Fantasy ... i vostri libri

Cinema, Peperoncini, Navi Spaziali, Barbecue, Fisica Quantistica… TUTTO!
User avatar
CuginoIt
oO Team
oO Team
Posts: 2175
Joined: Dec 2004
Blizzard BattleTag: CuginoIt#2830
Location: München (DE)

Re: Fantasy ... i vostri libri

Post by CuginoIt » 18/06/2010 10:54

Wow! Questo thread è talmente vecchio che non l'avevo mai visto...

Io ritengo di essere un accanito lettore di Fantasy: ho divorato Tolkien, Terry Brooks, sono virato sul fantasy fantascienza di Simmons, ho letto diveri libri sparsi di svariati autori (confesso però che al momento mi manca Martins)... la mia visione del mondo, del modo di scrivere e di che cosa è lo stile Fantasy è drasticamente cambiata quando mi sono imbattuto in Erikson.

Erikson è un folle... un dannato e geniale folle.

La sua saga dei Malazan (10 libri: il primo è i Giardini della Luna, l'ultimo uscirà l'anno prossimo) è qualcosa di totalizzante (dopo di questo tutto vi sembrerà eccessivamente semplice e lineare) ed è stata un'esperienza nuova.
Erikson ha creato un mondo con una profondità e una complessità stupefacenti. Come essere totalmente immersi in un mondo completamente nuovo, diverso dal nostro, estremamente estraneo. Per capirlo non basta guardarlo per poche pagine, bisogna viverlo per libri interi.
Non posso riassumere qui le vicende della saga che spaziano dai dialoghi fra i soldati (infinitamente realistici... come se fosse un Tarantino del genere fantasy) agli Dei che camminano sulla Terra, agli eroi che vogliono uccidere gli Dei e danno loro la caccia.
In questi libri vi attenderanno una infinità di trame, personaggi (e che personaggi!!) e sentimenti sconvolgente.

Leggere Erikson è una sfida continua... può spaventare (molti lo trovano troppo difficile per via della mole di cose da ricordare e per la complessità del numero infinito di trame), ma se ccettate la sfida diventa una lettura infinitamente appagante (tanto che negli ultimi anni non sono riuscito a leggere altri fantasy).

Insomma lo consiglio a tutti quelli che non hanno paura di trovarsi persi in un mondo così difficile da assomigliare a quello reale.

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4380
Joined: Jan 2003
Location: Torino
Contact:

Re: Fantasy ... i vostri libri

Post by snuffz » 18/06/2010 11:31

Io non vado matto per il fantasy... mi sembra sempre troppo sdolcinato e all'acqua di rose.
A parte Dragonlance, l'ultima minisaga che ho letto è stata ORCHI di Nicholls Stan.
Tre volumi che si leggono in pochi giorni.
Ma non mi ha fatto particolamente impazzire...

ImageImageImage

User avatar
Beavis
Veteran
Veteran
Posts: 1361
Joined: Oct 2005

Re: Fantasy ... i vostri libri

Post by Beavis » 18/06/2010 12:20

Io mi sono avvicinato al fantasy con David Eddings e ritengo che sia veramente un genio... la saga delle belgariad e dei mallorean sono spettacolari, l'unico che ho letto che andato oltre il fantasy sperimentando del nuovo, la saga dei sognatori ha dello sperimentale, non è uscita molto bene ma era il primo passo per un nuovo modo di fare fantasy... se non fosse che poi Eddings ci ha lasciato avrebbe secondo me scritto un nuova serie spettacolare e unica.

Poi sono passato a Terry Brooks bello, ma palloso alcuni libri li ho letto giusto per finire la serie, però la serie dei figli dell'armageddon ha del geniale.
Zimmer Bradley non mi è piaciuta, non saranno mica fantasy? non fanno altro che filare e copulare.
Sarò blasfemo ma anche Tolkien è una palla tremenda, lentezza da bradipo... Zzzz....
Ottimo invece Paolini, quel ragazzo è forte.
La Troisi non è male ma niente di eccelso.
Di wow ho letto qualcosa, o meglio tutti i libri in italiano, ma li trovo un po' infantili
Monologhista doc :teach:

User avatar
Lysor_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 2447
Joined: Dec 2002
Location: Milano

Re: Fantasy ... i vostri libri

Post by Lysor_o.O » 19/06/2010 16:22

Tolkien palloso e Paolini ottimo???? AAAAAAAAAAAAARRRRRRRGH!!!!!!

Beavis, considerati una specie in via d'estinzione! :motosega: :motosega:

Invece concordo abbastanza su Eddings (anche se non lo lodo così tanto... I suoi personaggi sono piatti, sai già come si comportano in ogni occasione...), che tra l'altro non sapevo fosse morto, e zu Marion Zimmer Bradley: femminista di merda, di quelle proprio sfigate, che se non mette una frecciatina sugli uomini ogni 2 pagine non è contenta.
Image
Tu vedi delle cose e chiedi: perché? Ma io sogno di cose che non ci sono mai state, e che forse non ci saranno mai, e dico: perché no?
--- Wolfgang Güllich

User avatar
Beavis
Veteran
Veteran
Posts: 1361
Joined: Oct 2005

Re: Fantasy ... i vostri libri

Post by Beavis » 19/06/2010 16:56

Tolkien è palloso perchè ogni volta che vedi un personaggio ti descrive anche che filo hanno usato per cucirgli insieme i pantaloni che è imperatore del cazzuz, figlio di put, colui che ha sconfitto pippo, che si è sbattuto i testicoli sugli scogli... e che cavolo basta!!!

Ma Paolini ha avuto belle idee, si è inventato un mondo molto carino e un pochino originale rispetto alle fotocopie della terra di mezzo di Tolkien che spopolano ora.

Cavolo come fai a dire che i personaggi di Eddings sono piatti? Credo sia uno dei mondi più dettagliati e con i personaggi più originali che ci siano, ovvio che ci sono alcuni stereotipi classici, ma riveduti abbastanza... e chi lo ha mai visto un mendicante, ubriacone, ladro, porco, mago più potente dell'universo? :asd:
Ovvio che se ti aspetti che uno come Silk (che è un ladro, acrobata e spia) prenda uno spadone a 2 mani per far fuori i personaggi, beh questo non succede perchè ovviamente lui userà un coltello e li prenderà alle spalle.
E poi il suo modo di scrivere è molto aperto e spiritoso, ti fa divertire per tutto il libro... i libri e io li ho letti 3 volte tutti, tutti e 12 della saga delle belgariad!
(sono 13 con il codice rivano, ma è un manuale in realtà :D )
... al contrario di Tolkien che è un serione noioso al 100% :asd:
Monologhista doc :teach:

User avatar
Lysor_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 2447
Joined: Dec 2002
Location: Milano

Re: Fantasy ... i vostri libri

Post by Lysor_o.O » 20/06/2010 03:45

Beh, se parliamo di Tolkien in generale, ti dico che lo Hobbit non mi fa impazzire (per me è una fiaba per bambini, o poco più), e che altri libri sono dei mattoni allucinanti: i racconti perduti, il Silmarillion... Non mi sono piaciuti. Ma il Signore degli Anelli... Beh, da cima a fondo l'ho letto una volta sola, ma a me coi libri piace rileggere singole parti, e un capitolo alla volta penso di averlo letto tutto una decina di volte, e certi capitoli in particolare li ho letti molto di più (quando invontrano Grampasso, il dialogo tra Gorbag e Shagrat...).

Di Paolini ho letto solo il primo libro, Eragon, e non mi è piaciuto granché. Dici che in Tolkien c'è l'imperatore del cazzuzu, figlio di put e bla bla bla? Beh, una cosa di Paolini che mi ha molto colpito, in negativo, è che sente il bisogno di creare dei nomi assurdi, che ovviamente per i protagonisti risultano molto semplici da ricordare: quando Eragon sente parlare di "grazna-kraka-tsugobor-manaduruk" e non ha la più pallida idea di cosa sia, per lui è facilissimo aspettare 200 pagine per chiedere cosa sia (quando il lettore si è completamente perso, e non sa più se la frase in questione sia la frase misteriosa numero 39 o la numero 457), e chiaramente la risposta di solito è qualcosa tipo "Ah, sì, è la terza fase del percorso di apprendimento grupatol marabasat zikonaragok serinifel, dopo la porvistal amalibar e la krinartep organa mariser, ma prima della fase detta sbrinturborg aznarevertor o anche lertingol siravituquamal" "Ah, ma quindi serve per diventare ptilosemen adaritol ragasacut?" "Nooooooooooooooooo, ma che dici, serve a diventare ratoklamregitos eritingalif sbrungatof!"

I personaggi di Eddings sono piatti perché ciascuno ha 2-3 tratti caratteristici che ripete fino alla noia, eccetto forse Garion, Belgarath e Polgara. Prendi Durnik: è sempre sincero, onesto, e pronto a scattare se qualcuno offende o attacca Polgara; Barak sa solo ubriacarsi e, a tratti, disperarsi per la sua maledizione; Relg passa la vita con le sue ossessioni religiose e il peccato; Taiba sa solo stuzzicare Relg; Lelldorin è di una stupidità da rasentare il ridicolo; Mandorallen il ridicolo lo supera alla grande (un cavaliere che scopre il sentimento della paura solo lottando con dei serpenti trasformati in mostri, e che fino a quel momento non ha mai provato paura prima???? E poi quando gli dicono che bisogna cercare di ridere delle proprie paure si mette a sghignazzare durante ogni scontro... -.- ); Silk è sempre sardonico e beffardo, è stato ovunque, conosce tutto e tutti, e passa gli ultimi 2 libri a "voltarsi dall'altra parte" quando Relg fa passare qualcuno attraverso la pietra; Ce'Nedra è sempre e solo una bambina viziata; Hettar ha in testa solo i Murgos e i cavalli, e NIENTE altro, e ogni volta che incontra un Murgo assume "un'espressione assente"; tutti quanti, quando salta fuori il sesso o cose del genere, "tossicchiano a disagio". Poi tutti i personaggi appartengono ad un regno, che ha determinate caratteristiche, e guai se sfuggono alla regola! Se sei un sendariano sei umile, onesto e un gran lavoratore; se sei arendiano sei stupido come pochi (e in ogni caso, se sei nato in Asturia sei un arciere, se sei un Mimbrate diventi un cavaliere); i Tolnedrani sono tutti dei mercanti senza scrupoli a cui interessa solo il denaro; i Cherek sono tutti dei guerrieri barbuti dediti a ubriacarsi e alle navi; i Drasniani sono tutti delle spie; i Nyssani sono tutti degli assassini che vivono tra un veleno e l'altro; gli Algariani sono tutti allevatori di cavalli; i Rivani sono tutti dei conservatori cocciuti.


Se poi aggiungi che
expand
Image
Tu vedi delle cose e chiedi: perché? Ma io sogno di cose che non ci sono mai state, e che forse non ci saranno mai, e dico: perché no?
--- Wolfgang Güllich

User avatar
Beavis
Veteran
Veteran
Posts: 1361
Joined: Oct 2005

Re: Fantasy ... i vostri libri

Post by Beavis » 20/06/2010 10:34

Ma è proprio per quello che Paolini alla fine di ogni libro ha inserito un comodo dizionario antica lingua-italiano, lingua dei nani-italiano... fammi capire Tolkien ti trifola la ciolla per 3 libri con la lingua degli elfi e il dizionario alla fine è bravo... se lo fa Paolini è deficiente?
Almeno Paolini non ha inserito la storia universale del mondo alla fine del libro che se non la leggi non capisci una mazza per tre libri e anche se la leggi (a parte che ti addormenti al volo) cmq certe cose non le capisci perchè Tolkien le prende come un dato di fatto che tu devi conoscere e non te le spiega.

Stessa cosa per Eddings, pensi che i personaggi di Tolkien siano diversi? Pensi che i personaggi di qualsiasi libro siano diversi? Ognuno ha i suoi tratti caratteristici se no sono tutti uguali.
Cmq non è proprio come descrivi tu, oltre ai tratti caratteristici i personaggi sono molto più complessi, forse non tutti, ma molti si... Ce'nedra per esempio è molto di più di una ragazzina viziata.
Almeno in Eddings quando parlano di sesso tossicchiano, in Tolkien il sesso non esiste!
Parole di Eddings (più o meno): in Tolkien elfe, hobbit femmina e donne dal collo in giù non esistono... ed è vero :asd:
Degli uomini di descrive anche il colore dei calzini, delle donne ti descrive la pettinatura, la collana e un vestito lungo fino hai piedi... ma è gnocca? è formosa? boh sono tutte dei manichini con sopra una testa.

I regni di Eddings sono ispirati alla realtà o alle leggende, certo con i tratti caratteristici più marcati, ma così funzionava.
Ogni popolazione ha i suoi tratti caratteristici perché così sono, per esempio gli algar sono allevatori di cavalli e formano una cavalleria leggere e sono ispirati ai mongoli... ora se analizzi gli antichi mongoli erano in sostanza allevatori di cavalli e combattevano a cavallo, questo perché vivevano in una prateria e non era tanto semplice fare altro.
Tra l'altro torno a dire: esattamente come i Rohirrim, ma perchè Tolkien è bravo e Eddings palloso
E poi anche in Tolkien i personaggi hanno le loro caratteristiche Aragorn passa 3 libri a tritarci le scatole pensando a quanto ama la sua elfa, ma ovviamente non pensa mai a quanto è gnocca o alla curva del suo culetto... perchè non esiste :asd:
Monologhista doc :teach:

User avatar
CuginoIt
oO Team
oO Team
Posts: 2175
Joined: Dec 2004
Blizzard BattleTag: CuginoIt#2830
Location: München (DE)

Re: Fantasy ... i vostri libri

Post by CuginoIt » 21/06/2010 18:49

Mi intrometto nella discussione.

"pensi che i personaggi di Tolkien siano diversi?"

No. In effetti sono molto statici e codificati anche quelli di Tolkien. Pochissimi i personaggi che evolvono veramente nel Sig. degli Anelli e, soprattutto, pochissimi i personaggi di Tolkien (con belle eccezioni però, tipo Gollum o Saruman) che non sono o tutti bianchi o tutti neri.
A sua discolpa però Tolkien si è inventato il genere (in senso di romanzo moderno), vive negli anni '50 (e vorrei vederti se sei un conservatore anglo sudafricano a parlare di sesso) e ha alcuni obiettivi secondari non indifferenti (descrivere la società vittoriana borghese con gli hobbit per esempio). Tolkien è quindi il capostipite.
Per quanto riguarda l'ambientazione Tolkien è maniacale sia nella linguistica (il suo elfico è un esercizio accademico perfetto: lui era professore di linguistica) sia nella storia antica: il fatto che ci sia una infinita profondita storica da verosimiglianza al mondo, suscita interesse secondo me. Non so se Paolini raggiunge livelli lontanamente paragonabili ma, come puro pregiudizio personale, dubito fortemente (però non ho mai letto nulla di suo).

"Pensi che i personaggi di qualsiasi libro siano diversi?"

Sì, tanti. Nel mondo del fantasy ci sono autori innovativi che hanno costruito personaggi che evolvono significativamente nel tempo, che cambiano idea e, soprattutto, che non sono bianchi o neri, ma hanno una loro morale complessa e dei loro interessi particolari. Io prima citavo Erikson, secondo me lui è un maestro nel dare profondità ai personaggi e a demolire tutti i clichè fantasy. Così i soldati diventano tutti esseri pensanti chi più chi meno intelligente. Gli Dei a volte sono vulnerabili, o guidati da gelosie o elementi irrazionali e si comportano spesso come persone meschine, altre volte come persone che hanno paura e infine, a volte, veramente come Dei. E i personaggi cambiano tanto nei libri (almeno, giustamente, molti di quelli che all'inizio sono giovani crescono... altri che rischiano la morte diventano più saggi e prudenti e così via...).

Quindi in definitiva io trovo il Signore degli Anelli estremamente interessante e da leggere, anche se per alcuni aspetti banale o lento ai nostri occhi del 2010, ma sotto altri molto preciso e profondo. Dei tanti scrittori che scrivono oggi per far soldi alcuni scrivono bene, altri hanno un successo puramente commerciale e fra 10 anni non sapremo più chi sono.

EDIT: mi spiace che Eddings l'ho letto troppo tempo fa per ricordarmelo... ho solo ricordi sfumati di Silk e Polgara :)

User avatar
Beavis
Veteran
Veteran
Posts: 1361
Joined: Oct 2005

Re: Fantasy ... i vostri libri

Post by Beavis » 21/06/2010 19:11

Scusa però sto mito che Tolkien si è inventato il genere proprio non lo digerisco.

Tolkien ha solo continuato la tradizione dei romanzi cavallereschi come la saga di Artù, Sigfrido, Carlo Magno e Orlando e tanti altri di varie culture nordiche.
Si non cambia molto, sempre eroi in armatura e magia, l'unica differenza è che Tolkien...
Si è inventato un mondo differente? in parte solo di nome perchè cmq tutte le saghe dei comanzi cavallereschi anche se ambientate in luoghi reali non sono certo nel mondo della realtà.
Si è inventato creature fantastiche? Non credo proprio visto che elfi, nani e chi più ne ha più ne metta sono presenti già nella letteratura precedente... ecco forse gli hobbit.
Quindi esattamente cos'ha inventato Tolkien? Si è basato su cose vecchie di secoli e le ha scritte in chiave moderna.

Sia chiaro non ho nulla contro Tolkien, semplicemente mi da fastidio questa idolatrazione a Tolkien come se fosse il dio del fantasy, colui che ha inventato tutto e tutto perfetto a cui tutti gli scrittori di fantasi devono inchinarsi.
L'opera di Tolkien è bella, ma non perfetta e non superiore ad altri scrittori, altri scrittori che come dici tu tra 10 anni nessuno se li ricorderà, ma semplicemente perchè si perdono nel mare delle tonnellate di libri fantasy che vengono scritti ai giorni nostri, quando magari sono opere migliori di quella di Tolkien.
Monologhista doc :teach:

Sieg Hart
Veteran
Veteran
Posts: 630
Joined: Jun 2007
Location: Brescia

Re: Fantasy ... i vostri libri

Post by Sieg Hart » 22/06/2010 10:56

Ma io sono parzialmente daccordo con Beavis nel senso che non mi sento di idolatrare Tolkien per le sua opere come non mi sento di denigrarlo;sono opere di un certo spessore che non mi sentirei di rileggere belle,dettagliate,uniche in certi aspetti ma,probabilmente per la mia soglia di attenzione,troppo pesanti.
Personalmente preferisco Terry Brooks come modo di scrivere non che abbia poi molto di innovativo nei personaggi e nall'ambientazione però ha quel livello di dettaglio non asfisiante e una fluidità decente.
..non esistono certezze solo opportunità..

User avatar
Davilaro.Oa
Veteran
Veteran
Posts: 716
Joined: Jul 2007

Re: Fantasy ... i vostri libri

Post by Davilaro.Oa » 22/06/2010 13:24

secondo me il merito di un bravo scrittore non sta nell'inventare storie nuove, ma nel come le racconta.
Facendo un paragone estremo, Leonardo non ha inventato le donne, ma la gioconda la andiamo a guardare lo stesso (il paragone è applicabile a qualunque bravo scrittore).
De gustibus non disputandum est.
Tolkien secondo me è idolatrato proprio per la verticalità della sua opera, nel senso che è estremamente approfondita, articolata e coerente. Certo non mi metto a leggere il signore degli anelli la sera dopo il lavoro per addormentarmi.
Non metto in dubbio che ci siano altri scrittori assolutamente all'altezza e anche che possa non piacere.
Ma non si può negare che con lo stesso materiale di base ci sono altri scrittori che hanno fatto roba illegibile.

Paolini mi piace, ho letto i primi tre già tre volte. E' vero che risultano a volte poco approfonditi ma la cosa non mi disturba perchè raccontano la storia di un ragazzo e non di un adulto o di un vecchio erudito.
Trovo molto bello il fatto che dal primo libro andando avanti si senta la maturità crescente e che protagonista e scrittore siano cresciuti insieme.

Herbert è un genio, almeno fino all' "L'Imperatore Dio di Dune", poi, almeno per me, diventa troppo palloso.

La Troisi l'ho letta velocemente. Fa passare il tempo ma se non ci fosse stata non ne avrei sentita la mancanza :smokerdevil: .

E poi scusate, ma Harry potter? (ora mi fulminerete :air: )
Io lo trovo geniale. La Rowling è fantastica. la saga è divertente, spiritosa, emozionante e abbastanza articolata da non essere soltanto una saga per bambini. E poi ha avuto il coraggio di trucidare parecchi personaggi importanti nonostante le esigenze commerciali non fossero quelle. 10 e lode.

E infine uno dei miei primi amori in fatto di carta stampata e che ogni tanto rileggo con molto piacere: La storia infinita.
Per bambini anche questo sicuramente. Ma non lo siamo rimasti un pò tutti? Io di certo :flower:

User avatar
klank
Veteran
Veteran
Posts: 106
Joined: May 2007
Location: Trieste

Re: Fantasy ... i vostri libri

Post by klank » 30/06/2010 17:54

Devo dire che ho sempre amato la fantasy e lo sci-fi, e che purtroppo mi sono imbattuto più in croste che perle. Comunque al di la di titotoli il cui valore letterario non si discute (ci metto pure dentro la saga di Harry Potter), il libro che ho letto con più interesse e che forse mi ha segnato nell'horda è Elric di Melniboné di Michael Moorcock.

Mi ricordo ne rimasi folgorato (avevo 13 anni), affascinato in senso assoluto dal carattere complesso e stratificato di un personaggio letterario, che con i suoi difetti ed incompresioni interiori, era lo specchio fantastico della mia adolescenza.

bye
klànk
___________________________________________________
" WoW is the worlds largest baby sitter "

enrikardo
FoOrum User
FoOrum User
Posts: 35
Joined: Feb 2010

Re: Fantasy ... i vostri libri

Post by enrikardo » 02/07/2010 14:18

Beavis wrote:Scusa però sto mito che Tolkien si è inventato il genere proprio non lo digerisco.

Tolkien ha solo continuato la tradizione dei romanzi cavallereschi come la saga di Artù, Sigfrido, Carlo Magno e Orlando e tanti altri di varie culture nordiche.
Si non cambia molto, sempre eroi in armatura e magia, l'unica differenza è che Tolkien...
ricapito dopo un po e leggo queste cose... che secondo me sono imprecise.
mi scuso per il tono ma sono di corsa ed ho deciso di scrivere solo dopo aver letto tutto quanto e ora sono in ritardo.
Sebbene molti altri autori avessero pubblicato opere di narrativa fantasy prima dell'opera tolkieniana[5] il grande successo di Lo Hobbit e di Il Signore degli Anelli nella loro edizione in brossura negli Stati Uniti condusse ad una riscoperta del genere. Questo fatto portò Tolkien ad essere popolarmente conosciuto come il "padre" della narrativa fantasy moderna,[6] o più precisamente high fantasy.[7] Gli scritti di Tolkien hanno ispirato molti altre opere fantasy e hanno avuto un effetto duraturo su tutto il genere
da wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Tolkien
come dire: non è proprio stato il padre del genere ma lo è stato, non lo sto idolatrando, ma qui si sta parlando prima di tutto di uno studioso, di una persona che non ha scritto cose a caso come gli autori di oggi, i quali possono permettersi di pubblicare narrativa fantasy con tanta leggerezza forse proprio perchè possono far conto sulla profondità inventata proprio da Tolkien
L'immaginario fantasy moderno deve a Tolkien non solo la sintassi corretta e grammaticalmente ineccepibile, deve più di ogni altro un concetto: i toni evocativ
i

User avatar
Beavis
Veteran
Veteran
Posts: 1361
Joined: Oct 2005

Re: Fantasy ... i vostri libri

Post by Beavis » 02/07/2010 17:46

Possiamo dire che ha inventato un genere solo se come genere intendiamo una cosa precedente rivista in chiave moderna.

Sono d'accordo che molti autori o meglio molti che si spacciano per autori di fantasy moderni scrivono cose con leggerezza, ma non tutti, anzi credo che per aver successo non basta scrivere cose così alla leggera.
Per esempio ti posso dire che Eddings prima di cominciare a scrivere la sua saga ha scritto altrettanto solo per descrivere il mondo in cui si svolgeva la vicenda, bozze e appunti che ha scritto solo per descrivere a se stesso il mondo che aveva creato, famigliarizzare con esso e con i personaggi di cui doveva narrare.
Poi da tutto questo lavoro ha anche tratto un libro "il codice rivano" che non è proprio un manuale dello scrittore di fantasy, ma è una storia di come lui ha scritto i suoi fantasy di maggior successo e dove sono raccolti alcuni dei brevi racconti che ha scritto a suo uso personale per l'ambientazione... insomma un lavoro ben fatto e non certo scritto con leggerezza, poi ovviamente il risultato può piacere o no in base ai gusti personali.
Monologhista doc :teach:

User avatar
Beavis
Veteran
Veteran
Posts: 1361
Joined: Oct 2005

Re: Fantasy ... i vostri libri

Post by Beavis » 22/01/2011 18:41

Riuppiamo questo bel threat.

Dopo essermi comprato l'ebook reader posso finalmente guistarmi le 2 serie di Eddings che non avevo, l'epopea degli Elene e quella dei Tamuli.
Sono al primo libro della seconda e per la prima devo dire che non è male.
Chiaramente ci sono molte cose classiche, però come sempre i mondi di Eddings sono molto ben definiti, in questo mondo abbiamo una chiese similcristiana e un popolo similelfico pagano gli styric.
Mi piace l'idea di non Eddings di non voler ricorrere ai classici elfi, nani, ecc. gli styric hanno semplicemente dei lineamenti caratteristici e usano la magia dei loro giovani dei.
Al tutto aggiungete gli ordini militari della chiesa, cavalieri in armatura a cui però è permesso usare la magia degli styric al fine di difendere la chiesa dall'antico dio Azash (di cui però la chiesa non ammetta l'esistenza :asd: )
L'ironia dei Eddings mi piace sempre, sopratutto quando i giovani dei descrivono il dio della chiesa come "quel noiosone" :hihi:
Chiaramente per risolvere la situazione dovranno trovare il Belhiom, uno zaffiro a forma di rosa antichissimo e infuso dei poteri degli dei troll... e forse molto di più... e via che parte l'avventura.

Peccato che sono libri un po' vecchi e introvabili in formato cartaceo... ma se li volete in ebook posso madarveli :D

P.S: in ebook ho tutti i i libri di Eddings se li volete, tanto credo che il buon Eddings (pace all'anima sua) non avrà nulla in contrario, anzi sarebbe contento di sapere della diffusione delle sue opere
Monologhista doc :teach:

skazzo
Veteran
Veteran
Posts: 1243
Joined: Aug 2003
Location: Sestri Levante (GE)

Re: Fantasy ... i vostri libri

Post by skazzo » 23/01/2011 11:06

lol i casi della vita, sono state le prime due cose che ho letto pure io da quando ho l'ebook reader

User avatar
Beavis
Veteran
Veteran
Posts: 1361
Joined: Oct 2005

Re: Fantasy ... i vostri libri

Post by Beavis » 23/01/2011 12:21

skazzo wrote:lol i casi della vita, sono state le prime due cose che ho letto pure io da quando ho l'ebook reader
Io l'ho preso apposta per quelle 2 serie :D
Monologhista doc :teach:

ozzez
FoOrum guest
FoOrum guest
Posts: 5
Joined: Dec 2011

Re: Fantasy ... i vostri libri

Post by ozzez » 23/12/2011 13:48

Ciao ragazzi ! Ho letto un bel po' di cose interessanti su su questo thread. Volevo chiedervi un consiglio su future letture fantasy.
Premetto che al momento ho iniziato la lettura ( lenta perchè non trovo sempre il tempo e perchè non sono ancora presissimo nella storia ) delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. <--- scoperte grazie alla serie Game of Thrones. La seria mi ha fatto impazzire e non vedo l'ora che esca la seconda stagione ! Il libro, forse perchè conosco già la storia, mi piace come è scritto e come stile ma non ci sono ancora dentro, come dicevo.
Seconda premessa, io come molti di voi ho due fondamentali pilastri nel mondo fantasy che sono : La Storia Infinita ( che sì, concordo che è un libro da ragazzini, ma raccoglie dei profondissimi sentimenti ed ideali che sono attuali anche per un adulto ... oltre a descrivere un mondo talmente incredibile e vario che è un piacere per gli occhi ... occhi da lettura ovviamente ! ) e Il Signore degli Anelli + Lo Hobbit.
Forza se c'è qualche consiglio ne farò tesoro. Non mi spaventano i mondi complessi, visto che amo la precisione narrativa di Tolkien, fondamentale è la coerenza del tutto. Fondamentale è anche un valore morale della storia raccontata, non mi iteressa molto leggere di avventure e avvenimenti fini a se stessi. Ok, di solito in un racconto fantasy c'è sempre da salvare il mondo o qualcosa di simile, l'importante è sapere perchè lo devi salvare, come e con che conseguenze. Poi se la storia è anche originale tanto meglio !
Aggiungo solo che tra le varie letture fatte conto la saga di Dragonlance ( bella ma alla fine è veramente una super sessione di gioco di ruolo, l'ho trovata non troppo profonda ), la prima trilogia del Mondo Emerso della Troisi ( bella storia anche se non originalissima, ma almeno ha un punto di vista "femminile", ma non mi è piaciuto il finale ), Le Nebbie di Avalon ( iniziato e quasi concluso ... mollato perchè l'ho trovato molto completo, grande storia ma lento e palloso nel modo di raccontarla ... almeno nel periodo in cui lo stavo leggendo ). Basta mi fermo qui, non ho letto tantissimi titoli anche perchè ciclicamente riprendo in mano Tolkien e riparto e rileggo. Praticamente, anche grazie ai film, la Terra di Mezzo è quasi un luogo di villeggiatura ! Dove vuoi andare la prossima estate? Mah ... guarda, pensavo ad un bel soggiorno sulle Montagne Nebbiose ... c'è giusto una ferratina ed una vetta al Passo Caradras che vorrei rifare^^

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 2 guests