Dove arriva la legalita'?

Cinema, Peperoncini, Navi Spaziali, Barbecue, Fisica Quantistica… TUTTO!
Post Reply
User avatar
Trollollo
oO Team
oO Team
Posts: 711
Joined: 08/10/2005 14:40
Blizzard BattleTag: Hammer#2620

Dove arriva la legalita'?

Post by Trollollo » 27/02/2008 22:28

Il titolo forze non e' molto azzeccato ma non sono riuscito a trovare di meglio :smoker:

Questo mio pensiero nasce (efinisce nel dimenticatoio 5 min dopo :no: ) ogni volta che passo in edicola e osservo lo scaffale delle riviste di computer/videogiochi. Da tempo mi capita di osservare (e sempre di piu' ultimamente) un sacco di riciste che in copertina offrono aiuti e consigli sul metodo miglio per settare eMule in modo da scaricare sicuro,facile e veloce QUALSIASI cosa.

Ora da che so io, a meno di novita' recenti, la pirateria e' ankora un reato no? Ora Come puo' convivere un legge contro la pirateria con riviste "legali" che spiegano come scaricare al meglio i files?

A voi la parola

User avatar
Lysor_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 2448
Joined: 12/12/2002 00:31
Location: Milano

Post by Lysor_o.O » 28/02/2008 01:13

E' una questione che veniva già affrontata anni fa, a proposito del videoregistratore: serve a copiare videocassette, quindi è illegale e va messo fuori vendita. Errore!!! Dipende dall'uso che ne fai!!! Se lo usi per registrarti una puntata di Piero Angela che male c'è?

Il fatto è che eMule e i vari peer to peer non servono necessariamente per scaricare software illegale. Possono anche servire per scaricare qualcosa di legale. In questo senso, i settaggi che ottimizzano il download sono legali, ed è poi l'utente che sceglie di andare contro la legge. Certo, il 99,999% dei download su eMule sono illegali: ma teoricamente, un uso legale è consentito. Io una volta ho usato WinMX per passare ad un mio amico le foto delle vacanze fatte con la digitale. Quindi ho le prove che almeno una volta nella storia è stato fatto un uso legale di un software di file sharing! :wink:

Altro esempio: in Italia abbiamo il limite di velocità, per le auto, di 130 km/h in autostrada. Questo non significa che vendere una Ferrari da 300 km/h sia illegale! Dipende dall'uso che ne fa il compratore: se va in un'autostrada tedesca, può correre. Se va in una pista privata, tipo a Monza, può correre.

Se dovessimo proibire alle riviste di spiegare come ottimizzare eMule dovremmo anche proibire la vendita di auto da più di 130 km/h, perché potenzialmente in grado di infrangere la legge. Anzi: in città il limite è 50, quindi anche un'auto limitata a 130 all'ora può superare dei limiti: quelli in città, appunto. Allora le limitiamo a 50 km/h? E se mettono il cartello di max 20 km/h per lavori in corso? Le limitiamo a 20 km/h per essere sicuri?
E poi probiamo la vendita di coltelli da cucina perché possono essere usati per uccidere?

Insomma, ci sono un sacco di situazioni in cui cercare di rendere impossibile un certo tipo di crimine bloccherebbe moltissimi usi legittimi e onesti di un certo prodotto: non si può farlo. E allora, si dà la possibilità materiale di compiere il reato, e nel caso ciò avvenga la responsabilità è di chi lo compie, non di chi ne ha dato la possibilità.

Non sono un esperto di legge, ma il concetto dovrebbe essere questo.
Image
Tu vedi delle cose e chiedi: perché? Ma io sogno di cose che non ci sono mai state, e che forse non ci saranno mai, e dico: perché no?
--- Wolfgang Güllich

User avatar
Mano[FA]
oO Team
oO Team
Posts: 2163
Joined: 24/10/2004 15:47
Location: UK

Post by Mano[FA] » 28/02/2008 11:00

Lysor_o.O wrote: Insomma, ci sono un sacco di situazioni in cui cercare di rendere impossibile un certo tipo di crimine bloccherebbe moltissimi usi legittimi e onesti di un certo prodotto: non si può farlo. E allora, si dà la possibilità materiale di compiere il reato, e nel caso ciò avvenga la responsabilità è di chi lo compie, non di chi ne ha dato la possibilità.

Non sono un esperto di legge, ma il concetto dovrebbe essere questo.
Questo concetto e' secondo me importantissimo e tutti dobbiamo lottare perche' venga rispettato. E' un diritto civile. Deve essere perseguita l'azione malvagia e illegale, non cercare di impedire che avvenga. Certo in molti casi la prevenzione e' un bene, ma non deve mai impedire l'uso legittimo di una tecnologia o impedire il diritto a fare qualcosa di assolutamente legale.
Un esempio lampate e' il continuo "utilizzo" dei pedofili per controllare, bloccare, regolamentare le comunicazioni e le tecnologie digitali. Lo "stato" (che poi siamo noi) vorrebbe avere il diritto di possedere tutte le chiavi crttografiche, di poter tracciare ogni comunicazione, di bandire gli strumenti di privacy... creando danni alla liberta' di parola (quello dell'anonimato e' un diritto che riconosciamo, no?) alla sicurezza personale (ti fidi a lasciare alla discrezione dello Stato documenti riservati?) e in altri settori. Tutto per impedire ai pedofili di scambiarsi foto proibite. Vietiamo le macchine fotografiche e le cineprese!

un servizio simile a BitTorrent, ad esempio e' usato dalla Blizzard per distribuire una patch velocemente. Loro hanno sviluppato il loro software, ma una company o un'associazione piu' modesta potrebbe (e spesso succede, un esempio e' DEbian) affidarsi a Bit Torrent o eMule per distribuire file grossi o richiesti "in massa" senza dover disporre di un server con una connessione da Terabit al secondo.

Non vedo niente di male contro le riviste che parlano di ottimizzare eMule o di criptografia o di armi da fuoco, o che spiegano come si puo' costruire una bomba biologica in casa. Vedo molto diversamente chi scarica materiale protetto da copyright (anche se questo crimine lo paragono a gettare una piccolo rifiuto per strada), chi utilizza la criptografia per vendere video di bambini abusati sessualmente, chi uccide il vicino di casa antipatico o chi fa esplodere una bomba biologica in metro a scopo terroristico.

ORCO
FoOrum PRO
FoOrum PRO
Posts: 569
Joined: 18/07/2007 15:18

Post by ORCO » 11/04/2008 11:59

e invece per il discorso cartine lunghe?
premetto che io qualke cannetta me la sono sempre fatta(potrò scriverlo??) però mi son sempre chiesto come mai, essendo illegale, vendano le cartine lunghe... tutti sanno che chi si fa le sigarette col tabacco usa quelle corte. poi se pensiamo a certi distributori automatici che ti vendono il kit del cannaiolo: cartine lunghe,accendino, e filtrini(!!!!!). anche questa è una presa per il culo: questi filtrini,che altro non sono che i pezzettini di cartone da arrotolare, non servono assolutamente a chi si fa le sigarette(anche perchè la ritzla ha in commercio i filtri adatti), ma servono esclusivamente per chi si fa le canne. allora perchè io che vado in giro con 0.5 g di marjuana sono a rischio nei confronti della legge, e invece questi signori che si fanno i soldi vendendomi il necessario per consumarla non incorrono in nessuna sanzione? sarà perchè io sono un morto di fame e quegli altri una multinazionale? meditate gente, giusto o sbagliato, legale o non legale, non sono valori assoluti, ma sono soggettivi. e quando ci sono di mezzo i soldi.....

User avatar
Mano[FA]
oO Team
oO Team
Posts: 2163
Joined: 24/10/2004 15:47
Location: UK

Post by Mano[FA] » 11/04/2008 12:16

No no no...
la maria e' vietata. Le cartine lunghe no. anche perche' altrimenti diventa difficilissimo legiferare. Vietiamo le cartine lunghe (e sono certo che qualcuno le usa anche per altri scopi e avrebbe, giustamente, da protestare), e poi la gente venderebbe tubetti di legno apribili (non sono cartine lunghe!) allora vietiamo quelle. E la gente si fara' le canne attaccando insieme 2 cartine normali. Non si risolve il problema in questo modo (non so se si risolve vietando la maria, ma se ti becco con della maria senza prescrizione medica stai commettendo un crimine, altrimenti no).

dovrebbe essere tutto legale tranne cio' che decidiamo che e' illegale e le cose illegali dovrebbero essere (a mio modo di vedere) le meno possibili per assicurare una convivenza limitando il minimo possibile le liberta' personali.
La repressione preventiva (non ti permetto di comprare cartine lunghe cosi' ti e' piu' difficile farti le canne) e' il male.

ORCO
FoOrum PRO
FoOrum PRO
Posts: 569
Joined: 18/07/2007 15:18

Post by ORCO » 11/04/2008 15:37

sisi...sono d'accordo! infatti io non dico quello. anch'io sono per la libertà e libero arbitrio nel decidere ciò che è giusto o sbagliato.
però fidati, non ci sono altri usi per le cartine lunghe. come ho già detto, le sigarette vengono fatte esclusivamente con quelle corte.
sono d'accordo anche con il fatto che se non ci fossero le lunghe,la gente si adatterebbe con 2 corte, o con qualsiasi altra roba...volendo uno può pure mangiarsela e avrebbe lo stesso effetto(anzi moooolto più effetto!). quello che intendevo io, è che non è giusto che venga sanzionato chi si fa un cannone,e invece non venga detto nulla a chi specula vendendo roba(cartine,filtri) che servono cmnq per compiere un atto illegale.
ti faccio un altro esempio,forse più lampante.
amsterdam: la il fumo e l'erba come tutti sapete sono legali. cocaina eroina pasticche e le altre droghe(tranne i funghi) sono vietate(anzi,c'è una durissima battaglia tra la polizia e gli spacciatori di cocaina che sono davvero una marea!!). se entri nei negozietti di gadgets li ad amsterdam oltre a trovare cartine e filtri (e qui hanno un motivo "legale" per essere vendute), trovi anche i kit per sniffare: cannuccia,specchietto,lametta,tutto in una custodia molto elegante. io non lo trovo giusto. lasciare che quelle cose vengano vendute secondo me è un insulto per le persone(sia per chi si fa,che per chi non si fa). perchè è vietata la vendita di cocaina,ma viene permesso di vendere quel kit? non ditemi che quel kit può avere altri usi..... siamo tutti d'accordo che se anche non vendessero quel kit uno che vuole farsi la coca può farlo arrotolando una banconota, stendendo su uno specchietto di un motorino e tagliandola con una qualsiasi carta telefonica! ma vendere cannuccia e specchietto non è giusto!
credo sia un paradosso, o forse delle falle nella giustizia. parlando per assurdo e in maniera esagerata e insensata (permettetemelo) è come se condanniamo tutti la pedofilia,sapendo che è un tumore della società, però permettiamo che in tabaccheria venga venduto il kit del pedofilo.....
amarezza....

User avatar
Mano[FA]
oO Team
oO Team
Posts: 2163
Joined: 24/10/2004 15:47
Location: UK

Post by Mano[FA] » 11/04/2008 16:10

Non ha senso rendere illegale qualcosa per il possibile uso che se ne fa. E vorrei davvero che fosse chiaro il problema che ci sta dietro perche' non e' solo una questione di cavilli, o come rendere piu' efficiente il sistema ma e' alla base della differenza tra un sistema libero e uno che non lo e'.

Se decidi che e' giusto vietare cio' che "chiaramente" :?: serve a permettere azioni illegali, inizi ad accettare di criminalizzare l'intenzione e non l'azione. Oltretutto rendi la cosa o estremamente soggettiva (quali cannucce? quali specchietti? solo assieme o anche separati? solo nei cafe' shop o anche nei bar e nelle profumerie?) o estremamente burocratico.
E a quel punto diventa soggettivo decidere che intenzioni hai comprando uno specchietto e una cannuccia, o una mazza chiodata o un martello da muratore.
"Il sistema" puo' decidere che devi essere arrestato perche' il giorno X hai comprato delle creme alla glicerina, tua mamma dell'ammoniaca e il giorno Y eri a Montecitorio. Decisamente stai pianificando un attentato terroristico.

Sono d'accordo che le cartine lunghe servano (solo) per farsi delle canne (illegali), ma non voglio rendere illegale l'intenzione di fare qualcosa ma solo l'azione (detenzione, spaccio, uso?). Puoi pubblicare il progetto per creare una bomba atomica, ma non puoi farla e detonarla.

ORCO
FoOrum PRO
FoOrum PRO
Posts: 569
Joined: 18/07/2007 15:18

Post by ORCO » 11/04/2008 16:56

aaa...ok ora ti ho capito!. però non mi trovo cmnq d'accordo. o meglio, sono d'accordo sotto l'aspetto teorico, in quanto della libertà della persona io forse ne ho fatto una bandiera da sempre.
però non sono d'accordo sul discorso azione-intenzione. premettendo che una persona può adattarsi in mille modi per ogni cosa(non ho cartine lunghe uso il cilum, non ho una cannuccia uso una banconota, non ho un mitra uso un martello), non trovo giusto che venga comunemente accettata la vendita di oggetti che hanno un uso ESCLUSIVO per commettere un azione illegale. la trovo un ipocrisia. credo che non sia ledere la libertà delle persone se viene vietata la vendita del kit per pippare(esempio),ma lo troverei solo buon senso.
spacciare e consumare cocaina è vietato? dovrebbere essere vietato,quindi, anche vendere oggetti che hanno un uso ESCLUSIVO per commettere quell'azione. poi se voglio pippare, non ci metto nulla ad andare dal panettiere e prendere un estathe per la cannuccia,andare in profumeria e comprarmi uno specchietto,e poi andare al supermarket e prendere una lametta. in fin dei conti ho in mano la stessa roba che c'è nel kit!! però, ripeto, trovo veramente triste permettere al signor X di mettere in commercio un prodotto pensato e commercializzato ESCLUSIVAMENTE per dare la possibilità a un aspirante infrangitore della legge di commettere il suo reato (consumare è un reato che ne presuppone altri: acquisto e quindi spaccio della sostanza e quindi produzione della stessa).
allora a sto punto io metterei in vendita direttamente la cocaina(la prendo come esempio,ma il discorso potrebbe essere rivolto benissimo ad altri "settori") poi sta all azione del singolo decidere di acquistarla e consumarla o meno.
tu,cmnq, hai certamente ragione: se io voglio uccidere qualkuno e non trovo una pistola,mi compro un martello e lo faccio lo stesso. come potrei avere una pistola e cmnq non uccidere nessuno. se voglio pippare uso una banconota, come potrei avere benissimo in mano il kit e non fare uso di cocaina.
in ogni caso per me è una buffonata basata sullo spregevole dio denaro. io ti vendo il kit per pippare,ma tu non lo puoi fare. io ti vendo la pistola,ma tu non puoi uccidere. io ti vendo cartine e filtri,ma tu le canne non te le puoi fare. tu non puoi farti/fare del male, ma io ti vendo cio che serve ESCLUSIVAMENTE a fare cio......

User avatar
arklan_o.O
oO
oO
Posts: 663
Joined: 14/07/2007 18:36
Location: Mercato San Severino (SA)

Post by arklan_o.O » 11/04/2008 16:56

OT:
spezzo una lancia in favore delle cartine lunghe , mio cugino ci pulisce gli ugelli dell suo sax :nod:
"Ubuntu? Ma è un pornodivo africano?"

ORCO
FoOrum PRO
FoOrum PRO
Posts: 569
Joined: 18/07/2007 15:18

Post by ORCO » 11/04/2008 18:17

arklan wrote:OT:
spezzo una lancia in favore delle cartine lunghe , mio cugino ci pulisce gli ugelli dell suo sax :nod:
bhe, senza uscire troppo d discorso, tuo cugino lo fa per risparmiare visto l'alto costo di qualsiasi cosa inerente alla musica(considerata un bene di lusso).
pure mio nonno usa il fucile per accendere il gas,ma il fucile come la cartina non sono fatti pensando a quell'uso......

User avatar
Mano[FA]
oO Team
oO Team
Posts: 2163
Joined: 24/10/2004 15:47
Location: UK

Post by Mano[FA] » 11/04/2008 19:31

ORCO wrote:
arklan wrote:OT:
spezzo una lancia in favore delle cartine lunghe , mio cugino ci pulisce gli ugelli dell suo sax :nod:
bhe, senza uscire troppo d discorso, tuo cugino lo fa per risparmiare visto l'alto costo di qualsiasi cosa inerente alla musica(considerata un bene di lusso).
pure mio nonno usa il fucile per accendere il gas,ma il fucile come la cartina non sono fatti pensando a quell'uso......
E tu vuoi limitare la liberta' di un cittadino tuo pari che semplicemente suona il sax solo per rendere un po' piu' difficile (ma proprio POCO, forse per niente) la possibilita' di delinquere?
allora a sto punto io metterei in vendita direttamente la cocaina(la prendo come esempio,ma il discorso potrebbe essere rivolto benissimo ad altri "settori") poi sta all azione del singolo decidere di acquistarla e consumarla o meno.
No. E' ben diverso. La comunita' degli Italiani, lo Stato, decide che per una convivenza civile (o anche solo per risparmiare su inutili costi sanitari legati a chi abusa di coca e che ricadono su tutti) la vendita di cocaina e' proibita. Potremmo decidere che le cartine lunghe sono proibite per salvaguardare l'ambiente, ma non perche' qualcuno potrebbe usarle per commettere un crimine. (criminalizzazione dell'intenzione)

User avatar
Lysor_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 2448
Joined: 12/12/2002 00:31
Location: Milano

Post by Lysor_o.O » 11/04/2008 23:35

Sul fatto che le canne sono illegali ma le cartine le vendono, ci possono essere spiegazioni di altro tipo. Faccio un esempio a caso: se l'alternativa più diffusa alle cartine lunghe fosse incollare con lo scotch due cartine corte, e se fosse che il collante nello scotch risulta estremamente tossico se lo si fuma, cosa converrebbe fare? Proibire le cartine lunghe, ottenendo solo che tutti quelli che vogliono farsi una canna si intossichino ancora di più, con un danno che ricade su di loro ma anche, indirettamente, su di noi (perché avrebbero bisogno di cure in strutture pubbliche)? Ovviamente no: conviene prendere atto della situazione, rassegnarsi e vendere le cartine lunghe: il numero di canne fatte non cambia, ma almeno non ci sono problemi collaterali.

Altro esempio: ricordo che tempo fa la Microsoft aveva deciso di permettere a tutti gli utenti di Windows, anche quelli con una copia pirata, di scaricare un certo aggiornamento per la sicurezza. Uno che ha comprato una copia originale si sarebbe potuto sentire preso in giro: gli altri non pagano, e ottengono comodamente un aggiornamento gratis? E perché? Semplice: perché se sulle versioni pirata non fosse stato fatto l'aggiornato, si sarebbe diffuso a macchia d'olio un qualche virus, worm, o chissà cosa, che avrebbe procurato in qualche modo fastidi anche agli utilizzatori della versione originale e aggiornata. Quindi, pur di non danneggiare gli onesti, si è fatto un favore ai disonesti (e non lamentiamoci, perché di solito si fa il contrario: pur di dare un fastidio minimo ai disonesti, si rompono immensamente le balle agli onesti. Un esempio a caso, la Blizzard, che si è ostinata per anni a richiedere che fosse presente il CD nel lettore per lanciare uno dei suoi giochi. Chi ha la versione pirata ha il crack che sistema tutto, chi compra la versione originale si fa anni a spaccarsi le balle mettendo ogni volta il CD, oppure sprecando spazio su HD per montare l'immagine sul lettore CD virtuale: ha senso, tutto ciò? No, non ne ha, e se ne sono finalmente accorti anche loro - ci hanno messo giusto quei 10 anni, che sono il minimo per fare una riflessione così difficile...)

Ancora: perché è stata fatta la legge sull'aborto? Lasciando perdere discorsi estremisti del tipo "L'utero è mio e me lo gestisco io", resta il fatto che quando l'aborto non era legale ce ne erano un sacco, ma clandestini, che venivano praticati da chi non ne sapeva niente (la nonna, magari) e rischiava di ferire gravemente la mamma, o anche di ucciderla. E allora, legalizziamo l'aborto e almeno evitiamo che muoia anche la madre.

La Chiesa non ha mai accettato il preservativo: così facendo, però, in alcuni paesi continua a diffondersi l'AIDS (e non è certo l'unica malattia!), causando milioni di morti. Non sarebbe meglio ammettere l'uso del preservativo, almeno in questi casi? Se il prezzo per essere sessualmente puri è trasformarsi in assassini...

Nelle fabbriche di dolci, ovviamente va contro gli interessi dei proprietari far sì che i dipendenti si sbafino la roba prodotta. Però, se proibisci la cosa, tutti dovranno lottare contro la tentazione, e saranno tutti infastiditi dalla cosa. Se invece dici loro che possono mangiare tutto quello che vogliono, senza alcun problema, sono tutti più rilassati, e inoltre, magia!, non gliene frega più niente a nessuno di mangiare dei dolci.

Quando hanno fatto l'indulto hanno fatto sì che un sacco di processi in corso finissero inevitabilmente con un nulla di fatto. A quel punto non conveniva troncarli lì, quei processi? Tanto, imuniti per impuniti, almeno così la magistratura si sarebbe potuta concentrare su altri processi e condannare qualcuno. Ma no, ovviamente non l'hanno fatto, e i nostri giudici hanno perso mesi nel portare avanti processi che non potevano abbandonare, ma che non servivano a niente. Il problema era stato sollevato dai Radicali, ma gli altri hanno fatto orecchie da mercante (mostrando una volta tanto coerenza: già che liberi dei delinquenti, vai fino in fondo e la ostacoli ulteriormente, la giustizia! Bene così!)

Insomma, a volte certe cose vengono fatte cose apparentemente illogiche e contraddittorie, per qualche motivo difficile da capire ma che ha il suo perché. A volte è solo psicologia (i dolci), altre volte è un aspetto collaterale (lo scotch delle cartine), ma insomma, se una cosa sembra illogica, non è detto che lo sia veramente.
(Nonostante tutto questo, nel caso delle cartine credo anche io che il motivo numero principale, quello che ha il 99,9% dell'importanza, siano i soldi).
Image
Tu vedi delle cose e chiedi: perché? Ma io sogno di cose che non ci sono mai state, e che forse non ci saranno mai, e dico: perché no?
--- Wolfgang Güllich

User avatar
arklan_o.O
oO
oO
Posts: 663
Joined: 14/07/2007 18:36
Location: Mercato San Severino (SA)

Post by arklan_o.O » 12/04/2008 09:43

ricordiamoci soprattutto che viviamo nel "bel paese" dove se una cosa è ,a detta di tutti , una stronzata verrà sicuramente applicata nella maniera piu dolorosa per tutti.
"Ubuntu? Ma è un pornodivo africano?"

ORCO
FoOrum PRO
FoOrum PRO
Posts: 569
Joined: 18/07/2007 15:18

Post by ORCO » 14/04/2008 11:28

Mano[FA] wrote:[
E tu vuoi limitare la liberta' di un cittadino tuo pari che semplicemente suona il sax solo per rendere un po' piu' difficile (ma proprio POCO, forse per niente) la possibilita' di delinquere?
azz...come al solito non riesco a farmi capire...o voi non vi impegnate abbastanza per farlo... :)
io assolutamente non dico di vietare le cartine, non dico di limitare la libertà di nessuno. tutto il discorso partiva da un mio,a sto punto forse sbagliato, semplice pensiero(spero di riuscire a esprimerlo al meglio ora!): io non trovo giusto che venga sanzionata in qualsiasi maniera l'uso della cannabis,mentre non venga sanzionata la vendita di materiali dediti esclusivamente a quello. azz, ma sta cosa l'avevo già scritta...allora perchè non ci capiamo e pensate che io voglia limitare la libertà di un suonatore di sax? il mio è solo un discorso che critica l'ipocrisia dello stato e delle persone che ne fanno parte. non dico che bisogna vietare la vendita di cartine,come non dico che bisogna vietare la vendita della marjuana. ma questo stato trova "immorale" vendere liberamente l'erba, mentre non trova immorale vendere strumenti dediti esclusivamente ad usarla. poi possiamo nasconderci dietro un dito e dire che le cartine non servono per fumare marjuana,ma servono per pulire gli ugelli del sax(???). . e allora io cosa voglio? nulla! non voglio vietare la vendita di cartine, non voglio vietare la vendita di marjuana, non voglio vietare la vendita di cocaina,eroina pistole,fucili, proiettili...va bene tutto.
però mi spiace, io continuo a non comprendere (o forse sono uno dei pochi che la capisce) l'ipocrisia dello stato: uno stato dove non sei libero di farti un cannone,ma ti vendono le cartine(magari per pulire il sax)...uno stato dove l'erba è illegale, ma puoi bere alcool come un dannato(forse anche questo usato per pulire i sax...e non si può certo limitare la vendita di alcool se serve per pulire uno strumento musicale)... uno stato che ti dice che l'erba fa male, ma puoi liberamente fumarti le tue marlboro (che notoriamente fanno bene.....). ribadisco, non sono io che voglio limitare la libertà di nessuno...io mi sono solo rotto le palle di essere preso per il culo da uno stato che decide di legalizzare alcool e nicotina,mentre non vanno bene altre cose...
lungi da me criticare qualkuno, anche perchè ognuno può e deve pensare liberamente come vuole...però non venitemi a dire che limiterei la libertà delle persone perchè vieterei al signor "smoking" di farsi i soldi in italia sulla vendita di cartine. piuttosto iniziate a sentirvi derubati dela vostra libertà quando lo stato ipocrita decide cosa vi fa bene e cosa vi fa male (sbagliando di molto anche...perchè come tutti credo sappiate,l'alcool non è meno dannoso dell'erba)...
in sostanza lo stato vi da una libertà fittizia, basata non realmente su un interessamento verso la persona(alcool e nicotina sarebbero vietati), ma basato su un interessamento sulle entrate dello stato(monopolio). poi possiamo andare avanti una vita a dire che con le cartine ci puliamo i sax, che con l'alcool ci puliamo i corrimani delle scale, e con le sigarette ci puliamo i polmoni da tutto quell'ossigeno che ce li ossida.
ragazzi, apriamo gli occhi!!! viviamo in un paese(mondo) dove se uccidi 4 ragazzini perchè stai guidando ubriaco, rischi la stessa pena di un pirla come me che viene beccato con 5 grammi di erba al parchetto.....

PS: scusate se sto sbagliando il tono del discorso, non voglio offendere nessuno...oggi sono un pò giù perchè è venuta a mancare una persona a me molto cara(e, caso vuole, che una delle cause della sua morte sia stata proprio l'alcool)....

User avatar
Mano[FA]
oO Team
oO Team
Posts: 2163
Joined: 24/10/2004 15:47
Location: UK

Post by Mano[FA] » 14/04/2008 11:49

il discorso e' diverso.
Sono d'accordo con te che alcune cose non sono giuste ne logiche, ma l'argomento di questo topic era: "Se X e' illegale perche' e' legale cio' che PERMETTE di compiere X?". E su questo punto ci tengo a dire che e' importante che non si cerchi la legalita' proibendo strumenti, ma solo punendo i comportamenti illegali.

Lo Stato siamo Noi, e noi abbiamo deciso che la maria e' illegale. Fai pressione sui tuoi rappresentanti (sei andato a votare?) perche' la legalizzino. Convinci chi ti sta vicino che la mariuana e' meno pericolosa del tabacco.
Cosa faresti per l'alchool? Lo proibisci come negli USA anni fa? Con che risultati? E vuoi proibire il tabacco o liberalizzare la maria? E la coca? l'eroina? Gli acidi? dove tiri la linea legale/proibito? A te, cittadino, non conviene che l'uso e la vendita di alcune sostanze siano proibite o disincentivate? E' difficile trovare una risposta che vada bene a tutti...

Forse il tuo era uno sfogo per far notare alcune cose che non vanno, ma allora ci sono cose molto piu' lampanti dell'esempio delle cartine lunghe ;)

ORCO
FoOrum PRO
FoOrum PRO
Posts: 569
Joined: 18/07/2007 15:18

Post by ORCO » 14/04/2008 12:19

ti quoto mano! hai ragione.
è forse solo che ne ho veramente le palle piene di questa italia(anche se all'estero non credo sia diversa).
io credo che uno stato moralmente sano,debba perlomeno essere coerente con se stesso. se hai a cuore la salute del cittadino, vieti l'erba, vieti la coca,ma vieti pure alcool e nicotina. se della salute del cittadino no te ne frega, legalizzi tutto. è inutile farmi la predica su alcune droghe, e poi me ne vendi liberamente altre.
questa è la punta dell'iceberg, perchè i problemi dell'italia non sono certo questi...ma questa è la mentalità.
mi chiedi se ho votato....ci ho pensato molto, ma non l'ho fatto. non l'ho fatto perchè di andare a votare il meno peggio a me non va. non ho fiducia nello stato, nella politica, nelle persone che ci governano. (ascoltandoli tutti,quello che mi piaceva di più era bossi....ho avuto i brividi e mi sono rifiutato!). avrei votato se si candidava il gabibbo! perchè ormai per sistemare certi problemi dell'italia,noi dobbiamo mandare un pupazzo rosso... tristezza!! enorme tristezza!!
no, io non mi fido più.è un gioko, dove vince chi riesce a sedersi su quelle sedie. e si vogliono sedere non per aiutare la gente,ma per sentirsi potenti, per guadagnare di più...bhe, non è un gioko che mi piace, anche perchè io non ne faccio parte...voto o non voto, cambia qualkosa? chiunque va la sopra,non cambia nulla. solite promesse,solite palle, solita solfa.

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 2 guests