mezzo pieno, mezzo vuoto.

Cinema, Peperoncini, Navi Spaziali, Barbecue, Fisica Quantistica… TUTTO!
User avatar
Bubillus
o.O Styler
o.O Styler
Posts: 684
Joined: Aug 2011
Blizzard BattleTag: Bubillus#2227

Re: mezzo pieno, mezzo vuoto.

Post by Bubillus » 20/08/2012 11:16

Mano[FA] wrote:Se pensi al bicchiere in centro, e' quello che, di fatto, succede. La pressione atmosferica in tutte le direzioni si bilancia e il sistema e' in equilibrio. A sinistra, invece, il bicchiere ha pressione atmosferica in tutte le direzioni tranne che da sopra, perche' non c'e' nulla che eserciti una forza SUL BICCHIERE dall'alto. In maniera simile, l'acqua, non ha alcuna forza esercitata dal basso.
Io consideravo che a t=0 la massa d'acqua comunque ... ehm come dire ... tappasse il bicchiere in maniera solidale con le pareti, a meno di non considerare un coefficiente di attrito pari a zero (in meccanica sarebbe il pistone perfetto) però nello schema al tempo t=8ms si vede che la massa d'acqua si deforma nella parte esterna perché "frenata" dall'attrito contro le pareti del bicchiere. Proprio perché l'acqua è un fluido molto poco comprimibile (è il motivo per cui i carburanti di scarsa qualità rovinano i motori) immaginavo potesse agevolmente funzionare come mezzo di trasmissione della pressione atmosferica che riceve dall'alto verso le pareti del bicchiere andando ad equilibrare il sistema. Ovvio occorrerebbe calcolare i vari momenti, un bicchiere da cocktail praticamente cilindrico funzionerebbe diversamente rispetto ad uno con una forma più conica. Per lo stesso motivo pensavo che sostituire il liquido con una membrana (immaginando, ad esempio, di poterne produrre una abbastanza robusta e permeabile all'aria solo in una direzione da dentro il bicchiere verso fuori) non cambiasse i termini dell'esperimento del bicchiere volante evitandone però l'inghippo della rottura.

EDIT: Ok sono un po' tardo, piano piano però ci arrivo. Mi sono risposto da solo, è proprio l'effetto pistone a fare in modo che il bicchiere possa sollevarsi, se la massa d'acqua fosse troppo solidale con le pareti non succederebbe e la sola pressione laterale sulle pareti non ha una grande influenza anche avendo a che fare con forme non perfettamente cilindriche del bicchiere.
Mano[FA] wrote:All'inizio si. Poi da una parte tenderebbe a diventare sferica (le molecole d'acqua si atttraggono) dall'altra pero' inizierebbe a bollire, e questo la porterebbe ad evaporare completamente. E siccome sarebbero le molecole con piu' energia ad abbandonare l'acqua per prime, potrebbe anche essere che, ad un certo punto, cio' che resta ghiacci e poi, piu' lentamente, sublimi. Ma non so, magari il fatto che inizi a bollire e' abbastanza da mandare la secchiata d'acqua in mille goccioline che poi evaporano indipendentemente.
Sì immaginavo anche io una cosa simile. E' divertente pensare che probabilmente l'acqua non sottoposta a forze esterne si predispone comunque in forma sferica per via della sua struttura molecolare. Filosoficamente la dice lunga. Il ciclo di evaporazione - espansione - condensazione - compressione con relative variazioni di temperatura potrebbe essere anche l'idea di un motore endotermico a ciclo chiuso alimentato ad acqua, solo che ho il sospetto che l'energia necessaria a creare e mantenere in moto tutto quanto non sarebbe indifferente e che occorrerebbe avere a disposizione un discreto serbatoio pieno per poter avere energia sufficiente. La macchina a vapore senza aver bisogno di spalare carbone :mrgreen:
"Secondo le leggi della fisica e dell'aerodinamica, la struttura alare del calabrone in relazione al suo peso non è adatta al volo. Ma lui non conosce queste leggi e vola"

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 4 guests