Megaupload & SOPA

Cinema, Peperoncini, Navi Spaziali, Barbecue, Fisica Quantistica… TUTTO!
User avatar
Bubillus
oO
oO
Posts: 684
Joined: 13/08/2011 17:41
Blizzard BattleTag: Bubillus#2227

Re: Megaupload & SOPA

Post by Bubillus » 23/01/2012 08:13

U capì, ma se sotto l'etichetta warez ci metti pure la copia delle audiocassette allora si rischia di banalizzare il problema.
Hanno ingabbiato il siur Kim Schmitz mica perché passava il CD di Lady Gaga a suo cugino Pierfranz ma perché era provato che Megaupload (e tutto il resto collegato) era consapevolmente un mezzo per la diffusione di materiale coperto da copyright. Ed Herr Schmitz e soci mica lo facevano per hobby o per fare i paladini anti-majors.
Che il SOPA e PIPA siano delle emerite boiate è un dato di fatto, ma il problema è reale. A me personalmente non mi entra e non mi esce un centesimo in più dalle tasche, però non mi va che un mezzo di comunicazione di massa fenomenale come è Internet sia minacciato dalla presenza di chi lo utlizza per scopi tutt'altro che nobili e tanto meno disinteressati (pornografia, pirateria informatica, etc). E' un po' come avere lo spacciatore nel parchetto sotto casa e voler fare partire il fenomeno dallo smercio di figurine Panini.
E riguardo a Nazinet, ricordiamoci che quando nel '94 ci fu il tristemente famoso Italian Crackdown (boia faus! son già passati 18 anni :old: ) non fu una azione spontanea di un gruppo di magistrati retrogradi e fascistoni, ma fu la reazione esagerata, stupida e dannosa ad un problema che però esisteva davvero ovvero il traffico di materiale pedopornografico. E alla fine ad andarci di mezzo furono un mucchio di veri appassionati (in pratica Fidonet venne ammazzato nel giro di 2 giorni) che da un giorno all'altro vennero descritti da certa stampa come un manico di anarchici pedofili.
"Secondo le leggi della fisica e dell'aerodinamica, la struttura alare del calabrone in relazione al suo peso non è adatta al volo. Ma lui non conosce queste leggi e vola"

User avatar
Derek_o.O
oO
oO
Posts: 1103
Joined: 07/07/2005 09:17
Blizzard BattleTag: Derek#2521

Re: Megaupload & SOPA

Post by Derek_o.O » 23/01/2012 10:22

Ora non funziona più nemmeno filesonic :gnash:

Vabbé ne rimangono molti altri :D

EDIT: cazz anche Fileserve non va più
Image

User avatar
France
Veteran
Veteran
Posts: 2746
Joined: 10/06/2003 22:03
Location: Zürich, CH

Re: Megaupload & SOPA

Post by France » 23/01/2012 11:11

stavo pensando intensamente a questa'azione che abbiamo assistito contro Megaupload. Ora possiamo stare a discutere quanto vogliamo sui dettagli, giusto non giusto etc. A me interessava fare una considerazione parallela da proporvi.

Che implicazioni ci potrebbero essere se una cosa del genere passa?

Il primo problema è che personalmente non so esattamente cosa cambia, tutti ne parlano ma nessuno ha mai linkato il testo di legge. Eccovelo qua http://thomas.loc.gov/cgi-bin/query/z?c112:H.R.3261: Ora leggendo posso allegramente dire che è un discorso al difuori della mia portata, non per complessità ma per tempo. Semplicemente non ho voglia di stare 20 ore a leggere tutto. Quindi semplicemente sono andato su altri link a vedere leggere chi aveva già fatto questo processo. Si può scegliere fra chi è a favore e chi è a sfavore e così via e ci si può fare una idea basata su una comunicazione informatizzata, decentralizzata.

Ora un piccolo excursus:
L'informazione decentralizzata è stato il passo più importante di sempre della storia dell'umanità. Una informazione centralizzata come lo è quella della televisione, ha sempre dato adito a manovre politiche e propaganda delle più meschine. Regimi come fascismo, comunismo e affini, sono solo stati possibili attraverso la televisione. Uno strumento fortissimo nelle mani di pochissimi.

Bene,
ora noi abbiamo uno strumento immensamente potente come internet ed è decentralizzato. Nessuno attualmente può monopolizzare tutta la rete per propagare una idea singola. Quindi tutti gli utenti sono costretti ad informarsi come meglio credono e a prendere una decisione secondo la propria conoscenze e morale.

Questo processo è in'assoluto la prima genuina possibilità che abbiamo di affrancare il singolo da tutte i tentativi di controllo, per essere veramente liberi. Degli uomini nuovi.

