Il clima, nuovo problema dell'uomo.

Cinema, Peperoncini, Navi Spaziali, Barbecue, Fisica Quantistica… TUTTO!
Post Reply
User avatar
Iltech_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 1196
Joined: Apr 2009
Blizzard BattleTag: iltech#2942
Location: Bergamo

Il clima, nuovo problema dell'uomo.

Post by Iltech_o.O » 17/11/2015 14:59

Spulciando tra i vari articoli è evidente che il mondo si trovi in una situazione attuale assolutamente preoccupante sotto il livello climatico.
Secondo le varie stime l'estate 2015 è stata la terza più calda da quando l'uomo effettua registrazioni, ed il novembre 2015 il più caldo di tutta l'era moderna.
Buco nell'ozono, riscaldamento globale?
Se continuiamo in questo modo ad utilizzare erroneamente le risorse la prossima era non sarà di certo glaciale, il protagonista sarà senza dubbio il fuoco.
La casa bianca è da 10 anni impegnata a capire come prepararsi alla prossima tempesta solare, che sarà prima del 2022. L'ultima tempesta solare ha distrutto tutto il sistema elettrico americano e buona parte del sistema elettrico europeo, e per la prossima stimano potrebbe addirittura smagnetizzare tutti i nostri dispositivi (speriamo che mi cambino l'phone in garanzia lol)!
Voi cosa ne pensate?
Image

User avatar
CuginoIt
oO Team
oO Team
Posts: 2192
Joined: Dec 2004
Blizzard BattleTag: CuginoIt#2830
Location: Copenhagen

Re: Il clima, nuovo problema dell'uomo.

Post by CuginoIt » 17/11/2015 18:34

Tempesta solare che distrugge sistemi elettrici? Non ci credo.

Riguardo il cambiamento del clima, secondo me, più che riscaldamenti globale, è un casino generalizzato.

A me pare che il mediterraneo stia diventando sempre più tropicale come clima, con stagioni di piogge e alluvioni in autunno, e stagioni più imprevedibili.

Questa estate è stata calda, ma quella precedente, da noi, è stata una delle più fredde degli ultimi decenni (basta vedere i problemi per olio e vino...).

In generale, per esempio, in USA si lamentano di aver avuto gli inverni più freddi di sempre negli ultimi anni.

Io penso che le cause siano un misto di attività umane, quindi inquinamento, e questioni naturali. Per esempio si sa che il 1600 come secolo è corrisposto a una mini glaciazione, mentre prima del 1300 faceva molto più caldo di ora e i ghiacciai sulle Alpi erano meno estesi. Quest'ultima cosa è verificata dal ritrovamento di chiese o altre costruzioni sotto i ghiacciai che ora si ritirano....

In definitiva, più che pensare all'eccessivo caldo, si dovrebbe mettere in sicurezza i corsi d'acqua e le frane, in maniera da limitare i danni da alluvione....
...ma in un paese dove Messina è stata senza acqua per un mese sembra fantascienza...

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest