I Coloni di Catan

Risiko, Puerto Rico, Monopoli, King of Tokyo... tira il dado e mena ZAMPAAATE!
Post Reply
User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4380
Joined: Jan 2003
Location: Torino
Contact:

I Coloni di Catan

Post by snuffz » 04/06/2012 15:01

Image
Image
Era dai tempi di Carcassonne che tenevo d'occhio "I Coloni di Catan".
Sullo store apple è disponibile da un po'.

Questo weekend l'ho preso sullo store della nokia, 3 euro. Non ci avevo mai giocato, ma fra sabato e domenica credo di aver ricaricato la batteria del cellulare una mezza dozzina di volte.
C'è ancora qualche regola che non mi è del tutto chiara, ma il gioco è davvero una droga.
Per certi versi aver giocato a Carcassonne aiuta a comprenderlo meglio.

Molto strategico, numerosi ribaltoni, diverse cose da fare.
Il commercio con gli avversari è fondamentale... naturalmente giocando in 3 man mano che un avversario tende a prendere vantaggio, boicottarlo nel commercio diventa fondamentale, anche a costo di rinunciare a risorse preziose, così come piazzargli il brigante sempre in casa.
Anche le carte sviluppo ricoprono un ruolo fondamentale, anche se per il momento ne riesco a prendere sempre meno dei miei avversari (punto più sulle strutture).

Gran gioco.

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4380
Joined: Jan 2003
Location: Torino
Contact:

Re: I Coloni di Catan

Post by snuffz » 07/06/2012 12:43

Come controindicazione a Catan sul cellulare mi sono ritrovato ad avere il telefono sempre in riserva di batteria e a doverlo ricaricare ogni giorno.
Per evitare di bruciarmi prematuramente una batteria con due mesi di vita, e soprattutto per evitare di ritrovarmi sul ciglio di una sperduta strada statale con una ruota bucata e impossibilitato a chiamare l'ACI causa cellulare KO, me lo sono comprato anche sull'Apple store e installato sull'Ipod.
(doppio acquisto: e se non è amore questo...)

Ieri sera tre ore consecutive di Catan, non riuscivo davvero a staccarmi (e mi sono staccato solo perché ho sbloccato un livello della campagna).
Nella sua semplicità il gioco mescola molti elementi: controllo del territorio, risorse e strutture, harassing delle strategie avversarie, commercio con gli avversari, carte sviluppo, uso del brigante…
Il gioco ha un vero sviluppo early-mid-late game: a inizio partita vanno per la maggiore certe risorse (legno e argilla) e certe scelte diplomatiche (io do una cosa a te e tu dai una cosa a me), una volta messa in campo un po’ di ciccia le cose cambiano, certe risorse acquisiscono tutto un altro valore e ti ritrovi a studiare con cupidigia l’avversario: cosa sta raccogliendo? Come mai ha pescato quella carta e non l’ha usata? Perché sta accumulando minerale?
Quando un avversario raggiunge i 7 punti comincia un boicottaggio totale: ogni altro giocatore gli volta le spalle, il brigante viene sempre collocato in casa sua e non commerci con lui neanche se le risorse che ti propone ti servono come il pane e te le offre 3x1.
Giocando mi sono stupito di quanto occorra elasticità nelle proprie strategie: a volte bisogna esser pronti a rinunciare o a “posticipare” un progetto anche con le risorse in mano solo per ostacolare un avversario che altrimenti prenderebbe il controllo di una fetta di territorio troppo grosso… altre volte territorio e posizione ti suggeriscono investimenti in colonie ma le risorse non girano, e allora devi “reggere” fra carte sviluppo e scambi micragnosi con gli avversari.
Alcune malizie le impari giocando, come costruire una strada completamente inutile in termini di punti e controllo del territorio, ma che ti permette di stare sotto le 7 risorse, se prevedi 3 lanci di dadi avversari e temi un brigante che possa mandarti a puttane una struttura chiave.
Anche costruire sulla costa su un singolo esagono sfigato senza intersezioni e con segnalino 12 (il 12 può uscire solo con doppio 6 nel lancio dei dadi, un 8 può uscire molte più volte) può risultare una buona mossa, acquisendo la possibilità di scambiare con la banca materie 2x1 rispetto che 4x1.
Non immagino quanto possa essere più divertente di persona, versione gioco da tavola, cazzeggiando con gli avversari...
:G:

User avatar
France
Veteran
Veteran
Posts: 2746
Joined: Jun 2003
Location: Zürich, CH

Re: I Coloni di Catan

Post by France » 07/06/2012 14:08

se vuoi lo porto al raduno :) Ho anche l'espansione per giocare in 6!
Image

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4380
Joined: Jan 2003
Location: Torino
Contact:

Re: I Coloni di Catan

Post by snuffz » 11/06/2012 16:44

Da portarsi in zaino è un discreto scatolone.
Se hai voglia di portartelo, rinunciamo a dormire e ci spariamo una bella nottata Catan (in quella che è stata definita la stanza dell'ammore, a Pavia).
Anzi potremmo proprio organizzare un torneino per neofiti, per chi vuole provare Catan.
Per il torneino propongo di mettere in palio Lysor.

User avatar
France
Veteran
Veteran
Posts: 2746
Joined: Jun 2003
Location: Zürich, CH

Re: I Coloni di Catan

Post by France » 14/06/2012 00:46

nono non è così grande 12cm x 12cm! Eccerto che lo porto versione base con espansione per potere giocare in 6!
Image

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4380
Joined: Jan 2003
Location: Torino
Contact:

Re: I Coloni di Catan

Post by snuffz » 14/06/2012 12:08

Nelle mie oramai 2 ore serali di Catan, ho cominciato a giocare a Catan + l’espansione Marinai (http://it.wikipedia.org/wiki/Marinai_%28gioco%29)

Le regole di base di Catan rimangono invariate, e se ne aggiungono poche altre.

Concettualmente Marinai introduce la possibilità di colonizzare anche altre isole.

Questa aggiunta modifica le strategie di gioco che portano alla vittoria e rende obbligatorio per i giocatori “fare più cose”, per poter vincere.
La conquista di porti e isole non è infatti opzionale ma praticamente obbligatorio per reggere l’economia degli avversari (io ci ho provato a non prendere le isole, ma è come giocare a broodwar facendo solo le unità di starcraft: gli avversari ti ballano la macarena sulle budella).

L’espansione si incastra con molta armonia sul core di Catan e oltre a essere più divertente (visto che fai più cose) al momento mi sembra anche vada e limare in meglio l’equilibrio (già molto buono) del gioco (ad esempio prende più significato la risorsa “Lana” che su Catan tradizionale è probabilmente l’ultima scelta, fra le 5 risorse a disposizione).
Anche il fatto di piazzare una colonia su un singolo esagono per conquistare un porto in direzione di un’isola vicina, diventa finalmente competitivo con il colonizzare su 3 esagoni a centro mappa.
L’esagono “fiume aurifero” è molto molto goloso…
:alchool:

User avatar
France
Veteran
Veteran
Posts: 2746
Joined: Jun 2003
Location: Zürich, CH

Re: I Coloni di Catan

Post by France » 14/06/2012 23:15

non ci ho giocato ma dicono che l'espansione cavalieri e città, non mi ricordo il titolo italiano, sia molto molto bella e definitivamente sporca, zozza e lamer.
Image

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest