la chiesa nelle scuole

Cinema, Peperoncini, Navi Spaziali, Barbecue, Fisica Quantistica… TUTTO!
pot
FoOrum PRO
FoOrum PRO
Posts: 849
Joined: 25/04/2003 05:09

Post by pot » 31/10/2003 05:57

Vedi che il sistema scientifico ha il limite posto dall'intelletto e dalla tecnologia? Per quelle cose che tu definisci selvaggiamente come baggianate, sono quelle cose che vengono spiegate a livello religioso, che è un "sistema scientifico" per quell'ambito. Non fare l'errore contrario della Chiesa dei tempi di Galileo. Non si analizza un quadro con un libro di cucina.

Se poi il crocifisso in aula è "di parte", che male c'è? Noi insegnamo una cultura di parte. Conosci per caso la storia asiatica come quella europea? No, perché? Perché ti sono state insegnate cose che fanno capo al luogo in cui sei. La stessa cosa vale per la religione. Perché tirare in ballo quarantamila religioni quando non conosci nemmeno quella che ti appartiene? È una questione a questo punto anche di coerenza.

Ultime due cose: il fatto che ci sia un crocifisso in un'aula in cui studi o hai studiato, e il fatto che sia possibile frequentare l'ora di religione, ti condiziona la fede in qualche modo? Ti senti "obbligato a credere"? Dubito.
E per finire:
Dunadan wrote:SECONDO ME, NON ESISTONO FENOMENI INSPIEGABILI, TUTTO STA NELL'ASPETTARE CHE L'UOMO SIA IN GRADO DI TROVARE RISPOSTA. UNA RISPOSTA CHE SPESSO è AL DI SOPRA DEL SUO INTELLETTO, QUINDI IRRAGGIUNGIBILE.
Se l'uomo fosse in grado di capire tutto, sarebbe Dio. Quindi, per quel che "non si può capire", c'è la cosiddetta fede. Puoi vederla come oppio dei popoli, o come sentimento profondo. Dipende dalla tua fede. :wink:

Dunadan_O_o
FoOrum User
FoOrum User
Posts: 27
Joined: 16/04/2003 16:59

Post by Dunadan_O_o » 31/10/2003 22:43

Vedi che il sistema scientifico ha il limite posto dall'intelletto e dalla tecnologia?
Si, ebbene?
Per quelle cose che tu definisci selvaggiamente come baggianate, sono quelle cose che vengono spiegate a livello religioso, che è un "sistema scientifico" per quell'ambito.
Per favore, per favore, mi fanno già ridddddere abbastanza le battute di Berlusconi.
Ma la parola "sistema scientifico" ha un senso o no? Significa SISTEMA PROVATO E APERTO ALLE NUOVE RICERCHE. La chiesa non fa questo.

Non fare l'errore contrario della Chiesa dei tempi di Galileo. Non si analizza un quadro con un libro di cucina.
ESATTO, ma nemmeno si analizza un quadro futurista senza avere conoscienze a riguardo delle idee di Marinetti, Balla, Carrà, Boccioni....

Se poi il crocifisso in aula è "di parte", che male c'è?
Che è di parte in luogo di MENTI APERTE.
C'è di male che non è uno stemma a cui aderiscono tutti
Noi insegnamo una cultura di parte. Conosci per caso la storia asiatica come quella europea? No, perché? Perché ti sono state insegnate cose che fanno capo al luogo in cui sei.
NON è UN "VERO VALORE" PER TUTTI GLI ITALIANI, MA SOLO PER MOLTI.
La scuola non deve insegnare cultura spirituale di parte, ma ""al massimo"" cultura PATRIOTTICA ( al modo americano) (una bella bandiera in classe) o comunque cultura che si rifà a un genere di vita dettato dalla "cultura cristiana" ma che NON SI IMMERGE IN CREDI SPIRITUALI. Per cultura Cristiana intendo...ad esempio...il vedere l'uomo omosessiale come un Diverso che fa cose oscene.

La stessa cosa vale per la religione. Perché tirare in ballo quarantamila religioni quando non conosci nemmeno quella che ti appartiene? È una questione a questo punto anche di coerenza.

