TV ASSASSINA (con appunti su nietzsche)

Cinema, Peperoncini, Navi Spaziali, Barbecue, Fisica Quantistica… TUTTO!
Dunadan_O_o
FoOrum User
FoOrum User
Posts: 27
Joined: 16/04/2003 16:59

Post by Dunadan_O_o » 26/10/2003 13:13

hai ragione Pot, per me il discorso su Nietzsche può essere anche chiuso, se France vuole continuarlo portando sue idee lo invito ad aprire un nuovo tread.

User avatar
France
Veteran
Veteran
Posts: 2746
Joined: 10/06/2003 22:03
Location: Zürich, CH

Post by France » 26/10/2003 13:17

(non me la prendo dunadan e' solo che io credo che ogni possibilita' merita attenzione ed escludere qualcosa a priori non credo sia utile ma restringe solo la visione delle cose possibili.
Eppoi ti avevo gia dato ragione ricordi? Ho solo fatto un discorso parallelo/personale partendo come spunto da Nietzsche)

Per la televisione invece direi che chi riesce a controllarla come dice pot non e' mai un idiota.
E Chi si fa influenzare dalla televisione correggendo cosa ho scritto sopra non e' per forza un idiota, mi ricordo che io qualche volta per la pubbilicita' sono stato spinto a comprare qualcosa che prima non volevo come per esempio Starcraft.

Vorrei somrzare un po i toni e dire che la televisione influenza sempre tutti. Quello su cui bisogna lavorare e' il grado di influenza che si e' disposti ad accettare.
Quindi chi si fa influenzare di piu' non deve essere considerato a tutti gli effetti un idiota ma solo piu' influenzabile e meno cosciente della influenza che la tele puo' dare.

Quindi ripetendo quello che ha detto duandan per la seconda volta: Famiglia,Scuola e magari anche amici come questo forum dove si puo' discutere e imparare(come nel caso di nietzsche grazie :D).

Dunadan_O_o
FoOrum User
FoOrum User
Posts: 27
Joined: 16/04/2003 16:59

Post by Dunadan_O_o » 26/10/2003 14:16

A volte mi faccio prendere dall'entusiasmo :lol:

User avatar
Sky79_o.O
FoOrum PRO
FoOrum PRO
Posts: 1580
Joined: 02/02/2003 02:06
Location: Brescia

Post by Sky79_o.O » 27/10/2003 20:35

Dunadan_O_o wrote:A volte mi faccio prendere dall'entusiasmo :lol:
Duna è stato leggermente cambiato il titolo:i tuoi post anche se sono un po OT sono ben accetti anzi danno davvero una bella ventata per questo forum(e io onestamente lo sapevo quando ti dissi di postare più frequentemente nella community)

Quindi Duna,France e chiunque voglia intervenire il palcoscenico è vostro :wink:
Image

User avatar
France
Veteran
Veteran
Posts: 2746
Joined: 10/06/2003 22:03
Location: Zürich, CH

Post by France » 27/10/2003 21:06

ti ringrazio per avere modificato il titolo e cosi concesso spazio per una discussione interessante e produttiva, ma come abbiamo scritto sia io che nietzsche, ehm pardon duna :D abbiamo finito la discussione.

Comunque manmano che studiero' all'uni nuovi argomenti interessanti non manchero' di proporli in questo forum. Vi assicuro che non attenderete molto.

Azhag_o.O
FoOrum Enthusiast
FoOrum Enthusiast
Posts: 371
Joined: 15/12/2002 19:22

Post by Azhag_o.O » 27/10/2003 21:29

io giuro che appena ho tempo (e voglia) mi leggo questo tread chilometrico e dico la mia :wink:

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4380
Joined: 07/01/2003 14:09
Location: Torino
Contact:

Post by snuffz » 04/11/2003 10:34

due riflessioni, alla luce della puntata di Striscia la Notizia di ieri sera, e dell'ennesimo "mago-ruba-soldi" stile Wanna Marchi beccato a raggirare (derubare!) povere persone...
Quello che mi fa veramente SCHIFO della televisione è la sua capacità di digerire e riciclare, e trasformare in veri e propri arieti-spakka-odiens i peggio balordi della società.
Voglio dire: hai fregato centinaia di persone con finti riti magici e filtri di marzapane? Hai minacciato, ricattato e impaurito decine e decine di vecchiette raccontando loro balle sul malocchio, le fatture e la negatività? O ancora peggio: sei accusata di aver ucciso tuo figlio (il riferimento del caso credo sia chiaro a tutti, no) ?
Bene. Perchè ti sei appena guadagnata un posto d'onore al Maurizio Costanzo Show, nella sezione Uno contro Tutti, col ciccione baffuto che dirà "Innanzitutto grazie per essere venuta qui...". Oppure da Bruno Vespa, trattata come un ospite con tanto di applauso all'ingresso. O da Maria De Filippi, che ti dà l'occasione di mandare un postino beota a chiedere scusa........
Eddai, che poi magari ci scappa anche un libro-verità, dai su, che mondadori ed il berlusca....
bleah!!!

Berserk_o.O
FoOrum Enthusiast
FoOrum Enthusiast
Posts: 306
Joined: 28/01/2003 15:00
Location: Verona 7 millano... piu milano

Post by Berserk_o.O » 04/11/2003 13:46

sarebbe bellissimo che si presentasse al Costanzo Show : SOCRATE

sapete che bello vedere socrate che ribalta tutte le domade di costanzo? e gli fa ... ma pecccccheee? :lol:

dimostrandogli quanto in realta è ignorante!

la cosa che mi da fastidio è che anke quando....le discussioni e gli argomenti sono ridicoli... questi programmi hanno la pretesa di essere seri! :shock: ma fatemi il piacere! :evil: :mad:

User avatar
LouStrong_o.O
oO Team
oO Team
Posts: 510
Joined: 06/12/2002 20:48
Blizzard BattleTag: Loustrong#2623
Location: Stra VE

Post by LouStrong_o.O » 04/11/2003 15:03

Innanzi tutto complimenti a Dunadan e France per la competenza in materia filosofica, mi son piaciuti molto i toni dialettici accesi, è cosi che dovrebbe svolgersi una discussione secondo me perchè ognuno diventi perfettamente consapevole delle proprie idee. E da qui parto per riallacciarmi al discorso iniziale.
Il problema che vedo io nella società moderna è che la gente non ha coscienza di se, ne delle proprie idee. Poche persone, dopo aver esposto un proprio pensiero, sanno difenderlo da un attacco esterno. Un oratore di media levatura riesce a smontare spesso un discorso fatto da un "incosciente" (passatemi la nomenclatura) senza che questi riesca a capire dove viene gabbato. Una simile mente d'argilla è terreno fertile per chi conosce i trucchi della dialettica o della psicologia, e se come accade questi ultimi hanno accesso a mezzi di comunicazione di massa (quindi non solo tv ma anche giornali, riviste, radio, o quant'altro) finisce che il povero salame medio si lascia convincere di tutto e del contrario di tutto. Come si combatte questo fenomeno? Con la cultura da un lato, e da qui nasce l'esigenza di conoscere la storia e la filosofia, anche se non soprattutto antiche visto che noi "uomini del futuro" alla fine ci facciamo raggirare da sofisti di vecchissimo stampo; dall'altro serve un maggiore dialogo, un maggiore confronto con chi ci circonda, le nostre idee saranno veramente nostre solo nel momento in cui sapremo difenderle, tante dovremo cambiarle rendendoci conto che il mondo non è come lo immaginavamo, altre si solidificheranno in noi e ne saremo finamente coscienti. Non piu argilla, nemmeno un granito che aspetta solo di essere eroso dal tempo non sapendosi piu adattare, semplicemente un cervello, una mente formata, abituata al ragionamento ed al dibattito, consapevole delle proprie possibilità e dei propri ideali nonchè disposta a cambiarli qualora si rivelassero errati.

Il testo seguente l'ho riesumato da un vecchio post su un altro forum, in fondo fa un discorso simile.

Morale, etica, anima, bene, male, giusto, sbagliato. E' il contenuto della valigia che ci hanno dato appena nati, ne danno una diversa a seconda del "mondo" dove nasci. Si perchè pare ce ne siano vari di mondi, il primo, il secondo, il terzo, non so a quanti si arrivi. Ti può capitare quello in cui giochi a DAoC, o quello in cui ai 20 non ci arrivi se non hai culo, e pure se ci arrivi prima del pc devi farti casa (e intendo costruirti, non comprare, non ce ne sono in giro). In uno di questi lotterai per il motorino, in un altro per un tozzo di pane. In entrambe i casi, FAI BENE. La lotta per raggiungere ciò che vuoi è la spinta che guida la vita degli uomini e l'evoluzione delle culture/società. Ma... perchè c'è sempre un ma. Ma cosa vuoi? Cosa ti spinge? Cosa ti SODDISFA? Hai aperto la valigia, hai letto i depliant che c'erano dentro e sei convinto di sapere cosa ti serve per essere felice. Hai vissuto seguendo quegli opuscoli e hai avuto qualche bel momento, ne hai anche avuti di brutti ma c'era scritto che non era facile.
Però ti è anche capitato qualcosa di strano... hai parlato con qualcuno di ciò che c'era nella valigia, e gli stessi opuscoli per lui avevano un significato leggermente diverso. Per la prima volta hai avuto un DUBBIO. Hai messo in discussione (se ce l'hai fatta, se non hai chiuso la porta, se non hai rinnegato il confronto) ciò che pensavi, ciò che eri, ciò che ti portavi dietro da sempre. Forse ti ha fatto male, forse no, ma ti è piaciuto. Hai cominciato a cercare altra gente con cui parlare, gente che avesse la voglia di mettersi in gioco per capire meglio cosa ci fosse di vero in quella valigia, e cosa, dei suoi obiettivi tanto vitali, fosse effettivamente un suo bisogno e non una "imposizione". E se hai avuto culo hai trovato gente con la valigia diversa dalla tua, e li hai fatto un salto anche piu alto verso il primo obiettivo di una persona:

l'autocoscienza.

Non sei arrivato al traguardo, non c'è nessun traguardo in effetti. Ma sei qualcosa di piu, ora la valigia te la riempi da solo, e ci metti quello che per te è veramente importante, non ciò che qualcuno ti ha detto lo fosse.

Lou

Bw|Auron
FoOrum guest
FoOrum guest
Posts: 3
Joined: 09/10/2003 15:49

Post by Bw|Auron » 04/11/2003 20:54

OH,mio dio... Ma qui o fumate troppo,o siete troppo intelligenti per me.
O forse uno di 15 anni,sa poco di filosofia. Apprezzo comunque il poco che ho capito e sono assolutamente d'accordo con Berserk,unico che si esprime senza filosofeggiare :oops:
Per il resto.... :?

pot
FoOrum PRO
FoOrum PRO
Posts: 849
Joined: 25/04/2003 05:09

Post by pot » 04/11/2003 21:07

Lou, il tuo è veramente un bellissimo discorso. Il problema è che la valigia non la vogliono aprire tutti. O meglio, tanti hanno il blocco mentale che impedisce loro di aprirla. Si scordano la combinazione apposta. E questi sono quelli che rimangono indietro. Non ci si può far niente, non si può spaccare la valigia. Se qualcuno in questo senso è debole, resterà debole. Ma per dirla tutta: ognuno nasce debole. Sta a ogni singola tirar fuori le palle e aprire la valigia, sfogliare i pieghevoli (dépliant in italiano si dice così... :shock: ), e crearsi una coscienza di sé. Correre dietro a qualcuno in questo senso è solamente un palliativo per chi, diciamo pure "superiore" (in questo ambito almeno), vuole far leggere il proprio contenuto a quelli che non vogliono nemmeno leggere il proprio.
La possibilità di aprire la valigia e di mostrarne il contenuto va data a tutti. Ma è un diritto, non un obbligo. Traduzione in termini pratici: se un ragazzo arriva a finire la scuola media, e ha già aperto la mente in questo senso, e decide di coltivare la cosa, generalmente continuando gli studi, tanto di capello. Chi invece se ne sbatte della cultura... Beh, forse un giorno si accorgerà dell'errore.
Forse...
Un giorno...

Berserk_o.O
FoOrum Enthusiast
FoOrum Enthusiast
Posts: 306
Joined: 28/01/2003 15:00
Location: Verona 7 millano... piu milano

Post by Berserk_o.O » 04/11/2003 21:38

Bw|Auron wrote:OH,mio dio... Ma qui o fumate troppo,o siete troppo intelligenti per me.
O forse uno di 15 anni,sa poco di filosofia. Apprezzo comunque il poco che ho capito e sono assolutamente d'accordo con Berserk,unico che si esprime senza filosofeggiare :oops:
Per il resto.... :?
ehm ehm.....
magari mi esprimo in un certo modo... maa... socrate è un filosofo^^

Bw|Auron
FoOrum guest
FoOrum guest
Posts: 3
Joined: 09/10/2003 15:49

Post by Bw|Auron » 04/11/2003 21:59

SAi,non son sicuro di aver capito la risposta bers,come non son sicuro che tu abbia capito la mia. Il mio "per il resto..." era riferito alle altre filosofate di questa discussione.
Pot,tanto di cappello. :teach:
O meglio,per questo periodo >>> :sick:
:D

User avatar
France
Veteran
Veteran
Posts: 2746
Joined: 10/06/2003 22:03
Location: Zürich, CH

Post by France » 05/11/2003 02:20

io direi che poco si puo' ancora aggiungere a quello che e' stato scritto sopra.

Mi sentirei di scrivere riallacciandomi agli ultimi post di lou e pot che in fin dei conti la verita' socratica, ovvero la conoscienza si ottiene cercandola non trovandola.

Per questo tutti quelli che dicono di averla e che la fanno trovare ad altri sono solo dei fasulli perche' non esiste la verita' in queanto conoscienza ma e' solo un processo di ricerca che dura per sempre.

L'unica cosa e' che pochi hanno il tempo la voglia o l'interesse per fare questa ricerca. E' anche difficile e non sempre gratificante se non a lungo termine.

Quindi io credo che molti si accontentano di trovarla da chi promette di averla.
E' rassicurante non pensare oltre che comodo.

Quindi chi non pensa, o meglio chi non dubita sara piu' influenzabile di chi invece pensa e dubita.

Per esempio la televisione a sentira si direbbe che il governo casca da un giorno o l'altro ma questo gia da due anni e passa.
Oppure sembrava che la guerra in irak fosse molto piu' lunga quando hanno contrattaccato gli irakeni in kuwait (non voglio aprire una paretesi sull'iraq).
A stare a sentire solo di notizie quelle prese in buona fede senza chiedersi se le fonti sono attendibili gia ci influenzano.
Figuriamoci un talk show per chi e' in buona fede.

Io direi per finire che si puo' combattere solo in una maniera il non pensare:
la scuola e la famiglia.
Non credo che se mio padre fosse stato nella media italiana Tifoso di calcio, cieco per tutto il resto, avrei apprezzato tanto la storia e la filosofia. Stesso discorso per mia madre.
Poi una mano me la hanno data i vari professori di storia filosofia italiano matematica.
Forse credo che sia solo una questione di casistica e fortuna partire con il piede giusto. Chi parte con quello sbagliato si perde per strada e ogni secondo che passa sara' piu' difficile cambiare attitudine.

User avatar
LouStrong_o.O
oO Team
oO Team
Posts: 510
Joined: 06/12/2002 20:48
Blizzard BattleTag: Loustrong#2623
Location: Stra VE

Post by LouStrong_o.O » 05/11/2003 12:06

la conoscienza si ottiene cercandola non trovandola.
Attenzione a non confondere nel mio discorso il sapere come cultura dalla coscienza di se. Conosco persone di scarsissimo livello culturale che hanno idee ben piu sicure e convinte di tanti altri saputelli. Poi che lo studio aiuti nel processo di "presa di coscienza" è un altro discorso. Concordo con pot sul fatto che aprire o meno la valigia sia un diritto non un dovere, cosi come son convinto che non seguire la moda per partito preso sia ESATTAMENTE COME SEGUIRLA, sei influenzato alla stessa maniera, distaccarsi da un qualcosa serve a CAPIRLO non necessariamente a NEGARLO.

Lou

User avatar
France
Veteran
Veteran
Posts: 2746
Joined: 10/06/2003 22:03
Location: Zürich, CH

Post by France » 06/11/2003 01:15

si certamente l'anti confromismo conformista porta al conformismo esattamente come il conformismo.

io cmq pensavo di essere stato chiaro cercare la conoscienza vuole dire aprirsi a varie idee vuole dire non accontentarsi di trovare quello che gia c'e' ingiro e analizzare.

Con questo non dico che bisogna negare tutto, come del resto ho disperatamente cercato di dire con duandan e' che il superuomo (secondo me) e' tale in quanto mette in dubbio e poi sceglie se tenere o no.

Per questo dicevo che la cultura, che non e' altro che il sapere inteso come apertura mentale e ricerca e coltivazione dei propri interessi, nozionismo,arte,letteratura,musica e chi piu ne ha chi piu' ne metta,
si ha ricercando e non trovando, perche' trovandola si ottera' solo di smettere di cercare.
Poi cosa si vuole trovare? una conoscienza specifica e basta. Sapere tutto di tutto e' impossibile ma e' lodevole provarci.

Azhag_o.O
FoOrum Enthusiast
FoOrum Enthusiast
Posts: 371
Joined: 15/12/2002 19:22

Post by Azhag_o.O » 07/11/2003 10:54

ok, visto che posso rispondere solo adesso, fate conto che il mio post sia stato nella prima pagina e perdonatemi se ripeto cose già discusse (ho letto a grandi tratti tutti i post, specie quelli del dibattito filosofico...e mo so caxxi, visto che...ma vabbè, altra volta va :twisted: )

giusto per iniziare in topic, cominciamo col rispondere alla provocazione TV assassina...
settembre, per racimolare i money, vado a dare ripetizioni (oltre al lavoro, caxxo) da una ragazzina di seconda media...entro in casa...la trovo davanti al televisore a seguire un programma demente con delle vecchiette che ballano come se fossero veline/schedine/cazzatine, ecc...imbambolata (e pure io quando l'ho visto, ma per un conato improvviso di vomito, altro che...)...
presentazione, devo "erudirla" su matematica e geometria...cominciamo e scopro che NON SA FARE LE OPERAZIONI DI BASE (+ - * / per intenderci)...giorni dopo ha disdetto una lezione perchè "doveva uscire con le maiche e farsi i capelli"...a 12-13 anni?!?
capacità di concentrazione di circa 10 minuti alla volta...(continuo a ripetere l'aneddoto "99 diviso 33?"..."4?"..."no, quasi...vai ancora"..."18?" :shock: "18?!?...scusa, ma che ragionamento hai fatto?"..."bho...ho sparato a caso...magari ci prendo come con la lotteria"

:shock:

ora, non so se è la TV che condiziona la mente delle persone, ma io ho pensato questo: la TV è FATTA DALLE persone...quindi, delle 2, una: :arrow: c'è una demenza (si, nel vero senso della parola) generale, per cui la TV non può fare altro che essere tale in quanto fatta da persone dementi...e qui la TV non fa altro che accentuare il gap tra l'uomo normale e l'ominide in cui ci stiamo trasformando :arrow: i grandi detentori del potere ( :roll: ) che stanno dietro alla scatoletta nera sono consapevoli della demenza generale e, alzandosi da essa prendendone, appunto, coscienza, sanno sfruttare la cosa a modo loro...e qui la TV fa esattamente la stessa cosa di prima
pensateci bene: quando vedete una marmaglia di ragazzi con i piumini gonfiati, bianchi, con i motorini truccati perchè "se fa più casino è mondiale e ci sta dentro" (ma che cazzo stanno dicendo?!?! ) e le solite 3 oche per 10 maschi arrapati di cosa parlano? ogni tanto mi metto a sentirli (non senza orrore) mentre torno dalla metro (si appostano sul paizzale)..."ma lo sai che tiziocaiosemproniocassio oggi ha insultato trictracpuff e lui l'ha nominato...ora mi sa hce esce...io cmq lo voto" (l'sola dei famosi, per la cronaca...l'ho intuito dopo quando parlavano di vip e di pesce da pescare...)

da cui: la TV non è l'Assassina, è uno dei coltelli...
I killer siamo noi ( :twisted: )...ogni volta che invece di, esempi assurdi, dire "no grazie non fumo" prendiamo il cannone perchè fa figo e anche la tizia gnocca 2 metri più in la fuma...ogni volta che tra jerod il camaleonte e amici di maria scegliamo di seguire 45 casalinghe represse che vengono in tv a farsi i cazzi di qualcun'altro perchè quel qualcun'altro non è iin grado di farsi i cazzi propri da solo...ogni volta che nelle edicole prendiamo top girl (vabbè, non proprio noimaschietti...ma magari :shock: :D ) perchè dentro c'è l'editoriale (si vabbè...ora pensano anche di saper scrivere decentemente...) del figo di turno...ogni volta che men's health non manca nella nostra vita perchè p insegnato un trucco per radersi anche la schiena in mdo da poter fare una posizione a 5637445° che la farà sicuramente gridare dalla gioia ( :shock: )...tutte le volte che andando in un negozio prendiamo i jeans colorati come se fossi un imbianchino impedito sporco di vernice o se fossi un pescatore che ha solo quel paio di pantaloni...
la Tv non fa altro che abbassare il nostro livello di esseri pensanti facendoci sfociare nella categoria degli esseri vegetanti...solo questo (solo!)

rispondendo alla provocazione sull'omologazione di massa che sta subendo la società in generale

si, ma non ci puoi fare niente! :twisted:
per com e la vedo io il tumore è ormai in stadio avanzato...al max un paio di mesi di vita...
si può solo scegliere di sbattersene altamente e di non farne parte...collasseremo lo stesso, am almeno con coscienza...visto che è appena uscito matrx revolution è come se matrix non potesse essere distrutta...chi sta dentro "ci sta dentro" (in tutti i sensi) e crede che sia tutto reale (strafigo! :roll: ), chi ne è uscito vede il mostro che è...già capire che "c'è qualcosa che non va" (è la domanda che ci spinge) è un passo avanti...se ci si libera si è a posto...solo qui c'è il pericolo di ritornarci (perchè alla bella figliola che incontro tutti i giorni in metro per andare all'uni che io sappia a memoria le poesie di baudelaire poco importa, visto che il mio piumino non è di marca (anzi, non ce l'h proprio...) e aborrisco le discoteche manco fossero predator che tentano di uccidermi lentamente per poi prendere la mia testa come trofeo...) e di ricaderci...la olontà umana è debole e prima o poi si rischierà sul serio di voler rientrare in matrix (cypher insegna..."vedi, io so che questa bistecca non esiste, ma matrix mi suggerirà che il suo sapore sia delicato e gustoso"...ahm, e mangia la bisteccona )

entrando nella discussione filosofica
mi incazzo anche io che ci sia ancora gente che considera nietzsche il "padre ideologico del nazismo"...anche perchè se c'è una cosa che manda in bestia nietzsche è che il popolo capisca e apprezzi le sue idee...ma non è una novità che qualcuno debba pur rigirare a proprio vantaggio e per i propri scopi un pensiero di qualcuno...deve in qualche modo "giustificare" le proprie azioni con un pensiero che sia a detta comune superiore...adesso la situazione è cambiata...ora sono i testi delle canzoni che spingono qualcuno a concepire il proprio operato come "guidato" da qualcosa di superiore (avete presente cosa succede negli smash show?...non andateci, l'ignoranza in questi casi è un bene...)
in ogni cosa, come sempre, il tutto succedeva già da prima (altrimenti kierkegaard non si tirava i pacchimentali...) e, come in ogni epoca, c'è la gente che l'accetta, la gente che non l'accetta per partito preso o per non essere catalogata (da chi poi? bho...) come quellid el primo esempio e chi non l'accetta per una sua idea...SUA idea...presa da chi volete, dettata da qualsiasi esperienza/situazione, accesa da qualsiasi sentimento/emozione, ma SUA
e per la serie "a volte ritornano" guardate cosa scriveva Nietzsche nel 1886...solo 2 frasette...

"A chi non è capitato almeno una volta di sacrificare se stesso per il proprio buon nome?"

"La follia è qualcosa di raro nei singoli, ma nei gruppi, partiti, popoli, epoche è la regola"

e ora provate ad accendere il televisore su "al posto tuo"...se ne avete il coraggio :twisted:

edit: se volete potete anche prendere come profezia l'ultima quartina della poesia "L'albatro" di Baudelaire...recita così

"Il poeta rassomiglia al principe dei nembi
che pratica la tempesta e se la ride dell'arciere.
Esiliato a terra, in mezzo agli scherni
le ali di gigante gli impediscono di camminare"

volate, che è meglio (come diceva il puffo quattrocchi :shock: :D )

User avatar
France
Veteran
Veteran
Posts: 2746
Joined: 10/06/2003 22:03
Location: Zürich, CH

Post by France » 07/11/2003 12:59

a porposito di quello che dici te mi e' capitato di conoscere un insegnate delle scuole per ragazzi ''speciali'', che frequenta con me storia.

Mi ha raccontato che questi ragazzi speciali non hanno voglia di fare un cazzo, non hanno interesse a imparare, gli unici interessi sono farsi le extension alle unghie da 150 euro e comprarsi le scarpe da ginnastica da 200 euro. Andare al cinema a vedere Matrix e Blade (non per quello che puo' esserci dietro ma solo perche' c'e' azione.

Mi ha raccontato che questa gente e' piu' o meno il 50% delle scuole della piu' grande citta della svizzera. Questa gente vuole tutto senza faticare. Insegue i miti odiati da Tyler Durden di Fight club: La televisione che ti dice comprati una bella macchina fatti la bella casa la bella moglie si famoso ricco e se non farai queste cose sarai un fallito.

Quello che piu' mi spaventa e' che piu' la gente e' povera (non solo di mente ma di soldi) piu' vuole inseguire questi miti e si compra il cellulare da 200 Euro (che io non ho mai visto anche se posso permettermelo) scarpe da 300-400 Euro (che fanno 5-6 paia di scarpe mie messe assieme).

Ecco questo mio amico insegnate per passione e' frustrato perche' lui ce la mette tutta per coinvolegrli. Un esempio cosa vuole dire una certa parola? vallo a cercare sul vocabolario. Ma io non ho voglia. Ma lo abbiamo provato tante volta! si ma mi scazza farlo.

Io traggo queste conclusioni: Molta gente anche intelligente non viene motivata dalla famiglia perche' anche quelli sono cerebrolesi. Cosi questi bambini crescono senza voglia di fare perche' non li hanno interessati da piccoli. Poi crescendo peggiorano e basta e magari prima di crepare penseranno ho buttato la mia vita o nenanche.
Non e' la televisione a fare questo e' solo una conseguenza non la causa. La gente e' scema insegue miti fa tutto quello che le si dice.

In questi giorni mi sono finalmente spiegato perche' Hitler ha potuto fondare il terzo reich. Lo ha fondato sugli idioti castrando gli intelligenti. Per questo i tedeschi hanno perso la seconda guerra mondiale perche' i piu' intelligenti sono fuggiti in america. Chi e' rimasto, e ne sono rimasti tanti di intelligenti, non hanno trovato il coraggio di opporsi a una massa di stupidi e a hitler per primo.

Bene il parallelo storio fa capire benissimo che la gente e' mediamente stupida e la intelligenza che possono avere, viene sotituita da quella di massa che ti dice cosa e' figo cosa no.
Come ragazzo di un quartiere di merda di periferia di una qualsiasi citta nel mondo se non fumi le canne se non fai lo stronzo e se non ti comporti da bullo non sarai nessuno.

Questo e' sempre stato cosi e sempre sara' cosi.
L'unica cosa che mi e' venuta in mente sarebbe imedire a questa gente di fare figli ed educarli personalmente perche' cosi facendo li rovinerebbero e basta. Mi rendo conto che e' molto fascista come prospettiva ma ditemi voi se serve una patente per guidare perche' diavolo non puo' servire un qualcosa che certifichi che sei responsabile abbastanza per mettere al mondo un figlio e perparalo per il futuro?

(scrivo questo da quando quell'insegnate mi ha proposti di assistere a una sua lezione prima non ci credevo adesso si)

pot
FoOrum PRO
FoOrum PRO
Posts: 849
Joined: 25/04/2003 05:09

Post by pot » 07/11/2003 14:05

:off: France, ma è vero che noi due dovremmo fare l'icona con la freccia verso l'alto e la scritta "whatever he said"... :roll:


Ma tutto quello che France e Azagh hanno così ben esemplificato, perché? La risposta più ovvia, e anche quella giusta, è appunto la mancanza di educazione e cultura. La soluzione più drastica, ma senz'altro più efficiente, sarebbe quella suggerita da France. Per avere figli bisogna avere un "certificato". I problemi grossi sono due: sarebbe una rinuncia, e direi proprio forzata, alla libertà personale, e soprattutto, chi sarebbe in grado di definire "cosa è giusto e cosa no"? Di culture ce ne sono così tante, nessuna superiore alle altre, quale scegliere quindi? Io direi di aderire a quella del posto in cui uno è nato e vive, ma siamo in un'epoca di globalizzazione, e perciò... Allora limitiamo il "necessario per essere una persona valida in una società": bisogna essere una persona in grado di poter fare scelte politiche, con una morale corretta (e qui rilancio la palla al cristianesimo :D), e con cognizione di causa, cioè in grado di prendere decisioni (o sbaglio a dire cognizione di causa? :shock: ). E poi... E via con la "selezione naturale" a un certo punto. "Un nazismo ritoccato" in definitiva. Che funzionerebbe, non c'è dubbio, solamente che dal punto di vista umano sarebbe alquanto discutibile. O almeno, io sarei magari anche d'accordo, solo che la maggior parte delle persone non sono di questo avviso. La Cina vuole limitare le nascite a un figlio per coppia. E subito i più a dar contro a questa scelta.

Inutile continuare ad avanzare teorie, a questo punto. L'agente Smith diceva: "MA PERCHÉ FAI TUTTO QUESTO? PERCHÉ?" e Neo, con semplicità: "perché ho fatto una scelta".

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 2 guests