Cinema 2016 - da "Lo chiamavano Jeeg robot" in poi...

Cinema, Peperoncini, Navi Spaziali, Barbecue, Fisica Quantistica… TUTTO!
Post Reply
User avatar
Mangiafuoco
o.O Styler
o.O Styler
Posts: 412
Joined: Oct 2010
Location: Lecce

Cinema 2016 - da "Lo chiamavano Jeeg robot" in poi...

Post by Mangiafuoco » 04/03/2016 17:43

"Lo chiamavano Jeeg robot": perla del cinema Italiano o ennesima patacca?

Premetto che sono andato a vedere il film in questione con pochissime aspettative :perfettamente conscio del budget di realizzazione da terzo mondo, non mi aspettavo effetti speciali da urlo o scene d'azione rocambolesche.
Il film inizia subito, spiegando in poche scene la genesi del novello super eroe, che passa dall' essere pidocchioso nessuno a pidocchioso nessuno con super poteri non troppo super , anzi poco.

Segue spoiler
expand
Concludo quindi con il mio parere sul film e rispondendo alla domanda di inizio post :

-il film è una perla del cinema italiano? Assolutamente no, è un tentativo di portare un nuovo genere alla ribalta anche in Italia, ma che realisticamente non regge il confronto con altre produzioni ( non solo americane), finendo col proporre personaggi interessanti ma in una storia semplicissima, quasi banale.

-il film è una patacca? No anche in questo caso. E' , come detto, un primo tentativo ( be in realtà ci sarebbe anche "il ragazzo invisibile" di Salvatores, film passato in sordina , restando appunto quasi invisibile) di cambiare aria dalla solita commedia surreale piena di inverosimili coincidenze ( Vanzina style) o dai soliti drammi \ storie d'amore strappalacrime ( che giustamente quasi nessuno si caga), con risultati discreti e poco piu'.


PS: Il film presenta diverse scene di nudo, sesso, crudeltà gratuita, omicidi a sangue freddo, quindi non andate a vederlo con il bimbo.
Solo adulti.
Battle tag : Mangiafuoco#2174

User avatar
Maloghigno
Administrator
Administrator
Posts: 4536
Joined: Dec 2002
Blizzard BattleTag: Maloghigno#2220
Contact:

Re: Cinema 2016 - "Lo chiamavano Jeeg robot": perla del cinema Italiano o ennesima patacca?

Post by Maloghigno » 05/03/2016 18:25

Io ho appena visto Zootopia ... Zootropolis... voto: 7,5

Un bel film d'animazione, alcuni luoghi comuni, un bel messaggio e fantastiche caratterizzazioni.
La volpe e "Flash" il bradipo che lavora alle poste valgono il prezzo del biglietto.
Anche la trama è simpatica: una sorta di giallo in una città multidimensionale perchè abitata da animali di tutte le dimensioni.

Se avete figli è d'obbligo, se non ne avete... è un'oretta e mezza simpatica.

User avatar
Mangiafuoco
o.O Styler
o.O Styler
Posts: 412
Joined: Oct 2010
Location: Lecce

Re: Cinema 2016 - "Lo chiamavano Jeeg robot": perla del cinema Italiano o ennesima patacca?

Post by Mangiafuoco » 07/03/2016 20:00

Non sono sicuro di riuscire a vederlo al cinema, ma la 100% lo prendero' appena esce in dvd dato che sto facendo una collezione di film d'animazione per i nipotini in arrivo.
Personalmente sono pochi i film d'animazione che mi son piaciuti davvero ( Gli incredibili, dragon trainer , up , le 5 leggende ecc..), dato che la maggior parte son fin troppo banali e\o infantili , stile hotel transilvania e Cattivissimo me o Madagascar e quindi adatti quasi unicamnete a utenti molto giovani.
Battle tag : Mangiafuoco#2174

User avatar
Canard Favrille
Veteran
Veteran
Posts: 510
Joined: Oct 2006
Location: davanti al PC

Re: Cinema 2016 - "Lo chiamavano Jeeg robot": perla del cinema Italiano o ennesima patacca?

Post by Canard Favrille » 08/03/2016 09:44

Mangiafuoco, per la collezione, prendi i film di Miyazaki.
Il mio vicino Totoro, Ponyo sulla scogliera sono adatti ai più piccini e agli adulti.
Gli altri sono adatti a tutti.

User avatar
Mangiafuoco
o.O Styler
o.O Styler
Posts: 412
Joined: Oct 2010
Location: Lecce

Re: Cinema 2016 - da "Lo chiamavano Jeeg robot" in poi...

Post by Mangiafuoco » 08/03/2016 16:44

Premetto che non sono un tipo nostalgico e che detesto gli animali parlanti ( e infatti tra i film d'animazione che mi piacciono non ce ne sono).
Film di Miyazaki ne ho visti diversi , l'animazione e i disegni sono splendidi, molto curati i dialoghi, le scene di vita quotidiana ecc. , ma proprio non li digerisco. Non so perché ma mentre li guardo mi danno l'idea di essere cartoni per ragazze -.- .
Il fatto che molta gente adulta che conosco poi, pretenda che tutti li riconoscano come capolavori assoluti e idolatrino Miyazaki pena essere tacciati come bifolchi ignoranti, mi fa incazzare non poco ( salvo poi provare compassione mentre li guardo in quei loro occhi bovini, spenti e lattiginosi e penso che mi servirebbe un punteruolo ad aria compressa come quello di " non è un paese per vecchi" :terminator:)

Comunque seguirò il tuo consiglio e ne prenderò alcuni per i piccoli.
Battle tag : Mangiafuoco#2174

User avatar
Shogun_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 1311
Joined: Dec 2002
Blizzard BattleTag: Shogun#2764
Location: Piacenza

Re: Cinema 2016 - da "Lo chiamavano Jeeg robot" in poi...

Post by Shogun_o.O » 09/05/2016 12:25

Piccola parentesi su Miyazaki.
Il pubblico che parla dei suoi film si divide in 3 tipologie:
:arrow: chi non ha visto i suoi film, ma basandosi sul sentito dire li definisce dei capolavori;
:arrow: chi non ha visto i suoi film, ma per distinguersi dalla massa sostiene che siano delle cagate;
:arrow: chi ha visto i suoi film.
Fine parentesi.

Captain America - Civil War
Voto: 9

Prima che Mangiafuoco parta con la sua filippica, tengo a precisare che il voto non è da intendersi in maniera assoluta, ma relativa alla tipologia di film. E' un film d'azione a tema supereoi, che paragonato a tutti gli altri film della stessa categoria è da 9. Se qualcuno volesse paragonarlo a Eyes Wide Shut è chiaramente nel topic sbagliato.

Aspettavo tantissimo questo film, avevo l'hype a mille e una paura matta di restare deluso (Iron Man 3 :dho: ) e invece tutto è filato liscio. Il film dura quasi 2 ore, non poche ma nemmeno un'esagerazione, riesce a intrattenere per ogni singolo minuto di pellicola, è divertente, è ben scritto e in generale ha tutto quello che dovrebbe avere un film d'azione.
Civil War dà il via alla cosiddetta Fase Tre del Marvel Cinematic Universe e aggiunge nuove linee della storia e nuovi personaggi.
La Disney ha fortunatamente mollato la presa riguardo alle sue stupide ideologie, quindi non ci sono bambini, animali parlanti, balletti e gag messe lì ad cazzum.
Anche la Sony ha deciso di lasciare carta bianca alla Marvel per ciò che riguarda la
expand
Il personaggio che più mi ha sorpreso è comunque
expand
, che da semplice comparsa, è invece uno dei protagonisti più credibili del film.
Insomma, Civil War è tutto quello che avrebbe dovuto essere Batman vs Superman... se solo non l'avesse diretto Zack Sneider.


Il film si divide in due parti: un primo tempo caratterizzato da toni cupi in cui si raccontano gli eventi che porteranno alla guerra tra le due fazioni di supereroi e una lunghissima battaglia finale, epica, divertente, esaltante emozionante, strabiliante che accompagna lo spettatore fino all'epilogo... fantastico.

Se avete visto i precedenti film della Marvel, dovete tassativamente andare al cinema a vedere Captian America Civil War.
Se non avete mai visto i precedenti episodi questa è l'occasione giusta per amarli (anche se per comprendere bene alcuni passaggi del film è necessario aver visto i precedenti capitoli).

User avatar
Mangiafuoco
o.O Styler
o.O Styler
Posts: 412
Joined: Oct 2010
Location: Lecce

Re: Cinema 2016 - da "Lo chiamavano Jeeg robot" in poi...

Post by Mangiafuoco » 09/05/2016 13:25

Strano ,io conosco molta gente che vede i film di Miyazaki e che li definisce capolavori, ma non conosco nessuno che abbia detto che sono delle cagate. A meno che tu non abbia svolto un indagine a campione per determinare queste tipologie di soggetti che parlano dei film di Miyazaki nella citta di " Topolinia" che vorrei specificare, a costo di dover sottolineare l'ovvio, non esiste nella realtà. :lolol:


"Don't play in the house of the player" :king:
Battle tag : Mangiafuoco#2174

User avatar
Palagnocca
o.O Styler
o.O Styler
Posts: 112
Joined: Oct 2007
Blizzard BattleTag: AinvarX#2891
Location: Crema
Contact:

Re: Cinema 2016 - da "Lo chiamavano Jeeg robot" in poi...

Post by Palagnocca » 11/05/2016 06:45

Non confondiamo però le opere di Goro Miyazaki con quelle di Hayao Miyazaki. :D

User avatar
Maloghigno
Administrator
Administrator
Posts: 4536
Joined: Dec 2002
Blizzard BattleTag: Maloghigno#2220
Contact:

Re: Cinema 2016 - da "Lo chiamavano Jeeg robot" in poi...

Post by Maloghigno » 26/09/2016 09:55

Finding Dory: 7,5
Bello.
Sono stufo dei 2-3-bis-il ritorno-e poi ancora...
Mi dispiace davvero tanto non si sbattano ad inventare qualcosa di nuovo. Pazienza, soprattutto quando azzeccano un film come in questo caso.
Comincio coi difetti: troppi riferimenti al primo film ed un pelo troppo lungo.
Promosso tutto il resto: grafica, storia e soprattutto valori trasmessi.
E' un inaspettato film impegnato.
Primo tra tutti affronta il tema della disabilità, della sua accettazione sia da parte di chi ce l'ha sia da quella dei suoi amici. Fantastico.
Quindi è fortissimo il tema dell'amicizia: non ci sono fidanzamenti o storie d'amore, ma amicizia fortissima, che è amore anche lei.
Poi c'è il tema dell'ambiente, con la denuncia dei parchi e delle loro ipocrisie... un pò velata, non così centrale, ma c'è tutta anche lei.
Fatto alla maniera della Pixar che è sempre un gran spettacolo. Da vedere!
Image

User avatar
Maloghigno
Administrator
Administrator
Posts: 4536
Joined: Dec 2002
Blizzard BattleTag: Maloghigno#2220
Contact:

Oceania - Moana per il resto del mondo

Post by Maloghigno » 27/12/2016 23:35

Oceania - Moana per il resto del mondo : 8,5

Il votone vale anche per i corto iniziale. Di cui vi lascio solo un'immagine nella quale potete distinguere cuore e polmoni...
innerworkings.jpg
innerworkings.jpg (69.47 KiB) Viewed 1446 times
Un'idea del genere vale il biglietto da sola.

Moana: bello.
Bella la storia, fantastico Maui, l'animazione di qualità ASSOLUTA, canzoni non invasive, con anche una frase di Maui "se adesso canti vomito" ... :asd:
E Vaiana (Moana), la protagonista, fosse un'attrice sarebbe da Oscar insieme a Maui.

Correte a vederlo, grandi, medi e bambini!

User avatar
CuginoIt
Moderator
Moderator
Posts: 2176
Joined: Dec 2004
Blizzard BattleTag: CuginoIt#2830
Location: München (DE)

Re: Cinema 2016 - da "Lo chiamavano Jeeg robot" in poi...

Post by CuginoIt » 02/07/2017 10:34

In questo periodo sto guardando qualche film di guerra, inteso ad ampio spettro. Condivido con voi gli ultimi che ho visto.

War Machine: 5

War machine è un film particolare, perché, pur essendo un film di guerra, è visto più dagli occhi degli amministratori / dei politici / del comando invece che dai soldati sul campo.
L'ambientazione è la recente guerra in Afghanistan e tutto il film ruota sulla figura del generale McMahon (Brad Pitt): un vero duro, un uomo d'azione, che si ritrova catapultato alla testa di tutta la macchina da guerra Americana in Afghanistan. A questo punto dovrà cercare di "pulire il casino" che è stato fatto negli anni passati, combattendo più contro i politici che non contro i talebani.
E dovrà cercare di non fare la fine del capro espiatorio per tutti gli insuccessi dell'amministrazione americana.

Il film non è veramente soddisfacente: è studiato per essere a metà fra una commedia divertente e un vero film di guerra. Però non è né carne né pesce: non è mai veramente esilarante, nonostante la figura simpatica e grottesca del generale, e non è mai sufficientemente avvincente come film di guerra. Il mio giudizio, quindi, è di mezzo flop.
Guardatelo se non avete nulla di meglio da vedere...


Land of mine - Sotto la sabbia: 8

Mi sono trasferito da Germania a Danimarca: non potevo perdermi un film danese sulle mine tedesche nelle loro spiagge (ringrazio Zio Fester per il suggerimento).
Ci sono tanti corollari della Storia con la S maiuscola. Tante piccole o meno piccole vicende che si tende a dimenticare, perché sembrano marginali nello scorrere del tempo. Questo film parla di una di queste: verso la fine della seconda guerra mondiale, i nazisti, in un tentativo disperato di resistere, mandano dei 16enni / 17enni a combattere in giro per l'Europa. E in Danimarca in particolare. Qui i nazisti si aspettavano lo sbarco del Dday, per cui cosparsero le spiagge danesi a Ovest con 1 milione di mine... poi lo sbarco fu in Normandia.

Dopo la fine della guerra, circa 2000 di questi soldati bambini furono fatti prigionieri dai Danesi che, come potete immaginare, non erano stati particolarmente felici dell'oppressione tedesca. Avendo il grosso problema di dover sminare un centinaio di km di spiaggia hanno fatto 2+2: nessun prigioniero tedesco lascerà la Danimarca finchè non avranno raccolto il milione di mine.

Come potete immaginare non è proprio un lavoro facile, sicuro e rilassato.

Questo film è la storia di quei prigionieri bambini, con la colpa di essere nati dal lato nazista, e una terribile pena da scontare.
E' una storia di sentimenti contrastanti: ritorsione o pietà?

Lo consiglio a tutti colori che vogliono un film forte, crudo e realistico.



Eye in the sky - Il diritto di uccidere: 8,5

Torniamo ai giorni nostri: guerre sporche e asimmetriche. Guerra contro terroristi e kamikaze. Guerra di tecnologia e dure scelte.
Hellen Mirren è un colonello britannico al comando della unità internazionale che guida (da molto remoto) i droni per spiare le attività terroristiche in un paese africano. L'intelligence ha scovato che alcuni terroristi si stanno radunando nella periferia di una grossa città e ci sono le prove del fatto che stanno preparando un attentato che potenzialmente farà decine e decine di morti.

Hellen Mirren però ha la possibilità di intervenire: basta una bomba dal suo drone per eliminare completamente la minaccia.
Una sola cosa si frappone fra il problema e la soluzione: c'è una bambina di pochi anni che sta vendendo del pane davanti all'edificio dove i terroristi si stanno incontrando.

Cosa fare: uccidere la bambina per eliminare la minaccia terrorista? Temporeggiare rischiando che i terroristi mettano in atto il loro piano? Chi può prendere questa decisione? Il pilota col dito sul "grilletto"? Il colonello britannico? Il ministro americano? Chi può arrogarsi il diritto di uccidere un innocente per salvarne decine?

Bel film!

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest