Superenalotto: chi ci sta provando?

Cinema, Peperoncini, Navi Spaziali, Barbecue, Fisica Quantistica… TUTTO!
Post Reply
User avatar
Lysor_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 2448
Joined: 12/12/2002 00:31
Location: Milano

Superenalotto: chi ci sta provando?

Post by Lysor_o.O » 07/08/2009 02:17

Siamo arrivati a 123 milioni di euro. Cifretta niente male, direi. :roll: Toglietemi una curiosità: voi cosa fate? Siete giocatori abituali, non lo siete ma in questo caso fate qualche giocata, o ve ne fregate bellamente?

Io faccio parte della 3° categoria. E il bello è che quando c'è un'estrazione, se mi capita di ascoltarli, ogni volta penso: meno male che non ho giocato, non ne avrei preso neanche uno.
Image
Tu vedi delle cose e chiedi: perché? Ma io sogno di cose che non ci sono mai state, e che forse non ci saranno mai, e dico: perché no?
--- Wolfgang Güllich

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4381
Joined: 07/01/2003 14:09
Location: Torino
Contact:

Post by snuffz » 07/08/2009 09:05

Anch'io appartengo alla categoria di quelli che non giocano.

Ogni tanto ci penso "Ma sì, che cosa vuoi che sia un euro, il prezzo di un caffè! Gioca sta schedina e buonanotte".
Ma le probabilità di imbroccare la combinazione vincente sono 1 su 620.000.000
Visto che il numero non rende provo a immaginare che tutti gli italiani, tutti i francesi, tutti gli spagnoli, i tedeschi e gli svizzeri, comprino ognuno un biglietto della lotteria, e che sia estratto un solo biglietto vincente. Ecco quali sono le mie possibilità.
Comprerei un biglietto di una lotteria del genere?
No.

Fa molto effetto quando dicono al telegiornale "Tizio ha vinto 10324981 migliaia di euro con una schedina da 1 euro".
Naturalmente non dicono "...mentre anche questa settimana, altre 12 milioni di schedine, comprese migliaia di costose schedine a combinazioni multiple, non hanno vinto un cacchio"


ps: personalmente trovo divertenti quelli che dicono "Ma gioca! Non hai visto a quanto è arrivato adesso? 100 milioni di euro!!!"
Perchè, a 5 milioni di euro non valeva la pena a giocarlo?

User avatar
CuginoIt
oO Team
oO Team
Posts: 2207
Joined: 08/12/2004 12:50
Blizzard BattleTag: CuginoIt#2830
Location: Copenhagen

Post by CuginoIt » 07/08/2009 09:28

Inoltre trovo abbastanza scandaloso che alcuni comuni provino ad "investire" fondi nella speranza di una vittoria...
Ovviamente sono pienamente d'accordo con Snuffz e Lysor. Ho un giudizio abbastanza duro su chi gioca al SuperEnalotto abitualmente... anche se fa tanto bene alle casse dello Stato.

User avatar
Mano[FA]
oO Team
oO Team
Posts: 2163
Joined: 24/10/2004 15:47
Location: UK

Post by Mano[FA] » 07/08/2009 10:14

Qualcuno definiva lotto e simili "una tassa sull'ignoranza".
Il che è vero e triste. A giocare sono i principalmente le classi meno abbienti che fanno i volontari a pagare le tasse.
Posso "capire" chi lo fa per vivere l'ebrezza dell'attesa e della speranza, tutto sommato può valere un euro, no? Tre giorni di suspance per un euro...

ho giocato a enalotto et similia poche volte nella mia vita, per lo più in compagnia, dividendo la spesa.

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4381
Joined: 07/01/2003 14:09
Location: Torino
Contact:

Post by snuffz » 07/08/2009 11:42

Tassa volontaria, mi sembra più appropriato.
Volontariato per risanare i bilanci dello Stato.

Leggero OT
Il mio barbiere (http://forum.oostyle.net/viewtopic.php?f=6&t=9146) gioca ai cavalli e non è raro nella sua bottega sentir parlare di scommesse e puntate con qualche compagno di merende.
Una volta mentre mi rasava, nella fila di uomini seduti sulle poltroncine ad attendere il loro turno, c'era anche un suo "socio" che leggeva il giornale sportivo lamentadosi di quanti soldi gli avessero tolto i cavalli.
Dopo un po' un cliente, forse stanco di sentirlo lamentarsi, gli ha chiesto "Eh, ma se tanto sa che perde, perchè gioca?"
e lui "Io prendo il gioco dei cavalli come un fondo pensione. Do la mia quota tutti i mesi, per tutta la vita. E poi alla fine, quando sarò vecchio, ritirerò il gruzzolo"
il cliente: "Ma come fa a essere sicuro che alla fine ritirerà il gruzzolo? Che alla fine vincerà?"
lui: "Perchè, lei versa i contributi tutti i mesi, ma è davvero sicuro che arriverà alla pensione?"

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4381
Joined: 07/01/2003 14:09
Location: Torino
Contact:

Post by snuffz » 28/10/2009 11:36

Image
Avete notato l'insidiosa campagna promozionale del neo nano Win For Life ?
Nome accattivante: Win for Life
Slogan accattivante: "...e non ci pensi più..."
Idea accattivante: un vitalizio di 4000 euro al mese
Gioco ingannevolmente semplice: devi indovinare 10 numeri su 20
Accessori: Si vince anche con lo zero!!

Quello che non dicono (o meglio: che non viene sbandierato ai quattro venti).
-le probabilità di azzeccare la combinazione da 4000 euro al mese è 1 su 3.695.120. (una su tremilionisettecentomila)
-azzeccare la combinazione vincente è 3 volte più difficile di fare 5 al supernalotto
-nel caso in cui ci siano più vincitori del superpremio nello stesso concorso i 4.000 € al mese vengono suddivisi fra i vincitori

User avatar
Canard Favrille
Veteran
Veteran
Posts: 511
Joined: 29/10/2006 09:23
Location: davanti al PC

Post by Canard Favrille » 28/10/2009 12:01

La cosa peggiore di win for life e che anche le vincite piccole sono divise tra i vincitori e quindi rischi di spendere 2 € e vincerne 0.50 €.
Al tempo stesso, per ritirare la vincita ti rechi al botteghino e visto che sei lì non vuoi giocare di nuovo ? Oppure rinunci al ritirare la vincita e la SISAL ringrazia.

User avatar
Mano[FA]
oO Team
oO Team
Posts: 2163
Joined: 24/10/2004 15:47
Location: UK

Post by Mano[FA] » 28/10/2009 13:08

Canard Favrille wrote: per ritirare la vincita ti rechi al botteghino e visto che sei lì non vuoi giocare di nuovo ? Oppure rinunci al ritirare la vincita e la SISAL ringrazia.
Ricordo anni fa la polemica sui gratta e vinci. Il ministero (o la SISAL o chi per esso) diceva che il "ritorno" era, tipo, 60%. Mentre i consumatori dicevano che era molto meno perche' non dovrebbero considerare tutte le vincite minori o uguali al costo del biglietto, perche', ovviamente, la gente rigioca. Il sistemi migliori (per la SISAL) sono quelli che minimizzano il rischio di perdite e fluttuazioni. Per questo sono quasi tutti "a montepremi" e per questo giocare sui numeri "ritardatari" e' doppiamente controproducente. Non solo i numeri ritardatari non hanno piu' probabilita' di uscire di quelli usciti la settimana scorsa, ma se poi escono li hanno giocati in mille e quindi non vinci niente! Per la SISAL, usando il montepremi, si evita l'incubo che gli escano numeri ritardatari e debba pagare a tutti 'na sacca de sordi.

Xaurus
oO
oO
Posts: 122
Joined: 02/02/2009 15:44

Post by Xaurus » 03/11/2009 16:41

Qualunque lotteria di stato è mediamente destinata a restituire nelle tasche del giocatore circa il 50% delle giocate, a lungo termine. Ovviamente il discorso è leggermente diverso per le lotterie "impossibili" come il superenalotto dove i premi sono pochi ed hanno probabilità di vittoria prossima allo zero assoluto. Se volete tentare la fortuna per arricchirvi comprate azioni volatili in borsa, è un mezzo suicidio ma è sempre meglio che giocare al lotto&simili. Inoltre, per chi ha esperienza di home banking, può anche essere un "divertimento" assimilabile a quello del gioco d'azzardo; mi raccomando non vi sputtanate il patrimonio di famiglia però!!!

User avatar
arklan_o.O
oO
oO
Posts: 663
Joined: 14/07/2007 18:36
Location: Mercato San Severino (SA)

Post by arklan_o.O » 03/11/2009 17:07

io non mi pronuncio ( anche se lavorando nel settore ne so qualcosina ) perchè sputare nel piatto dove mangio non mi sembra giusto ..però linko un articoletto ...

http://logzero.wordpress.com/2009/08/12 ... hines-bar/

in piu aggiungo che il win for life sta subemdo un processo per la falsità della propaganda ( "for life" a casa mia non signifa per 20 anni come giustamente avete fatto notare)
"Ubuntu? Ma è un pornodivo africano?"

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4381
Joined: 07/01/2003 14:09
Location: Torino
Contact:

Post by snuffz » 03/11/2009 20:45

Arklan mi sembra molto interessante il tuo punto di vista, giacchè lavori nel settore.
Senza arrivare a sputare nel proprio piatto, vorrei sapere: tu Arklan giochi a qualche cosa? Superenalotto, poker, lotteria di capodanno... ?

User avatar
arklan_o.O
oO
oO
Posts: 663
Joined: 14/07/2007 18:36
Location: Mercato San Severino (SA)

Post by arklan_o.O » 03/11/2009 21:43

no , pago gia le tasse, REGALARE altri soldi allo stato non mi pare il caso .
lo stato italiano incassa una media di 4 milioni di euro al mese grazie alle varie imposte sul gioco .
vi porto un piccolo esempio :
slot machines collegate alle reti ( lottomatica , sisal , snai etc etc etc)
lo stato e le reti guadagnano il 13,5 % dell'incasso LORDO della macchina cioè per ogni euro che mettete nella macchinetta diabolica regalate 13,5 centesimi allo stato , il 75% in teoria ogni chiusura di ciclo ( 140'000 cicli dei rulli virtuali) ritorna ai giocatori il restante lo spartisco col gestore della sala ovviamente se la macchina è in passivo ( ha pagato piu di quello che ha incassato ) io cmq devo pagare sul lordo quindi capita che anticipo allo stato :dho:
da 1000 euro lordi
135 stato
750 giocatori
115 da dividere tra me e il gestore ....se poi sti 75 euro li vado pure a buttare in un gioco a premi sono proprio pirla
"Ubuntu? Ma è un pornodivo africano?"

User avatar
arklan_o.O
oO
oO
Posts: 663
Joined: 14/07/2007 18:36
Location: Mercato San Severino (SA)

Post by arklan_o.O » 18/11/2009 16:21

altri dati

(Adnkronos) - Ottocentottantatre euro in dieci mesi, 88 al mese: è quanto ha mediamente investito in giochi ogni italiano maggiorenne nel 2009, secondo un'elaborazione Agipronews su dati Istat e Aams. In totale, poco più di 44 miliardi di euro su una popolazione di quasi 50 milioni di persone. Riportando tutto alla quotidianità, ogni cittadino maggiorenne ha speso quasi 3 euro al giorno per tentare la fortuna.

Naturalmente, si gioca per vincere e molti ci riescono: il pay out medio, cioè quanto ritorna in vincita rispetto al giocato, è pari al 69%. Questo vuol dire che degli 883 euro investiti, in media ne sono tornati sotto forma di vincita 609. L'uscita netta ammonta quindi a 274 euro in dieci mesi (quasi un euro al giorno). Evidenti i benefici per l'Erario, che da gennaio a oggi ha incassato circa 7,4 miliardi. Ciò vuol dire che lo Stato ha ricevuto da ogni italiano maggiorenne 148 euro in dieci mesi, quasi 50 centesimi al giorno.

Per quanto riguarda la ripartizione della spesa, si parla molto della passione nazionale per SuperEnalotto e Win for Life, senza dimenticare l'antica e ancora forte predilezione per il Lotto, ma il complesso dei giochi numerici rappresenta il 20% della raccolta totale, meno della metà di quanto introitano in tutta Italia le New Slot, che da sole raggiungono il 46% dell'incasso. Le scommesse, sia ippiche che sportive, raggiungono l'11%, i Gratta e Vinci il 17,5%.

Poderoso l'impulso fornito nel 2009 dal settore del gioco on line, che oggi rappresenta quasi il 7% della raccolta totale. Alla base, c'è la repentina affermazione del poker Texas Hold'em, che, partito nel settembre 2008, negli ultimi dieci mesi ha incassato circa 1 miliardo e 800 milioni.

Per dare un'idea, 15 volte di più dei vecchi concorsi sportivi (Totocalcio, Totogol, e simili). Nella divisione fondamentale fra giochi basati sulla fortuna e giochi in cui prevale l'abilità, la scelta degli italiani è chiara: sul primo versante, che comprende giochi numerici, Bingo, New Slot e Gratta e Vinci, confluisce l'84% della raccolta, sugli altri (scommesse, concorsi e poker on line) il restante 16%.
"Ubuntu? Ma è un pornodivo africano?"

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4381
Joined: 07/01/2003 14:09
Location: Torino
Contact:

Post by snuffz » 21/12/2009 15:37

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLi ... iew=Libero
Il Sole 24ore
Sale la febbre da poker online
di Giuliano Balestreri

Dopo l'e-commerce il gioco online e dietro il vuoto. L'industria dell'intrattenimento via internet si prepara così a chiudere l'anno con un giro d'affari di poco inferiore ai quattro miliardi di euro confermandosi la seconda industria virtuale.
«Ci sono ancora enormi potenzialità di crescita» spiega Giacomo Fusina, amministratore delegato di Human Highway che ieri a Venezia, durante il convegno sul poker online organizzato da Agicos e Gioco Digitale, ha presentato il suo ultimo studio sull'andamento del settore.

Il poker for money, quello che permette di partecipare a tornei a pagamento, ha avuto il via libera dai monopoli di stato un anno fa, e da allora la raccolta dei principali provider è aumentata senza sosta. «Abbiamo sbagliato tutte le nostre previsioni» spiega il direttore generare di Amms Raffaele Ferrara che aggiunge: «Credevamo che la raccolta sarebbe arrivata a 400 milioni di euro, invece supererà i 2 miliardi. Ed entro i primi mesi del 2010 debutterà il cash games», sarà quindi possibile rilanciare con soldi veri.
Il debutto della nuova modalità di gioco lascia però perplessi i grandi player del settore preoccupati che il giocattolo si possa rompere: «Non dobbiamo permettere che la gente si rovini – dice Carlo Gualandri numero uno di Gioco Digitale e futuro ceo di Bwin Italia –. È una questione etica, ma anche industriale. Il danno d'immagine sarebbe enorme». Insomma secondo Gualandri è un problema di cultura del gioco: «Dobbiamo essere sicuri che i nostri utenti siano in grado di gestire le proprie risorse». Insomma è una partita ancora tutta da giocare, ma che ingolosisce le imprese del settore. «La spesa – incalza Lorenzo Stoppini di Snai – potrebbe aumentare del 33% e inoltre ci permetterà di strappare clienti ai siti internazionali».
C'è poi il tema della liquidità internazionale che sarebbe garantita dal libero accesso al mercato anche degli utenti stranieri. Per il momento i monopoli non hanno preso alcuna decisione, ma anche su questo fronte gli operatori non sono entusiasti: «Se i tornei diventassero improvvisamente più difficili – spiega Gualandri – per i giocatori italiani potrebbero non essere più così interessanti e molti potrebbero allontanarsi». Ma a preoccupare Fabio Bufalini, country manager di Pokerstars, è piuttosto «la scarsa tutela degli investitori internazionali che spendono per rispettare tutte le regole, peraltro ottime, italiane, mentre ci sono ancora troppi siti pirata contro i quali si fa poco o nulla».
A un anno dal debutto, il poker online dimostra di essere un'industria sana e in crescita che in Italia, nonostante la crisi globale, conta 120mila addetti e circa 5mila imprese. Che contribuisce a fare del gioco «uno dei principali contribuenti dello stato con oltre 7,5 miliardi» aggiunge il direttore generale di Amms. Cifre che potrebbero crescere ancora, perché il bacino utenti è in continuo aumento.
«Oggi gioca a poker a soldi – aggiunge Giacomo Fusina – solo l'1% della popolazione e in generale i giocatori online con denaro sono meno di un milione. Le potenzialità sono enormi. Basti pensare che il 46,6% della popolazione è giocatore abituale di Lotto o Superenalotto».

User avatar
Ufo_Robot_o_O
Veteran
Veteran
Posts: 1999
Joined: 09/04/2003 16:17
Location: Brescia

Post by Ufo_Robot_o_O » 21/12/2009 16:20

Mah, io posso dire la mia che è basata solo su un'impressione, ma che se ci pensate potrebbe essere fondata visto che siamo in Italia. Premetto che io sono uno di quelli che ogni tanto assume i panni del pirla e prova la fortuna. Anzi, vi posso dire con estrema franchezza che qualche anno fa un bacino la fortuna me l'ha dato (ancora con le lire, al lotto feci terno secco + altre combinazioni e portai a casa 15 milioni di lire circa :menato: ). Detto questo, ho saputo che più o meno da luglio, l'estrazione del superenalotto non avviene più nella maniera tradizionale (ovvero i numeri sono quelli estratti per primi su determinate ruote del lotto) ma c'è un'estrazione a parte. Da allora, il superenalotto ha raggiunto montepremi con cifre da record. Sempre. Non vi pare strano? Non vi sa un pò di truffa in stille Pacchi di raiuno? Inoltre, ad oggi il montepremi è salito a 107 milioni di euro (CENTOSETTE!!!) e nn viene pubblicizzato...
Image

User avatar
Shauron_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 1709
Joined: 13/01/2007 10:30
Location: Napoli
Contact:

Post by Shauron_o.O » 23/12/2009 14:49

Riguardo l'estrazione non so dove l'avevo letto ma statisticamente hanno detto che i numeri estratti sono troppo "vicini" fra loro,se ci fate caso vengono estratti spesso e volentieri molti numeri della stessa decina.
Questo,dicono,sia dovuto al cattivo mescolamento delle palline,se non erro ora non vengono più estratte da un arnese che ruota ma vengono inserite in un contenitore di plexyglas e soffiate.
Da quello che ho letto questo sistema non mescola bene le palline e quindi escono quasi sempre diversi numeri della stessa decina.
Non sono certamente uno statista quindi non so se i numeri dell'estrazioni sono "anomali".
Image

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 4 guests