno hai mosso la pedina a destra e non a sinistra, visto che lo fa in tutti i giochi e visto che anche da McDonald quasi ti impone sulle patatine la maionese invece del ketchup perché “sulle lunghe distanze” avrai un incremento di 5 secondi al momento dell’evacuazione sul gabinetto).
Naturalmente non vuol dire che il leader decida tutto: per come gioco io è sempre dibattito aperto e anche quando ho un certo vantaggio sui miei compagni di gioco (legato all’esperienza sul gioco visto che di solito sono il proprietario del gioco), più che imporre tendo a dire la mia, e se non convinco lascio che il gruppo vada avanti. Se il gruppo sbaglia -> impara. Se riesce -> ehi, avevo torto.
Non mi piace impormi nei giochi e ammetto che mi piace anche quando è il gioco a vincere e a sterminare tutti. Mi sembra corretto. Per me in un cooperativo i giocatori devono vincere con una media che non può mai superare il 50% . Se supera il 50% è ora di innalzare il livello di difficoltà.

Una parentesi sull’Isola Proibita.
Credo di averci giocato almeno 50 partite con giocatori e compagnie diverse, e ho imparato in fretta quanto sia importante tenersi da parte e usare con estrema parsimonia la carta Sacchi di Sabbia, riservandola solo per le situazioni mortali (affondamento della carta elicottero) e per le fasi finali del gioco. Ogni tanto giocando con qualche nuovo amico c’è qualcuno che se ne esce con “Quasi quasi riparo quella tessera con Sacchi di Sabbia”.
Io di solito rispondo “Secondo me Sacchi di Sabbia dobbiamo tenercela per la tessera Elicottero, che può salvarci il culo”. Poi non insisto (mai fatto) e lascio che sia il giocatore a valutare. Se sceglie di usarla e due turni dopo affonda la tessera Elicottero, con la conseguente uccisione di tutti i giocatori, più che il “te l’avevo detto” del quale non mi frega una ceppa, avrà assimilato l’importanza della carta (ed è capitato).

Caratterialmente non insisto mai. E non mi impongo sulle scelte di gioco.
Magari ci sono giocatori che lo fanno e trasformano, come hai detto tu, gli altri giocatori in semplici “spostatori di pedine”. Ma allo stesso modo ci sono giocatori con i quali è odioso mettersi al tavolo e giocare qualunque titolo o genere (quelli che hanno accettato di provare il gioco e poi durante il turno degli altri mandano sms, salvo poi chiedere “Ehm cos’è che hai mosso?...e cos’hai pescato?”).

User avatar
Mano[FA]
Moderator
Moderator
Posts: 2158
Joined: Oct 2004
Location: UK

Re: Pandemia

Post by Mano[FA] » 16/10/2013 15:08

Io mi vedo Maloghigno che gioca ai giochi in scatola (a la SC2):

miiiiii, ma non hai ancora tirato i dadi?
No! Non devi andare di la altrimenti non ce la faremo mai!
Ma che hai fatto? Hai usato i sacchi di sabbia? Ma io ne ho ancora tre, come fai ad averli gia' finiti?
Ecco, adesso non abbiamo speranze, affogheremo.
Vedi, se avessi aspettato, adesso io pescavo barca della salvezza e avremmo vinto!
Ma e' la terza volta che fai 3 stasera! Dai, te li tiro io i dadi...
Eh, ma questa disposizione del tavolo e' impossibile. Chi ha disegnato il cartellone doveva essere strabico.
Vedi, a tirare i dadi per tutti poi faccio 2...
...
:sculacciata: :sculacciata: :sculacciata:

User avatar
LouStrong_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 497
Joined: Dec 2002
Blizzard BattleTag: Loustrong#2623
Location: Stra VE

Re: Pandemia

Post by LouStrong_o.O » 16/10/2013 16:23

Anche io me lo vedo (a la fo.Orum):

dai ragazzi, domani sera ci troviamo per provare quel gioco nuovo!
oh allora, passo io a prendere la roba da bere, poi ordiniamo le pizze sul momento ok?
WOW! Ha chiamato <tizioCheNonSiVedeDaUnPo'>, viene anche lui! Grande!
Ciao <Coso.O>, allora domani sera passo a prenderti alle 8, ok?
Ho pensato che potevamo mettere in palio questo <gadgetTaggato.O> per il vincitore, che ne dite?
seratona ieri, ho postato le foto, magari la prossima volta siamo anche di più :ola:

;)

User avatar
Maloghigno
Administrator
Administrator
Posts: 4540
Joined: Dec 2002
Blizzard BattleTag: Maloghigno#2220
Contact:

Re: Pandemia

Post by Maloghigno » 16/10/2013 16:26

Mano ti adoro.
E ti ringrazio. Sappiamo tutti che De Coubertin vive ancora nel tuo naso, insieme ad Elvis, Marilyn ed una cinquantina di Dodo, quindi so di dover dare un grande valore allo spirito che ha mosso il tuo prezioso (comunque molto divertente!) intervento.

Proseguo nell'OT solo per spiegare che evidentemente i giochi da tavola non fanno per me, non per un problema di attenzione (non mi permetterei mai di mandare un sms in attesa del mio turno) ma (come ben espresso da Mano) di pazienza. Tra i giochi in scatola mi piacciono (sarebbe meglio dire "sopporto") quelli più semplici/diretti, o in cui si giochi con "ritmo" (ho in mente Carcassonne o Quarto). Imparare manuali enormi ed aspettare turni infiniti non è il mio sport. So di non averne giocati molti, e so che mi direte "non hai provato questo" "non puoi dirlo se non provi quello", ma il gioco è fatto per cercare il divertimento, e quelli che ho provato mi bastano ed avanzano.
L'idea di passare un'ora (minimo) a studiare istruzioni, per poi provare a giocare a quel gioco una volta nella vita, ma per 4 lunghissime ore... ovviamente senza neanche giocare per bene perchè ovviamente delle 900 regole e sfumature ne son riuscito ad apprendere solo 30... naaaaaa ... lo ammetto, non fa per me.

PS si è appena liberato un posto da moderatore, chi fosse interessato mi scriva, grazie :mano:
Image

User avatar
France
Veteran
Veteran
Posts: 2746
Joined: Jun 2003
Location: Zürich, CH

Re: Pandemia

Post by France » 16/10/2013 17:42

mi sento chiamato in causa, e maledizione a te snuffo mi hai fatto ridere, non devi, specie quando sto male!

In ogni caso i cooperativi sono godibili per la meccanica di squadra. Dove si va? Come affrontiamo questo problema? Chi sembra saperne di più? Il mio problema con i cooperativi, pur essendomi divertito abbastanza all'isola proibita per fare un esempio, è che si gioca in ogni caso contro un umano. Quello che ha progettato il gioco. Quindi tanto vale costruire un gioco in cui un giocatore può prendere la posizione di quello che cerca di ammazzare il gruppo che sta giocando cooperativamente. Sarebbe concettualmente molto più divertente.
Image

User avatar
Mangiafuoco
o.O Styler
o.O Styler
Posts: 412
Joined: Oct 2010
Location: Lecce

Re: Pandemia

Post by Mangiafuoco » 18/10/2013 02:29

Ne esistono diversi giochi stile many vs one . Ad esempio Descent viaggi nelle tenebre, prevede un giocatore che veste i panni del signore oscuro e gioca al solo fine di eliminare il gruppo di eroi: il primo avra' a disposizione mostri da evocare, trappole e incantesimi, i secondi che invece si potenziano mana mano con equipaggiamento sempre piu' potente e nuove abilita' e statistiche.

http://ilgiocatore.net/2011/10/11/desce ... e-tenebre/


Ps: mi è appena arrivato Zombicide 2, cè talmente tanta roba che non sappiamo da dove iniziare, domani postero' delle foto.
Battle tag : Mangiafuoco#2174

methallica
Fo.Orum Guest
Fo.Orum Guest
Posts: 1
Joined: Jul 2016

Re: Pandemia

Post by methallica » 09/07/2016 23:57

ciao ragazzi, sono nuovo su questo forum, vorrei chiedervi un'informazione, oltre al gioco base di pandemia ho comprato l'espansione del gioco sull'orlo dell'abisso, quello che aggiunge 3 nuove sfide al gioco, tra cui quella in cui, un giocatore può "interpretare" un bio-terrorista e giocare contro tutti gli altri giocatori, proprio in questa espansione ci sono 5 "vetrini" con i colori delle malattie, a cosa servono? perchè ho letto velocemente le istruzioni dato che mi è arrivato solo oggi, ma di questi vetrini sembra non esserci scritto nulla, potete aiutarmi?

User avatar
ayakuccia_o.O
Moderator
Moderator
Posts: 2371
Joined: Feb 2003
Location: Sestri Levante (GE)

Re: Pandemia

Post by ayakuccia_o.O » 11/07/2016 22:20

Io ho solo il gioco base Pandemia...non saprei, chiederò a mio marito se ne sa di più :wink:

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4380
Joined: Jan 2003
Location: Torino
Contact:

Re: Pandemia

Post by snuffz » 11/07/2016 23:34

Ciao.
Mi pare che le due espansioni "in laboratorio" + "sull'orlo dell'abisso" siano complementari.
http://www.goblins.net/phpBB3/post1284684.html#p1284684
(occhio che di Pandemia c'è un bel po' di materiale fra espansioni, spinoff e legacy, informati bene prima di comprare).
:air:

User avatar
Proteas
Moderator
Moderator
Posts: 1427
Joined: Dec 2006
Blizzard BattleTag: Proteas#2881

Re: Pandemia

Post by Proteas » 12/07/2016 09:01

OMG Snuffz !!!!!!!!!!! ho le palpitazioni!!!!!!!!!
Image

User avatar
ayakuccia_o.O
Moderator
Moderator
Posts: 2371
Joined: Feb 2003
Location: Sestri Levante (GE)

Re: Pandemia

Post by ayakuccia_o.O » 13/07/2016 12:42

Chiccaxxosono che vi riesumo Snuffolo 8)

User avatar
Iltech_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 1196
Joined: Apr 2009
Blizzard BattleTag: iltech#2942
Location: Bergamo

Re: Pandemia

Post by Iltech_o.O » 13/07/2016 18:12

Imbah!!!


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Image

zobel
o.O Styler
o.O Styler
Posts: 271
Joined: May 2007
Blizzard BattleTag: Caledot#2732

Re: Pandemia

Post by zobel » 13/07/2016 21:46

È tutto superato: pandemia legacy per il futuro!!!


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Image

User avatar
ayakuccia_o.O
Moderator
Moderator
Posts: 2371
Joined: Feb 2003
Location: Sestri Levante (GE)

Re: Pandemia

Post by ayakuccia_o.O » 14/07/2016 11:36

Ma infatti noi abbiamo Pandemia LEgacy ma finora non abbiamo mai giocato la variante Legacy, solo gioco base perchè sarebbe carino vincere almeno una volta...l'idea di cacciare via tutto dopo aver giocato Legacy non mi alletta molto :think:

zobel
o.O Styler
o.O Styler
Posts: 271
Joined: May 2007
Blizzard BattleTag: Caledot#2732

Re: Pandemia

Post by zobel » 14/07/2016 11:53

Io sono passato al legacy dopo che ci ho giocato tutta l'estate scorsa ed ho fatto tre vittorie a difficoltà eroica


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Image

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest