La tentazione di spendere

Cinema, Peperoncini, Navi Spaziali, Barbecue, Fisica Quantistica… TUTTO!
Post Reply
User avatar
Lysor_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 2448
Joined: 12/12/2002 00:31
Location: Milano

La tentazione di spendere

Post by Lysor_o.O » 25/05/2009 00:50

Immaginate di passare davanti ad una vetrina delle cose che vi piacciono di più. Vestiti, musica, film, libri, computer, quello che volete. Basta anche una gelateria, una pasticceria, una focacceria... O uno di quei negozi che vendono le caramelle a peso. Quello che volete, purché sia una tentazione. Cosa fate: cedete o resistete?

C'è gente che non appena si ritrova un po' di soldi in tasca li spende. Non c'è verso: li spende. Come la cicala della famosa favola di Esopo, non sa risparmiare, non sa accumulare, non sa resistere alle tentazioni. DEVE spendere: finché ci sono soldi, bene; poi... Si vedrà. Ma intanto si spende.

Io ho un ottimo esempio in famiglia: mio fratello. E' uno spendaccione nato. Ricordo ancora quando anni fa (parliamo del 1999), appena diventato maggiorenne, si era fatto la carta di credito. La doveva provare, così, giusto per vedere se funzionava. E allora aveva speso un sacco di soldi per comprare una nuova scheda audio con casse annesse. Avrà speso 400.000 lire, che per uno studente che non lavora non è poco. Necessità di quell'acquisto: zero, avevamo già una scheda audio e delle casse, e nessuno di noi era particolarmente esigente in fatto di qualità audio. E diceva che aveva voluto "provare" la carta di credito. Mi aveva molto colpito la sua facilità nello spendere. Più avanti non è affatto migliorato. Ho perso il conto dei cellulari da oltre 500 euro che ha avuto (attualmente ha un iPhone, ovviamente da 16 GB, non da 8 ); il record, un Qtek 9000 da 900 euro. Memorabile quando è andato in rosso col conto in banca per comprare un cellulare. Non ha proprio il senso dei soldi.

Sta da qualche anno con una ragazza spagnola, che ha vissuto per 5 anni a Londra per lavorare, poi si è stufata ed è tornata in Spagna. Secondo mio fratello, la trasferta inglese le ha fruttato un sacco: in 5 anni è riuscita a mettere via addirittura 5000 euro. Mille euro all'anno. In pratica, tempo 200 anni e avrebbe potuto comprarsi una casa: che ricchezza, ragazzi. Ora, per carità, lei avrà fatto quello che avrà potuto... Ma che mio fratello considerasse questa cosa un successo mi ha sconvolto. Ricordo che l'ha detto mentre eravamo a cena. Io, mio padre e mia madre non abbiamo commentato. A un certo punto si è alzato perché doveva uscire. Quando non c'era più, ho detto, un po' preoccupato: "Ma in generale, e in particolare per una persona che va all'estero apposta per fare soldi, mettere via 1000 euro all'anno non è un po' poco?". E mio padre, secco: "E' una miseria". E mio fratello era tutto contento per lei perché aveva praticamente un capitale.

Il 30-31 agosto scorsi, Vodafone (il mio operatore) ha fatto una promozione. Andando sul sito ed effettuando una ricarica da 100 euro se ne ricevevano 115. Non ne avevo bisogno, avevo 27 euro sul telefono in quel momento. Eppure l'ho fatta, perché mi regalavano 15 euro. Poche ore fa avevo 10 euro sul cellulare (ne spendo circa 15 al mese), la Vodafone in questo weekend ha rifatto la promozione, e l'ho fatto di nuovo: ora sono a quota 125. Perché io posso avere anche un milione di euro, sul cellulare, ma tanto non spendo più del dovuto. Non sono uno che appena ha 2 spiccioli li fa fuori. Puoi darmi 1000 euro e farmi girare un qualunque negozio: difficilmente compro qualcosa. So resistere alle tentazioni, e vivo benissimo.

E mi chiedo: ma quanto deve essere brutto essere incapaci di risparmiare?

Scommetto che anche voi conoscete qualcuno così. O magari lo siete voi stessi...
Image
Tu vedi delle cose e chiedi: perché? Ma io sogno di cose che non ci sono mai state, e che forse non ci saranno mai, e dico: perché no?
--- Wolfgang Güllich

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4381
Joined: 07/01/2003 14:09
Location: Torino
Contact:

Post by snuffz » 25/05/2009 09:51

Io credo di stare nel mezzo: nè di quelli che spendono più di quanto guadagnano (e ne conosco che si lamentano perchè lo stipendio non basta, e poi vestono firmato dalla testa ai piedi), nè di quelli che si vantano di non esser mai entrati in un bar per un caffè perchè "Se voglio un caffè me lo prendo a casa".
Credo di stare nel mezzo fra cicala e formica.
Soprattutto se oggi spendo più del dovuto per comprarmi una cazzata (e questo succede perchè sono un vizioso), nei giorni successivi tiro la cinghia per ammortizzare la spesa, e riesco a farlo.

User avatar
Davilaro.Oa
Veteran
Veteran
Posts: 716
Joined: 11/07/2007 09:28

Post by Davilaro.Oa » 25/05/2009 10:06

Secondo me come dice snuffz la cosa migliore è stare nel mezzo. Troppo tirchi no :drunk: ma anche buttare i soldi è una cosa brutta :ghost:
subito dopo la propria disponibilità secondo me va valutato anche su cosa vale la pena spendere... sicuramente non in cazzate, o almeno se deve essere una cavolata che sia uno sfizio e uno soltanto e che magari possa durare per un bel pò di tempo...
Fosse per me andrei in giro con cellulari da 30 euro cosi almeno se me lo rubano non mi dispero... Volevano regalarmi l iphone ma mi sono rifiutata, non mi piace sprecare nemmeno i soldi degli altri.
Ci sono certe persone che vivono in maniera molto morigerata e poi investono in una passione, quelli sono gli "spenditori" che preferisco.
Mio cugino ad esempio adora i libri, non spende molto per altre cose, forse ogni tanto per un bel viaggio (altro modo ottimo secondo me di spendere), ma poi se trova un libro che gli piace se lo cerca, gli fa la posta per settimane e se lo compra. Ha libri che valgono un sacco, soprattutto prime edizioni scovate dagli antiquari. E non è ricco, fa l insegnante quindi non sta male ma non naviga nemmeno nell oro.

L ultima spesa "folle" che ho fatto è stato un mac book pro, è costato una fortuna ma lo sto sfruttando tantissimo e devo dire che sono soddisfatta, e poi lo uso anche per lavoro.

Forse la chiave è proprio la soddisfazione a lungo termine.

Se la soddisfazione dura poco hai speso male, altrimenti hai fatto un buon acquisto 8)

User avatar
ayakuccia_o.O
oO Team
oO Team
Posts: 2392
Joined: 02/02/2003 12:33
Location: Sestri Levante (GE)

Post by ayakuccia_o.O » 25/05/2009 11:22

quoto la falena...noi liguri siamo famosi per la tirchiaggine, ma ho conosciuto gente decisamente + pigna di me :laugh:

Purtroppo ora come ora mi trovo in una situazione economica instabile, nel senso che ogni mese è un mistero scoprire quanto guadagnerò :roll: per cui sto un po' + attenta alle spese, ma in linea di massima spendo volentieri x qualcosa che mi dia gioia, siano un bel paio di stivali con tacco a spillo, una cena sfiziosa o una vacanza... mi piace anche fare bei regali, quindi non bado a spese in quel senso, ma mi impongo sempre un "badget" massimo che non supero mai :nod:

skazzo
Veteran
Veteran
Posts: 1243
Joined: 29/08/2003 10:48
Location: Sestri Levante (GE)

Post by skazzo » 25/05/2009 11:30

Io sono un po strano, non saprei collocarmi, di base direi che sono decisamente attento a ciò che spendo, ma quando ho deciso che posso spendere non mi contengo..
Immagino che questo mio comportamento sia determinato in larga parte dal mio lavoro, non avendo io uno stipendio non è che possa programmare una spesa, quindi in genere aspetto un periodo di vacche grasse e li ne approfitto per togliermi gli sfizi, di buono è che io non ho molti hobby e quindi le mie spese ricadono su cene fuori, libri, dvd, giochi o (argh) tecnologia.. quindi a parte l'ultima categoria non è che mi sveno troppo (in fondo sono ligure)
Oltretutto essendo il mio sogno rifarmi casa, quindi comprare fondo dal vicino creare tavernetta e risolettare la soffitta per fare la mansarda, tendo a accumulare più soldi possibile (anche se sti 2 anni di crisi non è che mi abbiano molto aiutato in tal senso)

User avatar
Lysor_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 2448
Joined: 12/12/2002 00:31
Location: Milano

Post by Lysor_o.O » 25/05/2009 21:31

Beh, ma neanche io vivo come un francescano... Semplicemente, seguo i miei desideri, che devono essere qualcosa di più di una tentazione momentanea! Se ho voglia di un gelato me lo prendo, senza farmi problemi. Ma se passo davanti ad una gelateria e la guardo, questo non basta a farmi venire voglia. Oddio, può succedere: ma in realtà è molto raro. Capita, a volte, di pensare che sarebbe carino avere una certa cosa (quello che vi pare). Viene quasi voglia di prenderlo davvero. Ma poi mi chiedo: se lo prendo, cosa me ne faccio veramente? Se la risposta è "praticamente niente", non lo prendo. Tanto dopo un minuto non mi ricordo neanche più dell'esistenza, di quel coso...

Quindi non cerco di reprimere i desideri che ho davvero, cerco solo di filtrarli per capire se è una cosa che voglio davvero o meno. Ma questa è una cosa che ad alcuni (per esempio, a mio fratello :roll: ) non riesce.
Image
Tu vedi delle cose e chiedi: perché? Ma io sogno di cose che non ci sono mai state, e che forse non ci saranno mai, e dico: perché no?
--- Wolfgang Güllich

User avatar
Mano[FA]
oO Team
oO Team
Posts: 2163
Joined: 24/10/2004 15:47
Location: UK

Post by Mano[FA] » 26/05/2009 00:22

La propensione a spendere è aumentata con l'aumento di introito mensile, ma generalmente non mi considererei uno spendaccione. Ho vissuto per anni con 800 euro al mese a Milano, pagandomi tutto: dall'affitto al cibo. E mettevo via anche qualcosina.

A parte le spese piccole (il caffè, il gelato...) per le spese più impegnative (spesso hardware) ho un approccio semplice ma efficace: mi dico: "dai, settimana prossima lo compro". Se dopo una settimana mi ricordo di comprarlo e ho ancora intenzione di farlo, vuol dire che serve o che lo desidero davvero. Il più delle volte mi dimentico o rimando ulteriormente o non ne sono sicuro o faccio una ricerca e benedico il momento in cui NON ho comprato quell'oggetto.

Conosco però anch'io persone che, ad esempio, NON hanno una carta di credito perchè altrimenti spenderebbero troppo o che, per darsi un budget, escono di casa con 5 euro nel portafoglio (cosa che, solo a pensarci, a me fa paura.)

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4381
Joined: 07/01/2003 14:09
Location: Torino
Contact:

Post by snuffz » 26/05/2009 08:23

In generale io credo due cose:

1- quando qualcosa non ti interessa, qualunque prezzo è sempre troppo caro. Spesso parlando di videogiochi con amici mi sento ripetere "Cinquanta euro per un gioco?!?!? Ma è una follia!". Allo stesso modo io non spenderei mai duecento euro per un paio di scarpe da tennis.

2- Ogni oggetto che compriamo ha due "prezzi". Il prezzo di mercato, che noi stimiamo e in qualche modo comprendiamo (ad esempio se compro un cellulare non mi aspetto certo che costi 1 euro, comprendo che possa/debba costare di più) e il prezzo "soggettivo" che gli attribuiamo noi (ad esempio una matita può costare 50 centesimi, ma io posso essere disposto a pagarla anche 5 euro perchè è la stessa matita che usavo da bambino e ci sono affezionato).
Ecco. Il più delle volte a fregarci è il prezzo soggettivo (la pubblicità lavora proprio su questo).
Pensiamo all'Iphone. Quando è stato messo in vendita ha stravenduto in Italia, eppure era carissimo (lo è ancora adesso). Se fosse stato messo in vendita addirittura al doppio, le vendite sarebbero diminuite anche solo di un esemplare? No.

Il concetto è che tutti noi abbiamo 4-5 articoli per cui siamo disposti a spendere più del loro prezzo.

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 3 guests