Baumgartner

Cinema, Peperoncini, Navi Spaziali, Barbecue, Fisica Quantistica… TUTTO!
Post Reply
User avatar
Bubillus
o.O Styler
o.O Styler
Posts: 684
Joined: Aug 2011
Blizzard BattleTag: Bubillus#2227

Baumgartner

Post by Bubillus » 15/10/2012 10:35

Questa a mio parere è una immagine stupenda
Image
quello che ha fatto Baumgartner mi ha emozionato. Credo che uscire dalla capsula e trovarsi di fronte ad uno spettacolo simile provochi una sensazione che, non so come dire... si riesce a trasmettere e a far percepire anche a chi è solo uno spettatore. E poi buttarsi!!! 1173 chilometri orari in caduta libera!!! Coraggio e sublime follia! Questa volta mi sono veramente venuti i brividi...
"Secondo le leggi della fisica e dell'aerodinamica, la struttura alare del calabrone in relazione al suo peso non è adatta al volo. Ma lui non conosce queste leggi e vola"

User avatar
PiChan_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 790
Joined: Jun 2007
Blizzard BattleTag: Pichan#2941
Location: Sovigliana-Spicchio

Re: Baumgartner

Post by PiChan_o.O » 15/10/2012 11:52

l'ho visto ieri sera in replica su italia 2......da brivido davvero, eccezionale!!

User avatar
Shauron_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 1701
Joined: Jan 2007
Location: Napoli
Contact:

Re: Baumgartner

Post by Shauron_o.O » 16/10/2012 17:12

L'ho visto live e mi sono spaventato quando alla massima velocità raggiunta ha iniziato ad esser fuori controllo, per fortuna è riuscito a stabilizzarsi verso la fine.
Va detto che chi l'ha seguito da terra, Joseph Kittinger, il 16 Agosto 1960 saltò da 31.330 metri raggiungendo la velocità di 988km/h con la tecnologia dell'epoca. Stava anche per perdere una mano dopo aver danneggiato la tuta vista la differenza di pressione.
Massima stima per Baumgartner, ma certamente l'impresa di Joseph Kittinger è stata molto più ardua.

Incredibile quanto la Red Bull stia acquisendo sempre più cose. Ha due scuderie in Formula 1, diverse squadre di calcio, hockey, basketball, football americano sparse nel mondo. Sponsorizza di tutto, compresa questa spedizione.
Il tutto è nato dall'importazione di una bevanda energetica dalla Thailanda ad opera di un Austriaco che ancora, se non mi sbaglio, soddisfa gran parte del fabbisogno dalla sede di Salisburgo.
Chissà se la colonizzazione dello spazio continuerà sotto la guida delle agenzie spaziali nazionali o ad opera di privati come ad esempio la Redbull...questo potrebbe esser da una parte positivo. Spinti da eventuali profitti la corsa allo spazio potrebbe avere una nuova spinta...
Intanto per il momento è solo un salto da un pallone ai confini dello spazio, ma tutto questo è iniziato grazie ad una bevanda. Adesso figuratevi a cosa può arrivare la Redbull partendo da un salto di 39.600 metri :D
Image

User avatar
Mano[FA]
Moderator
Moderator
Posts: 2158
Joined: Oct 2004
Location: UK

Re: Baumgartner

Post by Mano[FA] » 16/10/2012 17:39

Shauron_o.O wrote:Incredibile quanto la Red Bull stia acquisendo sempre più cose.
vado OT e magari apriro' un post apposta, ma mi chiedo come sia possibile. Io non vedo quasi nessuno che beve RedBull, ma una tonnellata di pubblicita' sotto ogni forma. Secondo me nasconde una colossale opera di reciclaggio, o hanno fatto piu' debiti dell'Italia. Cioe', la Cocacola vendera 100-1000 volte di piu' ma hanno simili coinvolgimenti pubblicitari.

Misteri.

User avatar
Bubillus
o.O Styler
o.O Styler
Posts: 684
Joined: Aug 2011
Blizzard BattleTag: Bubillus#2227

Re: Baumgartner

Post by Bubillus » 16/10/2012 19:08

Coca-Cola fa un delirio di investimenti pubblicitari a livello globale, ricordati che praticamente pagò l'edizione 1996 delle Olimpiadi ad Atlanta. Le Olimpiadi del centenario non le fecero ad Atene ma ad Atlanta perché la Coca-Cola sgravò dei costi il CIO e finanziò il comitato organizzatore con una cifra intorno al miliardo e mezzo di dollari.
Wikipedia dice che la Red Bull investe il 30% del suo fatturato in pubblicità, poi non credo che metta tutti tutti i soldi nelle scuderie che in parte immagino si finanzieranno anche tramite altri sponsor. Che sia un marchio più visibile in TV che nelle mani dei consumatori è indubbio.
"Secondo le leggi della fisica e dell'aerodinamica, la struttura alare del calabrone in relazione al suo peso non è adatta al volo. Ma lui non conosce queste leggi e vola"

User avatar
Shauron_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 1701
Joined: Jan 2007
Location: Napoli
Contact:

Re: Baumgartner

Post by Shauron_o.O » 17/10/2012 10:23

La Redbull è poco bevuta in Italia. Non so poi lì in Inghilterra ma in Germania e in Austria è consumatissima. Inoltre è alla base di gran parte dei drink superalcolici nei locali, quasi sempre si tratta di Vodka & Redbull.
Credo inoltre che sponsorizzando eventi simili ci sia un rientro con i diritti TV, come ad esempio in Formula 1 e con Redbull Stratos che è stato visto e/o rivisto da tutti praticamente.
Io non credo sia una società fondata sul debito, la missione Stratos, due scuderie Formula1, la Redbull Salisburgo e tutti gli eventi sportivi sponsirizzati costeranno un occhio della testa e senza credito difficile che le banche ti finanziano tali spese. Senza contare che la Redbull non ha un peso influente come personale assunto e come indotto quindi non può far leva come ha fatto la Fiat.

Comunque secondo i dati Redbull sono state vendute 4,631 Miliardi di Lattine nel 2011, calcolando 2€ a lattina (e credo sia un prezzo in realtà poco inferiore a quello reale), ha un fatturato di 9 Miliardi e 200 milioni, la bevanda è stata inventata in Thailandia ed è consumata dalla classe operaia per reggere i pesanti turni di lavoro, quindi immagino che sia molto economico produrla, anche perché in Austria la RedBull prodotta dallo Spar arriva a costare anche 60 centesimi a Lattina...
Inoltre credo la Redbull non abbia tante industrie come la Coca-Cola sparse nel mondo ma solo quella di Salisburgo (io lessi che l'intera produzione era concentrata in Austria).
Mano ricordati che la Coca-Cola sponsorizza ogni edizione calcistica a livello mondiale e continentale ed è sparsa in ogni angolo del mondo, vidi un documentario sulla CocaCola qualche tempo fa, praticamente in posti dove è difficile (se non impossibile) trovare acqua potabile è possibile acquistare della coca cola, e tutto ciò credo che sia anche un tantino antieconomico per la multinazionale...
Image

User avatar
Lysor_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 2447
Joined: Dec 2002
Location: Milano

Re: Baumgartner

Post by Lysor_o.O » 21/10/2012 20:32

Oh, allora non sono l'unico a chiedersi chi cavolo è che beve la Redbull... A me per esempio non piace; conosco un paio di persone che dicono che a loro piace, ma di fatto non la bevono comunque mai... Boh?

Comunque questo Baumgartner mi sembra discretamente un pazzo (come tutti quelli che praticano sport estremi) ma ammetto che non so cosa darei per provare le stesse emozioni IN SICUREZZA (che è praticamente impossibile).

...Ma se uno supera la barriera del suono e si mette a parlare, riesce a sentire la propria voce o avrà la sensazione di essere diventato muto (o sordo)? In realtà credo che si senta lo stesso, però mi è appena venuta in mente 'sta cosa e mi sono incuriosito. Ricorda un po' la domanda che si faceva a proposito della teoria della relatività: cosa succede se un'astronave che viaggia alla velocità della luce accende i fari?
Image
Tu vedi delle cose e chiedi: perché? Ma io sogno di cose che non ci sono mai state, e che forse non ci saranno mai, e dico: perché no?
--- Wolfgang Güllich

User avatar
Bubillus
o.O Styler
o.O Styler
Posts: 684
Joined: Aug 2011
Blizzard BattleTag: Bubillus#2227

Re: Baumgartner

Post by Bubillus » 22/10/2012 08:11

Il mio primo contatto con la RedBull fu sull'isola di Ios una dozzina di anni fa. Dopo qualche anno passato a fare il supergiovane in ferie a fare island hopping con lo zaino tattico sulle spalle quell'anno il disco che sta tra le mie 4a e 5a vertebre lombari decise che era arrivato il momento di uscire per vedere come è fatto il mondo. Era agosto ed ero piegato in due dal mal di schiena, nel giro di un mese, dopo aver patito le pene dell'inferno, mi sarei ritrovato in ospedale steso a letto con dei pesi attaccati... vabbè ho imparato la lezione, da allora solo trolley. Una sera dopo essermi arrampicato tra dolori lancinanti al paese in alto ad un certo punto entrai in un minimarket per cercare qualcosa che mi tirasse su e scelsi la sconosciuta ed ammiccante lattina grigio blu. Il sapore vagamente mi ricordò il dentifricio Paperino's ma è fuor di dubbio che per un paio d'ore funzionai come un soldatino a molla, una bomba. Ogni tanto, sporadicamente specie d'estate, ne bevo ancora una ma sono consapevole che non c'è roba sana dentro.
In effetti ad una velocità superiore a quella del suono Baumgartner si muoveva più velocemente di quanto si sarebbero mosse le onde generate dalla sua voce. Chissà, magari lui dice "Geronimo!" ma nel momento in cui qualcuno lo sente, ovvero sente la sua voce, lui non sarebbe già più nello stesso punto... in pratica si sentirebbe "Geronimo!" arrivare dal nulla? E poi, per sentire qualcosa di intellegibile si sarebbe dovuti essere quasi perfettamente in sincrono con l'origine del suono (stesso punto stesso istante tra sorgente ed ascoltatore) altrimenti essendo un po' in anticipo la frequenza sarebbe stata troppo alta e se in ritardo troppo bassa (lascio ad altri calcolarle :) )?
"Secondo le leggi della fisica e dell'aerodinamica, la struttura alare del calabrone in relazione al suo peso non è adatta al volo. Ma lui non conosce queste leggi e vola"

User avatar
Mano[FA]
Moderator
Moderator
Posts: 2158
Joined: Oct 2004
Location: UK

Re: Baumgartner

Post by Mano[FA] » 22/10/2012 10:38

Secondo me 'sta storia della velocita' del suono andrebbe spiegata meglio.

Da qual che ne capisco, lui ha superato la velocita' che il suono ha ad un atmosfera quando viaggiava ad altezze e pressioni inferiori.

Il che mi fa sorgere altre domande. Vista l'altezza, l'atmosfera era estremamente rarefatta e, immagino, il suono viaggia a velocita' piu' basse. Quindi ad un certo punto ha "rotto la barriera del suono" dove era lui, ma probabilmente a pressioni talmente basse da non fare il "bang". Cadendo e aumentando la densita' ha poi rallentato e deve esser stato recuparato dal suo suono.

Non so a che altezza ha superato la velocita' del suono ma, secondo me, abbastanza in alto. Gli aerei di linea stanno sotto la velocita' del suono, ma sono altamente aerodinamici.

Siccome indossava il casco, se lui parlava si sentiva bene. Quindi non possiamo chiedere a lui la domanda di Lysor.

User avatar
Bubillus
o.O Styler
o.O Styler
Posts: 684
Joined: Aug 2011
Blizzard BattleTag: Bubillus#2227

Re: Baumgartner

Post by Bubillus » 22/10/2012 11:44

"Secondo le leggi della fisica e dell'aerodinamica, la struttura alare del calabrone in relazione al suo peso non è adatta al volo. Ma lui non conosce queste leggi e vola"

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 2 guests