Quando a delinquere è lo "straniero"

Cinema, Peperoncini, Navi Spaziali, Barbecue, Fisica Quantistica… TUTTO!
User avatar
Shogun_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 1311
Joined: 06/12/2002 22:06
Blizzard BattleTag: Shogun#2764
Location: Piacenza

Post by Shogun_o.O » 23/06/2005 17:38

Io mi ripeto per l'ennesima volta...
Perchè distinguere tra delinquenti Italiani e delinquenti stranieri?
Personalmente ritengo che un uomo che stupra una ragazzina di 18 anni sia un'animale e non meriti di vivere a prescindere dalla sua nazionalità... Non capisco perchè vi ostinate a fare distinzioni. Uno stupratore italiano non ha niente di diverso da uno straniero.

Eppure qui nessuno parla di crimini, si parla solo di "preservarci dallo straniero brutto & cattivo" (come se noi italiani fossimo angeli scesi interra). Quello che parla di aggravanti per la nazionalità, quell'altro che mi parla di pensioni, l'altro che propone addirittura di riportare in auge i ghetti e mi parla di riserve indiane!!! Ragazzi, timidamente vi consiglio di stare attenti alle parole che scrivete... potrebbero essere fraintese, e magari qualcuno potrebbe pensare a "discriminazione razziale" (come minimo).

Qui siamo tutti d'accordo sul fatto che i delinquenti vadano puniti. Nessuno mette in dubbio che i fatti descritti da Snuff siano deplorevoli... ma sembra quasi che a sconvolgervi sia il fatto che a commettere tali crimini siano stati stranieri, piuttosto che i crimini stessi! Senza offesa per nessuno, ma questi mi sembrano discorsi da congresso leghista...

Pazuzu
FoOrum User
FoOrum User
Posts: 17
Joined: 26/05/2005 12:57

Post by Pazuzu » 24/06/2005 00:13

Lelus_o.O wrote:...
Molti elogiano la costituzione come un dono di Dio (o dei Padri Fondatori :asd: ), ma quella Italiana a mio parere è contraddittoria, ripetitiva (lampante il caso degli articoli 10 e 26, praticamente il 26 è una ripetizione di alcuno comma del 10!).
Personalmente, darei una sostanziale spolverata, una costituzione complicata e poco accessible ai cittadini è socialmente e politicamente pericolosa, e crea un monopolio della magistratura che diventa una sorta di società massonica degli azzeccagarbugli (tanto per entrare nel manzoniano)
Basti pensare che quella italiana rispetto a quella americana è enorme, e come diceva Seneca " in corruptissima re publica plurimae leges".
(cavoli quanto divago)
Se, per giudicare la qualità di una carta costituzionale, prendi a metro di valutazione il grado di sinteticità, ovviamente l'opinione da te espressa è condivisibile. :asd:

Ma, a mio modestissimo parere, la nostra costituzione è una perla di lungimiranza e tolleranza, pensata per resistere a momenti storici come quello attuale, in cui si torna alla filosofia "noi contro loro": noi italiani contro gli immigrati molesti, noi occidentali democratici contro il terrorista estremista, noi sistema-Italia contro la moneta europea, e così via.
Il celebre psichiatra Watzlawick le chiamava "ipersoluzioni", cioè soluzioni estreme che apparentemente risolvono un problema, ma in realtà ne creano di peggiori. Un esempio storico è costituito proprio dall'aumento delle sanzioni penali negli USA. Il fine era quello di ridurre il crimine, con la logica secondo cui "se aumenta la punizione, il delinquente ha più paura e delinque meno".
Poi però il crimine negli USA è addirittura aumentato, e si è notato che accadeva l'opposto di quanto previsto: uno ruba una mela, vede la polizia che lo vuole acciuffare, pensa che la pena per quella fottuta mela è alta quasi quanto quella per omicidio, e così BAM! Spara un paio di pistolettate e scappa via.

La nostra costituzione non è un vecchio catorcio fastidioso, ma è la norma sopra la norma che ci garantisce che non avremo mai la pena di morte, che lo stato ti cura anche se non hai soldi per pagarti sanità e costose operazioni, e tante altre belle cose che la sintetica e "non ripetitiva" costituzione americana non prevede affatto. :wink:

Poi è chiaro, ogni popolo determina da sé le proprie leggi... se un giorno la costituzione dovesse subire modifiche tali da eliminare i precetti d'eguaglianza razziale, sarò il primo ad emigrare in un altro stato! :idea:

Pony_F
FoOrum User
FoOrum User
Posts: 63
Joined: 11/01/2005 21:36

Post by Pony_F » 24/06/2005 17:57

Va beh comunque non vi sembra strano che ultimamente tutti i crimini vengono fatti da albanesi o marocchini?!
Già l'immigrazione a raffica sinceramente non mi sta bene, secondo vieni qui, pretendi di essere il boss e vai in giro ad ammazzare la gente, perchè nel tuo paese si fa così?!
Scusatemi ma a me stanno proprio sulle pa**e quelli lì xkè loro sn abituati a vedere le donne sottomesse e fare di loro quello che vogliono. ma qui siamo in Italia!!!!! E non si adattano, non c'è niente da fare. Continuano a vederla nel loro modo, continuare coi loro atteggiamenti da "maschio dominante". E se non ci stai?! Ecco che iniziano le minacce, che iniziano a seguirti finchè non gli dai ragione.
Un Italiano, per quanto insistente e ROMPI C. che possa essere, dopo 20 volte ke gli dici di no smette! Io abito in un paesino dove ormai la maggioranza degli abitanti sono marocchini.. Beh sapete cosa vi dico?!
Prima di lasciare la porta apert ci penso 2 volte!
La notte barricata in casa, non succedesse mai!
Quando ero più piccola si lasciavano le macchine aperte, finestrini abbassati xkè si stava tranquilli, ma ora?!
Oh no ora vi assicuro che non si può piu fare così!
Anzi, la notte da noi gli abitanti organizzano i turni di guardia delle vie per evitare che ci siano altre rapine nelle case altrui!
E mi sembra strano che tutta questa atmosfera sia venuta fuori stranamente e casualmente solo quando sti marocchini hanno iniziato a far parte della nostra quotidianità...
E comunque si parlava di tasse, il bisogno di gente giovane x lavorare.. MA DOVE?! Gli immigrati ok vengono qui, ma a ki pagano le tasse?! Tutti evasori, per un motivo o x un'altro..
La legge è uguale per tutti?! Beh senza distinzione di razza, infatti la distinzione avviene a livello di ceto sociale.

User avatar
Shogun_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 1311
Joined: 06/12/2002 22:06
Blizzard BattleTag: Shogun#2764
Location: Piacenza

Post by Shogun_o.O » 24/06/2005 20:14

Prima o poi dovevamo arrivare al punto in cui uno avrebbe scritto che tutti gli immigrati sono delinquenti e da quando sono in Italia il nostro Paese è diventato insicuro... Direi che siamo arrivati alla conclusione della discussione.
Intolleranza razziale 1; Buon senso 0.
Viva l'Italia! :ola:

matte
oO
oO
Posts: 240
Joined: 29/10/2004 13:39

Post by matte » 24/06/2005 22:42

Shogun_o.O wrote:Prima o poi dovevamo arrivare al punto in cui uno avrebbe scritto che tutti gli immigrati sono delinquentiì
Leggi meglio Sho, non ha detto questo. Certo, dire che
Pony_F wrote:tutti i crimini vengono fatti da albanesi o marocchini
è una esagerazione però è vero che x la maggior parte sono loro i responsabili, non chiudiamoci gli occhi. Voglio raccontarti di un'esperienza che recentemente ho sentito da un amico.
Questo aveva iniziato la carriera da carbiniere e ha esercitato per un anno servizio in provincia di padova. Poi non ha più voluto continuare. Mi raccontava che il 90% dei criminali schedati o arrestati in quell'anno erano albanesi marocchini o rumeni. Puo' essere una statistica poco rappresentativa per l'itera Italia perchè vai a vedere che gli hanno assegnato proprio una zona particolare...ma a sentire anche altre fonti di informazione (persone e media) credo che se anche su larga scala non sia proprio il 90% non è comunque un problema di cui far finta di niente e generalizzare.
La specificità della persona straniera immigrata non è un fatto razziale. Purtroppo la differenza si avverte tanto più quella persona viene da una realtà estremamente povera, sì economicamente ma soprattutto povera nei valori, come del rispetto della "vita". E, ahimè, oggi spesso sono tra gli immigrati queste persone

User avatar
Shogun_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 1311
Joined: 06/12/2002 22:06
Blizzard BattleTag: Shogun#2764
Location: Piacenza

Post by Shogun_o.O » 25/06/2005 01:15

matte wrote:x la maggior parte sono loro i responsabili, non chiudiamoci gli occhi.
Bhè... i media preferiscono parlare maggiormente di crimini commessi da stranieri. E' un'altra cosa :wink:
Qualche tempo fa, c'era la banda "dell'arancia meccanica" (che fantasia 'sti giornalisti) che facevano le stesse schifezze commesse a Milano. Erano tutti romani. Ma nessun TG li ha ricordati.
In ogni caso non è questo il problema. Per me il 99% degli immigrati possono anche essere delinquenti, ma non per questo mi sognerei mai di pensare a un'aggravante alla pena per gli stranieri... Qui è di questo che si parla. Mi sembra una proposta non soltanto anticostituzionale, ma contro ogni logica di civiltà.

Lol proprio oggi ho visto un servizio del TG, in cui Calderoli faceva una proposta simile... che dire, non credo ci sia altro da aggiungere, proprio ieri ho scritto che mi sembravano discorsi da cominzio leghista. Se qui siete della stessa idea, non posso che dispiacermene, ma sono comunque felice perchè so che in Italia non succederà mai una cosa del genere :wink:

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4380
Joined: 07/01/2003 14:09
Location: Torino
Contact:

Post by snuffz » 27/06/2005 09:18

Il fatto di sentire sulla propria pelle un problema, e di voler trovare una soluzione, e soluzione concreta, e non progetti puramente teorici e spalmati su un piano di duecentocinquant'anni, non significa necessariamente abbracciare questo o quel partito politico. Significa solo: VOLERE TROVARE una soluzione.
A Torino il problema è sotto gli occhi di tutti, anzi sotto i balconi di tutti.
Esistono dei quartieri, come SanSalvario, dove se una ragazza torna a casa la sera e viene violentata, la polizia ha il coraggio di dirle "Anche lei, signorina.... camminare da sola la sera a SanSalvario!!?!?".
Quando cercavo casa, gli appartamenti di SanSalvario o zona Le Vallette, gli agenti della Tecnocasa & Co me li tiravano dietro, con il prezzo di un camera e cucina mi portavo via due camere e cucina e garage.
Naturalmente non ho accettato.

Esiste una soluzione, un piano, per fermare tutto ciò?
E parlo di qualcosa di attuabile, che dia risultati nel giro di cinque-otto-dieci anni, non di tante belle parole sulla solidarietà, sull'ugualianza, sull'integrazione, i soliti discorsi che ci fanno sentire così civili e in pace con la coscienza.
Se esiste un piano che risolva il problema, allora attuiamolo. Che sia di destra, di sinistra, leghista, verde, del partito dei pensionati, attuiamolo.
Ma se il piano è: stiamo a guardare e incrociamo le dita che non delinquano, beh, io preferisco la legge "aggravante".
Una legge che cambi la "percezione" delle leggi italiane.

User avatar
Shogun_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 1311
Joined: 06/12/2002 22:06
Blizzard BattleTag: Shogun#2764
Location: Piacenza

Post by Shogun_o.O » 27/06/2005 11:24

Le leggi contro l'immigrazione clandestina esistono... è sul farle rispettare che ci si deve battere.
Un'aggravante mette sullo stesso piano clandestini con immigrati regolari e questo è sbagliato.
Anzichè aprire un post del genere, perchè non ne apri uno con la proposta di aumentare i controlli sui passaporti?

Come ripeto da giorni, qui non è in discussione la gravità dei crimini commessi. Uno stupratore va punito col massimo della pena possibile, ma questo vale per chiunque. Uno stupratore italiano non ha niente di meglio rispetto a uno straniero. Per questo ritengo inutile la proposta dell'aggravante, che trovo invece una mera discriminazione raziale.
Un atto criminale va punito a prescindere dalla nazionalità del delinquente.
I discorsi che state facendo portano solo ad essere intolleranti con lo straniero e a generalizzare a tal punto che qualunque albanese incontriate per strada verrà additato come criminale.

In cosa un'aggravante sulla pena per gli stranieri migliorerà la situazione di quei quartieri di Torino? Non sarebbe meglio proporre di aumentare i controlli in quelle zone?

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4380
Joined: 07/01/2003 14:09
Location: Torino
Contact:

Post by snuffz » 11/07/2007 14:20

Un articolo di Gramellini sulla prima pagina de LA STAMPA, qualche giorno addietro
Tolgo il disturbo
Reduce da una rissa al bar, un ubriaco sale in auto, invade la corsia opposta di marcia e uccide quattro ragazzi di vent'anni. Resta ferito lievemente e viene ricoverato all'ospedale di Cremona. Dopo qualche giorno migliora, si toglie il pigiama, saluta gli infermieri e se ne va. Dove? Fatti suoi. Uno avrà bene il diritto di bere fino a sfondarsi, attaccare briga in luogo pubblico, mettersi al volante, guidare contromano a centocinquanta l'ora, investire quattro persone, farsi curare a spese dello Stato e poi volare via, libero e riverito come un uccellino di prima classe, senza dover rendere conto a nessuno.

Forse le cose sarebbero andate diversamente se un pubblico ministero, o qualcosa di simile, avesse approfittato della settimana di immobilità forzata dell'assassino per recapitargli in ospedale un mandato d'arresto. Ma gli autori comici che scrivono i testi di certa magistratura italiana hanno sostenuto che il fermo di un imputato in vestaglia era inutile, «non essendoci pericolo di fuga». Infatti non è mica scappato. E' uscito dalla porta principale. Magari gli avranno chiamato anche il taxi. E così il signor Ashim Tola, albanese (non è un'aggravante, ma non può essere neanche un'attenuante), ha potuto riparare presso altri lidi, dove adesso starà raccontando ad altri balordi quale enorme pacchia possa essere l'Italia, a saperla prendere per il verso giusto, e cioè facendo tutte le cose sbagliate.
Qualcuno ha obiettato al "fazioso" giornalista che non aveva molta importanza di che nazionalità fosse l'ubriaco, se albanese, italiano, americano o portoghese, che un ubriaco è un ubriaco, e un ubriaco assassino è un ubriaco assassino.
Daccordo.
Più o meno.
Se io Andrea R. italiano uccido una persona qui in Italia, ritracciarmi è molto facile: ho un domicilio, ossia una casa (e un mutuo in corso), un lavoro, una macchina intestata a me, e ci sono 100000 documenti che mi riguardano: diplomi di scuola, libretti sanitari, certificati penali, documenti al comune, tasse e bollette pagate, tessere della biblioteca, tagliandi assicurativi, l'ufficio di collocamento, motorizzazione, le mie credenziali dettagliate compaiono al distretto militare e all'AVIS, .... e poi qui vivono mia moglie, i miei genitori, tutti i miei parenti, i miei amici... Insomma: sparire non sarebbe così facile.
Ma una persona che viene qui clandestinamente, che vive alla giornata, senza casa, senza lavoro, senza un solo appiglio stabile...
Una persona con questi requisiti, che si renda colpevole di omicidio, non dovrebbe venire controllata con un minimo più di attenzione?

User avatar
France
Veteran
Veteran
Posts: 2746
Joined: 10/06/2003 22:03
Location: Zürich, CH

Post by France » 11/07/2007 18:56

ripensando alla discussione, mi sono reso conto che tutto sommato e' inutile, il problema non e' lo straniero.

Il problema e' lo stato italiano, gli italiani (e gli stranieri) che si sbattono ogni giorno per pagare le tasse e per fare funzionare il paese la prendono sempre il quel posto, e quando questo genere di persona, disolito un italiano si guarda in giro e vede: GLI STRANIERI che se la passano meglio sono agevolati, e poi quando sgarrano molto spesso la fanno franca, hanno il bisogno di focalizzare questa frustrazione data da uno stato che non funziona su un qualcosa e qualcuno di concreto.

Pensandoci bene loro fanno esattamente come noi, in male e in bene in uno stato che non funziona e sembra favorire chi vuole fregare il prossimo.
Image

User avatar
Mano[FA]
oO Team
oO Team
Posts: 2163
Joined: 24/10/2004 15:47
Location: UK

Post by Mano[FA] » 11/07/2007 20:46

France wrote:Pensandoci bene loro fanno esattamente come noi
Sono d'accordo con questa visione. Non credo che gli stranieri abusino delle falle del sistema piu' di quanto facciano gli italiani. Abusano di falle diverse (ad esempio non ho sentito di molti immigrati clandestini corrompere giudici). Il sistema in effetti fa molta acqua, lasciando spazio a chi pensa a se palesemente danneggiando gli altri.

User avatar
P-Dave
Veteran
Veteran
Posts: 1444
Joined: 03/10/2006 08:53
Location: Torino

Post by P-Dave » 12/07/2007 09:09

Mano[FA] wrote: Il sistema in effetti fa molta acqua, lasciando spazio a chi pensa a se palesemente danneggiando gli altri.

A quando una patch risolutiva? :?:


Scherzi a parte, il problema e' proprio quello: nemmeno son buoni a mettere delle pezze adeguate (vedi il casotto del nuovo codice della strada: pare che i neopatentati da moto possano guidare anche una R1 da 200 cavalli per un "buco" di legislatura...). Ci sono troppe falle e troppi tentativi di correggerle che si sovrappongono in un casino infinito. Ma nemmeno Windows. :roll:

User avatar
France
Veteran
Veteran
Posts: 2746
Joined: 10/06/2003 22:03
Location: Zürich, CH

Post by France » 12/07/2007 15:41

secondo me non e' nenache un problema legislativo, ma culturale. In italia esistono circa 10 volte tante leggi rispetto alla francia. Risultati? Nessuno. Gia il manzoni prendeva in giro le grida dei vari legislatori conto i ''bravi'' nei promessi sposi. Si dice tanto, si scrive tanto e si fa poco.

Forse essendo uno stato che esiste da poco e' noramle, tutti gli stati che esistono da piu' tempo sembrano funzionare meglio. Anche se in teoria la germania esiste da 10 anni meno dell'italia.

Un'altra spiegazione e' la storia, ogni citta' quasi, era semi indipendente nel medioevo, e ci siamo abituati ad arrangiarci e non credere nello stato, visto che non c'e' mai stato, specie quando poi erano gli stranieri che venivano conquestavano e ci sfruttavano.

Pero' come la si rigira la cosa rimane il problema
Image

User avatar
P-Dave
Veteran
Veteran
Posts: 1444
Joined: 03/10/2006 08:53
Location: Torino

Post by P-Dave » 13/07/2007 10:39

France wrote:secondo me non e' nenache un problema legislativo, ma culturale. In italia esistono circa 10 volte tante leggi rispetto alla francia. Risultati? Nessuno. Gia il manzoni prendeva in giro le grida dei vari legislatori conto i ''bravi'' nei promessi sposi. Si dice tanto, si scrive tanto e si fa poco.
Ma infatti. Il problema (parte del problema) e' la sovrabbondanza di leggi e norme che si sovrappongono. Che poi la fatidica "certezza della pena" sia molto relativa e' un dato di fatto, cosi' come l'ormai mitica battuta "la legge e' uguale per tutti". Tristezza inside. :no:

User avatar
Canard Favrille
Veteran
Veteran
Posts: 511
Joined: 29/10/2006 09:23
Location: davanti al PC

Post by Canard Favrille » 13/07/2007 11:12

in sintesi, cosa farei io se potessi.

1. Le pene. Ai reati darei pene piu' lunghe, eliminerei le attenuanti, le buone condotte e tutti quegli armenicoli che rendono una pena in partenza di 10 anni a soli 3. Queste cose te le guadagni dope che ti sei fatto i 2/3 di pena.

2. La detenzione. L'italia e' un paese mezzo da rifare. Lavori forzati, non camping estivo. 8 ore lavorative per rifare strade, ferrovie, reti telematiche. Roma non fu costruita in un giorno, ma fu costruita con gli schiavi e non ho nessuna remora morale a rendere schiavi ladri, assassini, mafiosi e malafinanzieri !

3. Il controllo. Sono le 19.00, i vigili sono a cena con le rispettive famigle, i carabinieri sono a cena con i rispettivi appuntati, bene posso fare quel che cavolo mi pare ! Questo e' il pensiero fisso che mi passa per la testa e purtroppo e' vero ! C'e' da fare un grosso invstimento in scurezza, spendere denaro per aumentare gli stipendi, fornire mezzi e mandare le pattuglie per strada ad ogni ora e in ogni dove. l'Europa e il suo tetto del 3% si possono attaccare a dove dico io.

4. La legge. Il codice penale e civile italiano e' da riscrivere per essere riordinato e per eliminare le contraddizioni, gli appigli legali e le leggi ad-personam :roll:

5. Politica della sicurezza. L'italia ha passato i suoi primi 60 anni ad occuparsi di macrocriminalita', la mafia, ed ha ignorato la microcriminalita'.
Risultati non se ne sono visti.
Occupiamoci della microcriminalita' ora.

Mi rendo conto che e' una sintesi, riduttiva ai minimi termini ma grosso modo misura bene il mio grado di incazzatura generale.

User avatar
Ufo_Robot_o_O
Veteran
Veteran
Posts: 1999
Joined: 09/04/2003 16:17
Location: Brescia

Post by Ufo_Robot_o_O » 13/07/2007 11:32

Canard Favrille wrote: 2. La detenzione. L'italia e' un paese mezzo da rifare. Lavori forzati, non camping estivo. 8 ore lavorative per rifare strade, ferrovie, reti telematiche.
Mi hai tolto le parole di bocca.... tornare ai lavori forzati è l'unico metodo che vedo per far fronte al "mantenimento" dei detenuti. Perchè oltre che creare danni con i reati che commettono, poi dobbiamo mantenergli la detenzione con le nostre tasse.
Canard Favrille wrote: 3. Il controllo. Sono le 19.00, i vigili sono a cena con le rispettive famigle, i carabinieri sono a cena con i rispettivi appuntati, bene posso fare quel che cavolo mi pare ! Questo e' il pensiero fisso che mi passa per la testa e purtroppo e' vero ! C'e' da fare un grosso invstimento in scurezza, spendere denaro per aumentare gli stipendi, fornire mezzi e mandare le pattuglie per strada ad ogni ora e in ogni dove. l'Europa e il suo tetto del 3% si possono attaccare a dove dico io.
Qua nn sono daccordo. Forse nell'immediato è la soluzione + plausibile, ma quando aumentano i deliquenti cosa si fa? Si continua a spendere soldi x integrare le forze dell'ordine? Il problema bisogna risolverlo a monte. La causa principale che muove un delinquente ( e quando dico principale intendo dire il 50% delle volte) è la povertà. Quando una persona, milanese napoletano o marocchino che sia, non vede nessuna possibilità di uscire dalla sua condizione di povertà, è subito preda dei "soldi facili", che si guadagnano in maniera illegale. Scommetto tutto quello che vuoi che la metà della gente che delinque per tirare a campare, se avesse la certezza di un lavoro fisso che gli permette di vivere non farebbe quello che fa. Extracomunitari compresi. E te lo dice uno che non è assolutamente daccordo con questa invasione di stranieri.
Image

User avatar
Sky79_o.O
FoOrum PRO
FoOrum PRO
Posts: 1580
Joined: 02/02/2003 02:06
Location: Brescia

Post by Sky79_o.O » 13/07/2007 12:42

D'accordo su tutto con Canard ma aggiungerei :

-5 blocco totale su tutte le frontiere italiane:
Se vuoi entrare nel nostro paese devi
A- avere assolutamente un documento di riconoscimento
b- avere assolutamente un posto dove sei allocato,se cambi lo fai sapere.hi entra nel nostro paese deve esser assolutamente rintraggiabile come lo siamo noi
c- controllo all frontire(code lunghissime?...e chi se ne frega) di tutti coloro che chiedono l'ingresso del nostro paese.
d- Se sei un ospite ti comporti da tale,vieni qua per fare il cazzone,la pena ti viene dupplicata,appena hai finito di scontarla te ne torni nel tuo paese con un biglietto di sola andata...per sempre

6- Abolizione immediata di quella stupidissima legge sull'asilo ai ROM....gli zingari in Italia non ci devono più stare!!!

In Italia penso abbiamo già abbastanza problemi con la nostra criminalità senza dover tirarci in casa quella di altri paesi
Sono intollerante?SI
Sono discorsi razzisti?Forse,ma non mi interessa,la cosa mi fa andare in bestia, se vieni nel nostro paese perchè nel tuo stai crepando di fame devi seguire le nostre regole,le nostra abitudini o te ne stai a casa tua cazz!!

Poi,politici dei miei maroni,come si fa a dare l'indulto?Come si fa a far uscire la gente di galera perchè non hai posto?Ma che messaggio date?Ma come si può pretendere di bloccare la criminalità quando lo stato rilascia migliaia di criminali cosi di punto in bianco?

Ma noi deficenti che ci facciamo il culo dalla mattina alla sera per portare a casa la pagnotta e crediamo in una vita corretta e onesta valiamo davvero cosi poco???
Image

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4380
Joined: 07/01/2003 14:09
Location: Torino
Contact:

Post by snuffz » 13/07/2007 13:11

A proposito degli zingari, un aneddoto.

Da poco ho comprato la macchina nuova (http://forum.oostyle.net/viewtopic.php?t=7298) una Modus modello Grazia (con gran sfottò dei colleghi).
Quando sono andato a ritirarla il concessionario mi ha spiegato il funzionamento di tutti gli optional...

A un certo punto mi ha detto "...e appena la macchina raggiunge i 10km/h scatta la chiusura automatica di tutte le porte. Si sblocca con questo pulsante qui" (indicandomi un pulsante sul cruscotto)
E io "Ah, la chiusura anti-bambino"
e lui "No, dall'interno le porte si aprono. E' dall'esterno che non si aprono. E' più una... chiusura anti-zingaro. Per evitare che a un semaforo uno zingaro spalanchi la porta lato passeggero per rubare la borsa sul sedile o il marsupio".

Chiusura anti-zingaro.
Andiamo bene...............

User avatar
France
Veteran
Veteran
Posts: 2746
Joined: 10/06/2003 22:03
Location: Zürich, CH

Post by France » 13/07/2007 14:44

bhe tu ridi sunffz, ma sai che mi e' successo a me?

Una volta tornando da una partita a tennis club lido di lugano io, mio fratello e mia madre abbiamo assistito a come delle ''persone'' rubavano nella nostra macchina.

La cosa interessante e' che le porte erano chiuse, e andando dal campo da tennis, che era attaccato al parcheggio alla macchina, 50 metri neanche, abbiamo deciso di aprire la macchina tramite telecomando. Cosi che mia madre poteva andare verso il club, ed io e mio fratello verso la macchina. Cosi' in neanche 30 secondi in cui la macchina era aperta hanno approfittato 2 malviventi.

Questi qua hanno tirato fuori scuse un po strane tipo: Mi stavo aggiustando i capelli sullo specchietto laterale della macchina o cose cosi. Forse per fortuna nostra io e mio fratello siamo abbastanza alti, grossi e non siamo molto impressionabili, quindi non ci hanno fatto niente e si sono limitati ad andare via.

Mio fratello poi ha telefonato alla polizia. Nel giro di 6 minuti sono arrivati. Si sono fatti spiegare la situazione e poi sono andati ad arrestarli mentre stavano scassinando un'altra macchina.

Poi ci hanno chiamato in polizia e una volta steso il verbale sono andato a fare il riconoscimento. Infine la polizia ci ha informato che ci avevano rubato 5 CHF l'equivalente di 3 euro. Poi visto che non volevo denunciarli per cosi' poco, i poliziotti mi hanno spiegato che prima del furto alla mia macchina avevano pestato una povera cassiera di un fast food. Poi erano passati alla mia, e infine stavano scassinando una macchina.

Insomma dei veri professionisti del crimine. In solo 1 ora avevano fatto 3 crimini.

Uno georgiano e l'altro apolide. Io poi mi sono fatto spiegare che la polizia fa il suo dovere, acciuffa tutti. Ma poi non vengono rispediti al loro paese perche' la legislazione svizzera prevede che il procuratore cantonale abbia potere di decisione in materia. Ma per motivi di simpatia politica non si decidono quasi mai a rispedire la gente. Quindi il processo e' lungo e laborioso.

La cosa che piu' fa ridere e' che in svizzera questi disgraziati hanno vitto + alloggio + una rendita mensile che probabilmente si aggira attorno ai 1000 euro mensili forse qualcosina in piu'. Per la svizzera poco, si intende ma sempre tanto per non fare niente, e non dovere fare niente.

Quindi non so, la chiusura anti zingaro magari e' eccessiva, pero' ti derubano sul serio. A me e' successo!
Image

User avatar
Canard Favrille
Veteran
Veteran
Posts: 511
Joined: 29/10/2006 09:23
Location: davanti al PC

Post by Canard Favrille » 13/07/2007 14:46

Sky79_o.O wrote:D'accordo su tutto con Canard ma aggiungerei :

-5 blocco totale su tutte le frontiere italiane:
Se vuoi entrare nel nostro paese devi
A- avere assolutamente un documento di riconoscimento
b- avere assolutamente un posto dove sei allocato,se cambi lo fai sapere.hi entra nel nostro paese deve esser assolutamente rintraggiabile come lo siamo noi
c- controllo all frontire(code lunghissime?...e chi se ne frega) di tutti coloro che chiedono l'ingresso del nostro paese.
d- Se sei un ospite ti comporti da tale,vieni qua per fare il cazzone,la pena ti viene dupplicata,appena hai finito di scontarla te ne torni nel tuo paese con un biglietto di sola andata...per sempre
6- Abolizione immediata di quella stupidissima legge sull'asilo ai ROM....gli zingari in Italia non ci devono più stare!!!
:fazz: va bene essere incazzati ma qui e' la sagra della paura dell'uomo nero !
Io son sempre, e la saro' sempre, del parere che i confini sono solo linee nere su un pezzo di carta.
Purtroppo la UE ha esteso i confini un po' troppo a est inglobando paesi nei quali il senso civico e la morale sono assenti. I cittadini di quei paesi adesso possono circolare liberamente all'interno della UE. Tieni fuori il somalo che si e' attraversato il deserto e fai entare il rumeno perche' e' un suo diritto ?
Fai entrare chiunque voglia entare, gli fornisci un identita' e invece di stipare gli immigrati nei CPT a marcire; sfrutti quell'occasione per insegnargli la lingua, le norme e le regole italiane, trovargli un primo lavoro. Se lo straniero al termine del soggiorno nel CPT dimostra di aver voluto imparare e adeguarsi gli fornisci i documenti e lo fai entare in Italia altrimenti...puff espulsione.
Non sono cosi' sicuro che la poverta' sia il principale imputato che costringe un uomo a non rispettare la legge. Lo stupro non ti rende ricco, non ti sfama. Rubare un cellulare non ti nutre ne ti scalda. Non mi sembra che in italia sia in aumento il numero di furti di galline. Un povero che sia onesto ruba cibo ed evita di fare del male agli altri. I reati attualmente registrati invece a me fan ricordare solo il e tutto e subito con poco o nullo rispetto per gli altri.

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 4 guests