PUNTO PRIMO:
Io ho voluto spiegare che il modello cristiano non è solo uno per tutti, senza nominare religioni straniere (APPOSTA :lol: ), e che tutti ragioniamo con la propria testa.
e te mi hai CONFUSO PER UNO CHE SI ATTEGGIA ESPERTO DI RELIGIONI?
PUNTO SECONDO: Il mio credo è qualcosa di mio e basta, IO NON APPARTENGO A NESSUNA RELIGIONE. Al massimo appartengo ad una fetta del mondo nata da modelli Greco-romani che è stata poi plasmata su MODI DI PENSARE religiosi e MENTALITà religiosa, SENZA ENTRARE NELLA PRATICA RELIGIOSA E SENZA CREDERE IN SIMBOLI. LA MENTALITà CRISTIANA (esempio: omosessuale=diverso) NON VUOL DIRE CHE CREDO A CRISTO IN CROCE.
Ultime due cose: il fatto che ci sia un crocifisso in un'aula in cui studi o hai studiato, e il fatto che sia possibile frequentare l'ora di religione, ti condiziona la fede in qualche modo? Ti senti "obbligato a credere"? Dubito.
NO, non mi tocca nemmeno, MA L'IMPOSIZIONE DI UN SIMBOLO SPIRITUALE IN LUOGO LAICO è QUALCOSA DI POCO SERIO, E LE COSE POCO SERIE NON MI PIACCIONO.

Ti chiedo: Il fatto che vuoi imporre quel simbolo agli occhi di tutti ti fa sentire meglio? non puoi tenerlo in cartella o al collo? Ti condiziona la fede il fatto che quel simbolo sia appeso FORZATAMENTE AGLI OCCHI invece di essere nel tuo cuore o STRETTO NELLA TUA MANO? TI CAMBIA ? TI SENTI OBBLIGATO A NON CREDERE SE QUEL SIMBOLO NON è APPESO IN CLASSE?
PERCHè IMPORRE? PERCHè PER COMPLETARE LA TUA FEDE, VUOI IMPORRE?
Se l'uomo fosse in grado di capire tutto, sarebbe Dio. Quindi, per quel che "non si può capire", c'è la cosiddetta fede. Puoi vederla come oppio dei popoli, o come sentimento profondo. Dipende dalla tua fede.
e si, dipende, per il momento SONO ALLA RICERCA DI SPIEGAZIONI RAZIONALI PER QUELLO CHE è IL MIO CERVELLINO. RICERCA, CONTINUA RICERCA, QUESTO è L'INSEGNAMENTO DI SOCRATE.

Fermarsi alla prima soluzione, che senza spiegazioni provate da risposta a tutto, è troppo semplice.

PURTROPPO CONTINUIAMO A FARE GUERRA TRA RELIGIOSI O NO.
RIPETO, SE FOSSI RELIGIOSO, MI PARREBBE UNA STRONZATA IL VOLER FORZARE AGLI OCCHI DI ALTRI UN SIMBOLO DI PARTE IN LUOGO LAICO DI TUTTI, SE PER MOLTI CRISTIANI NON è COSì, LI RITENGO POCO RISPETTOSI.

il bepi
Veteran
Veteran
Posts: 1427
Joined: 27/03/2003 10:25

Post by il bepi » 01/11/2003 09:41

Credo che quì la pensiamo tutti nello stesso modo. Il crocifisso come ho già scritto nel primo post a rigor di logica avrebbe dovuto essere tolto già da tempo senza che nessuno dovesse chiederlo. Non è stato fatto? Sicuramente è stata una mancanza, ma mi sembra ridicolo considerarlo un "oggetto" che plagi qualcuno o possa infastidire. La nostra cultura si basa e si è basata anche su questo oggetto. Il crocifisso significa sacrificio e amore verso il prossimo, un certo modo di vivere e anche un non credente ritengo abbia certi valori. Se c'è una religione assolutamente tollerante nei confronti delle altre religiojni credo sia proprio quella cristiana. E che mi arrivi un estremista del caz** a casa mia (non me lo chiamare italiano quel tipo!!) a PRETENDERE come sono abituati a casa sua prprio non mi va giù.

Bepi :old: & Banana :banana:

Dunadan_O_o
FoOrum User
FoOrum User
Posts: 27
Joined: 16/04/2003 16:59

Post by Dunadan_O_o » 01/11/2003 12:06

Credo che quì la pensiamo tutti nello stesso modo.
NO, questa discussione dimostra esattamente il pensiero in generale degli italiani.
C'è chi è religioso e rispetta la laicità, cè chi è ateo e vuole laicità fatta seriamente e c'è chi è religioso e non rispetta la laicità. Poi c'è anche chi + o meno non credente ma non vuole laicità seria.
Il crocifisso come ho già scritto nel primo post a rigor di logica avrebbe dovuto essere tolto già da tempo senza che nessuno dovesse chiederlo. Non è stato fatto? Sicuramente è stata una mancanza
Esatto, è ora di fare le cose seriamente.
ma mi sembra ridicolo considerarlo un "oggetto" che plagi qualcuno o possa infastidire. La nostra cultura si basa e si è basata anche su questo oggetto. Il crocifisso significa sacrificio e amore verso il prossimo, un certo modo di vivere e anche un non credente ritengo abbia certi valori. Se c'è una religione assolutamente tollerante nei confronti delle altre religiojni credo sia proprio quella cristiana.
Non plagia nessuno, è solo IMPOSTO agli occhi.
COSA C'ENTRA SE è UNA RELIGIONE TOLLERANTE? Ci son tante religioni tolleranti, LO STATO è LAICO O NO?
E che mi arrivi un estremista del caz** a casa mia (non me lo chiamare italiano quel tipo!!) a PRETENDERE come sono abituati a casa sua prprio non mi va giù.
MA ALLORA...QUANTE VOLTE ABBIAMO DETTO CHE NON è QUESTO IL PUNTO? ? ? ? ? ?

COSA VORREI: TOGLIERE IL CROCIFISSO E METTERE LA BANDIERINA ITALIANA CON LA PRIMA PAGINA DELLA COSTITUZIONE

pot
FoOrum PRO
FoOrum PRO
Posts: 849
Joined: 25/04/2003 05:09

Post by pot » 01/11/2003 18:06

Posso rispondere a quasi tutto quanto "accusi" citando me stesso:
nonno pot wrote:Per quanto riguarda i crocifissi: non è un male averli, non va contro la laicità dello Stato, neanche contro il pluralismo religioso. "Qui è terra di cristiani". Se vado in Turchia e ho l'albergo accanto a una moschea, non vado a chiedere che il muezzin faccia silenzio. Questo però non vuol dire che sia fondamentale. Può esserci come può non esserci. Io sarei per il mantenimento dei crocifissi nelle aule per rispetto al passato e alla cultura, ma non piango sangue se vengono tolti "in nome della laicità". Mi fanno girare le balle però quelli che li vogliono togliere per disgusto. Se sono di terre straniere, che accettino il volere del padrone di casa, se invece sono di qui, che non sputino nel piatto in cui mangiano.
Io non sono per l'imposizione del crocifisso. Se c'è, ci sarà una ragione. Questa ragione è che l'Italia e il popolo italiano hanno radici legate al cristianesimo, ed era una forma di rispetto verso la Chiesa. Se adesso si vuole eliminarli per un principio di purezza e di laicità, allora che si applichi questo discorso a tutta la scuola e si faccia un po' di ordine. Ma che non mi si venga a dire che vanno tolti "perché ci si sente oppressi" o "perché i nostri figli vengono mal educati così" o peggio ancora "perché la Chiesa fa schifo". Ma metterei anche un prete in classe se uno mi dovesse dire queste cose. :mad:

Dunadan_o_O wrote:Sì, ebbene?
Se l'intelletto umano si ferma, oltre questo salta in ballo la fede, come detto. Basta riconoscere che la mente umana ha un limite, e lo hai fatto, e la fede religiosa prende un senso. Anche qui, se si prende "la parola del Papa" come oro colato, si è dei pecoroni, ma se si ha una vera religiosità personale (e non ti tiro fuori un discorso su questo perché fra un'ora devo andare :D)...

Dunadan_o_O wrote:NON è UN "VERO VALORE" PER TUTTI GLI ITALIANI, MA SOLO PER MOLTI.
La scuola non deve insegnare cultura spirituale di parte, ma ""al massimo"" cultura PATRIOTTICA ( al modo americano) (una bella bandiera in classe) o comunque cultura che si rifà a un genere di vita dettato dalla "cultura cristiana" ma che NON SI IMMERGE IN CREDI SPIRITUALI. Per cultura Cristiana intendo...ad esempio...il vedere l'uomo omosessiale come un Diverso che fa cose oscene.
Qui si torna al discorso delle ore di religione. Si insegnano dei valori, quelli cristiani, che non sono quelli della Chiesa. L'ho già detto una volta, e lo ripeto. La Chiesa è "la polizia" che protegge la religione, non è la religione stessa. Sempre, sempre, sempre distingui le due cose. Prendere tutto per oro colato è sempre un male (ed è la base del metodo scientifico), quindi se il Papa dice che gli omosessuali sono diversi, lo dice lui, non lo dico io come cristiano. Lui prende la voce di una comunità. È come se tutti gli italiani fossero d'accordo su quanto dice Berlusconi!
Un'ultima cosa: fondamentalmente la cultura cristiana insegna "ama il prossimo tuo come te stesso". Se poi qualche rimbambito comincia a scrivere che chi compie adulterio va lapidato, che gli omosessuali vanno bruciati, che le streghe esistono e vanno eliminate... Resta un qualche rimbambito (a mio avviso). Come a tutti, gli si può dar credo come si può non dargliene. Pensando ai veri valori cristiani, ci si accorge dell'errore clamoroso di questo solito rimbambito.

E qui chiudo, chiedendoti cosa ti fa pensare che io ti abbia "insinuato" presunto esperto di religioni?


Anzi no, ti ribadisco una cosa:
Dunadan_o_O wrote:Ma la parola "sistema scientifico" ha un senso o no? Significa SISTEMA PROVATO E APERTO ALLE NUOVE RICERCHE. La chiesa non fa questo.
Il sistema scientifico usalo per le scienze. La fede religiosa per la religione. Le due cose vanno separate e ancora separate. Era questo che intendevo col quadro e il libro di cucina.


PS: il maiuscolo lo usi come semplice accentuazione o è, come per qualcun altro, urlare? Se è il mettere in evidenza, usa magari grassetto e sottolineatura, diventa più piacevole la lettura. :wink:

Dunadan_O_o
FoOrum User
FoOrum User
Posts: 27
Joined: 16/04/2003 16:59

Post by Dunadan_O_o » 02/11/2003 02:49

Io non sono per l'imposizione del crocifisso. Se c'è, ci sarà una ragione. Questa ragione è che l'Italia e il popolo italiano hanno radici legate al cristianesimo, ed era una forma di rispetto verso la Chiesa. Se adesso si vuole eliminarli per un principio di purezza e di laicità, allora che si applichi questo discorso a tutta la scuola e si faccia un po' di ordine. Ma che non mi si venga a dire che vanno tolti "perché ci si sente oppressi" o "perché i nostri figli vengono mal educati così" o peggio ancora "perché la Chiesa fa schifo". Ma metterei anche un prete in classe se uno mi dovesse dire queste cose.
Bene, siamo d'accordo, se si vuole seguire un buon ridimensionamento laico facendo le cose seriamente, sarebbe da togliere.
Un'ultima cosa: fondamentalmente la cultura cristiana insegna "ama il prossimo tuo come te stesso". Se poi qualche rimbambito comincia a scrivere che chi compie adulterio va lapidato, che gli omosessuali vanno bruciati, che le streghe esistono e vanno eliminate... Resta un qualche rimbambito (a mio avviso). Come a tutti, gli si può dar credo come si può non dargliene. Pensando ai veri valori cristiani, ci si accorge dell'errore clamoroso di questo solito rimbambito.
Intendi il mio discorso sugli omosessuali? Io credo che la cultura cristina, al contrario di quella pagana, ha portato a vedere l'omosessule come "diverso".

E qui chiudo, chiedendoti cosa ti fa pensare che io ti abbia "insinuato" presunto esperto di religioni?
bha , te hai detto la frase:
La stessa cosa vale per la religione. Perché tirare in ballo quarantamila religioni quando non conosci nemmeno quella che ti appartiene? È una questione a questo punto anche di coerenza.

a me è parso che dicendo "che voglio tirarne imballo tante senza conoscere nemmeno la mia " te volessi dire "che mi atteggiassi esperto senza conoscere nemmeno la mia", sicuramente ho interpretato male...
Il sistema scientifico usalo per le scienze. La fede religiosa per la religione. Le due cose vanno separate e ancora separate. Era questo che intendevo col quadro e il libro di cucina.
Certo, io DIFFERENZIO sempre. La mia critica è rivolta a quel che avevi detto:
Vedi che il sistema scientifico ha il limite posto dall'intelletto e dalla tecnologia? Per quelle cose che tu definisci selvaggiamente come baggianate, sono quelle cose che vengono spiegate a livello religioso, che è un "sistema scientifico" per quell'ambito.
OK che è tra virgolette, ma io ti ho voluto comunque far notare che sistema scientifico ha un significato che non può essere legato alla fede.
Siamo d'accordo
PS: il maiuscolo lo usi come semplice accentuazione o è, come per qualcun altro, urlare? Se è il mettere in evidenza, usa magari grassetto e sottolineatura, diventa più piacevole la lettura.
Cerco di scrivere in minuscolo, però a volte voglio accentuare una frase, la faccio maiuscola e mi dimentico di rimettere minuscolo, così, avendo sempre poco tempo, non ho voglia di riscrivere in minuscolo quel che ho scritto in maiuscolo.

Azhag_o.O
FoOrum Enthusiast
FoOrum Enthusiast
Posts: 371
Joined: 15/12/2002 19:22

Post by Azhag_o.O » 07/11/2003 11:37

:wink: quoto strano in tutto (e mo so cazzi per te... :twisted: :love:
Ora non voglio dire che il crocefisso deve tornare per forza ma anche descrivere uno come lui un italiano mi sembra un po troppo al limite un italiano acquisito, che e' una grossa differenza.
nono, forse non avete capito, ma adel smith è italiano a tutti gli effetti...è come se gnaffo un giorno si alza, si converte all'islamismo e decide (perchè, per la cronaca, si è auto-proclamato) di diventare il capo di una fantomatica comunità musulmana italiana (anche perchè i musulmani immigrati e quelli che sono italiani acquisiti non riconoscono minimamente adel smith...come noi, lo ritengono un fomentatore e un esaltato...che ogni tanto aprli anche decentemente a loro favore è un discorso, ma da qui a prendere come oro colato le stronzate che dice ce ne vuole parecchio...)

rientro in discussione anche io va :twisted:

io ho una regola per parlare/capire/discutere/intendere le religioni...NON SEGUIRE MAI I PORTAVOCE
esempio:
se volete sapere cosa dice il cristianesimo, non andate a leggervi i communicati vescovali o dei vari preti...andatevia leggervi la bibbia, soprattutto il vangelo...se ascoltate i preti ne uscite completamente "cappaò"...rapporti sessuali prima del matrimonio e sciemenze del genere sono state inventate di sana pianta...non esiste neanch euna rifa in merito in tutto il vangelo, ma anzi, c'è scritto "ama e fa ciò che vuoi" (per intendere che se ami di sicuro non fai certe cose...)...e come questo esempio tante altre cose...

IMHO se il Messia tornasse adesso a vedere come è andato il comando "sii tu la pietra fondante della mia chiesa", tornerebbe subito indietro e riproverebbe un'altra volta (si sa mai)...e così capita in tutte le religioni: Allah (per chi ci crede) si metterebbe le mani nei capellia vedere la gente che si suicida con le bombe per avere le famose 71 vergini nella'ldilà...i capi d'Israele che si divertono a fare a braccio di ferro coi palestinesi sarebbero sculacciati dalla mattian alal sera...

ripeto, quando qualcuno vi dice cose (nel mio caso) sul cristianesimo, nel 99% dei casi (sto pensando ai ciellini...) ridetegli in faccia...si stanno tirando fuori cose completamente assurde


Io non sono per l'imposizione del crocifisso. Se c'è, ci sarà una ragione. Questa ragione è che l'Italia e il popolo italiano hanno radici legate al cristianesimo, ed era una forma di rispetto verso la Chiesa. Se adesso si vuole eliminarli per un principio di purezza e di laicità, allora che si applichi questo discorso a tutta la scuola e si faccia un po' di ordine. Ma che non mi si venga a dire che vanno tolti "perché ci si sente oppressi" o "perché i nostri figli vengono mal educati così" o peggio ancora "perché la Chiesa fa schifo". Ma metterei anche un prete in classe se uno mi dovesse dire queste cose.

Bene, siamo d'accordo, se si vuole seguire un buon ridimensionamento laico facendo le cose seriamente, sarebbe da togliere.
idem, ma soprattutto perchè chi vuol credere, se ne frega di cosa ha davanti...se ho voglia di pregare, lo faccio con davanti anche un quadro di allah (quello invece di adel smith con scritto allah è unico era una provocazione bella e buona...e non per la scritta, ma perchè l'ha messo in palese risposta provocatoria al crocifisso...)
un simbolo non dovrebbe influenzare la fede di una persona


:wink:

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 12 guests