Io ho paura che questo strumento così potente venga visto con fastidio perchè rovina l'ordine sociale. Se da una parte guardiamo il TG dove vediamo per esempio il potente di turno che fa una bella figura e dall'altra possiamo scegliere di informarci di più e vedere l'altra faccia della medaglia tutto cambia. Quindi tendenzialmente a monte di ogni discorso morale sulla protezione, qualsiasi testo di legge che possa creare pericolosi precedenti nella regolazione di internet non deve avere supporto.
Image

User avatar
Bubillus
oO
oO
Posts: 684
Joined: 13/08/2011 17:41
Blizzard BattleTag: Bubillus#2227

Re: Megaupload & SOPA

Post by Bubillus » 23/01/2012 11:31

Ma quali strumenti di auto-tutela ha Internet? E chi li dovrebbe implementare e applicare? E con che autorità censoria o coercitiva? Oppure (continuando nel paragone) per evitare di avere le telecamere sui pali accettiamo come inevitabile, come "male minore" (sic!) la presenza dello spacciatore nel parchetto?
"Secondo le leggi della fisica e dell'aerodinamica, la struttura alare del calabrone in relazione al suo peso non è adatta al volo. Ma lui non conosce queste leggi e vola"

User avatar
Derek_o.O
oO
oO
Posts: 1103
Joined: 07/07/2005 09:17
Blizzard BattleTag: Derek#2521

Re: Megaupload & SOPA

Post by Derek_o.O » 23/01/2012 12:08

Image

User avatar
France
Veteran
Veteran
Posts: 2746
Joined: 10/06/2003 22:03
Location: Zürich, CH

Re: Megaupload & SOPA

Post by France » 23/01/2012 15:04

Molto spesso si confonde il sintomo con la causa di un male. L'esempio che calza a pennello per noi è: Un ragazzo ha fatto una strage in una scuola uccidendo x compagni. Giocava a Doom3. Allora è colpa dei Videogiochi. Stessa cosa si può applicare alla musica o ai film che guardava. Allora bisogna combattere la presunta causa con tutti i mezzi.

Non so, se al posto di avere lo spacciatore nel parechetto si decidesse che l'unico spacciatore possibile sia lo stato, allora non ci sarebbero problemi di sorta. Stessa cosa per la prostituzione etc etc. Il proibizionismo non ha mai risolto niente se non fare danni. L'esempio classico è quello sugli alcolici fatto negli stati uniti che ha dato vita solo alla criminalità organizzata. Sarebbe stupido come vietare le sigarette perchè fanno male, tanto tutti le fumerebbero lostesso.

Sicuramente è molto più difficile confrontarsi con il problema che alcuni singoli vivono in situazioni veramente assurde e sono portati a fare atti assurdi oppure semplicemente sono malati mentalmente e non sono nenache consci di quello che fanno. Certamente se tutti potessero vivere in una società che permette giustizia sociale, obbiettivi realistici sia nel lavoro, che bellezza, pensiero etc, nessuno si sentirebbe frustrato. Come anche potere semplicemente studiare e trovare un lavoro che dia un senso agli anni impegnati per studiare e così via. Questi sono i problemi che affligono le varie società. Se poi si vuole insistere su cose secondarie allora si può pure ma a mio avviso non si risolve una falla mettendoci un dito sopra. Toccherebbe ricostruire tutto l'argine se si vuole evitare la prossima innondazione.

Anche il discorso di sacrificare libertà per la sicurezza mi sembra molto riduttivo. Perchè bisogna a tutti i costi avere i conti spiati, il telefono spiato, i propri messaggi spiati e tutto il resto? La fiducia deve nascere fra i vari singoli, reprimendo non si arriverà mai a niente se non escalare la violenza e la criminalità. Questo non vuole dire che non bisogna fare leggi e farle rispettare per vivere in società, ma bisogna capire quale è il costo che tutti devono pagare per un po' di sicurezza fittizia in più.

Un'altro esempio, chi può evadere le tasse lo fa in italia. Non è una questione di fare i furbi è una questione che non sono realistiche. Tanto che lo stato definisce in anticipo quanto per esempio gli studi medici devono dichiarare, sapendo perfettamente che fatturano molto di più del dichiarato e vanno a fare controlli solo quando non si rispetta questo limite fittizio che di per se sarebbe illegale.

Insomma sono convinto che se si mettessero delle regole e delle leggi realistiche sarebbero in quasi tutti a rispettarle. Invece così sono in quasi tutti a non rispettarle.
Image

User avatar
Bubillus
oO
oO
Posts: 684
Joined: 13/08/2011 17:41
Blizzard BattleTag: Bubillus#2227

Re: Megaupload & SOPA

Post by Bubillus » 23/01/2012 15:24

Ocio che il mio ragionamento non era quello che di solito si sente fare da chi non ha a cuore la propria libertà perché è talmente bestia che non sa neppure di averla e di doverla perciò difendere. Lo so pure io che la telecamera sul palo o il controllo telematico o la scatola nera sull'auto o i file di log o la tracciabilità delle informazioni personali etc etc sono un abominio pensato per rispondere ad un altro abominio. Quello che volevo dire è che Internet intesa come entità autonoma ha già perso molte occasioni e molte battaglie in nome degli interessi particolari e non perché qualche ente esterno l'ha privata di qualcosa ma perché essa stessa non ha trovato, al di là di tante belle parole e di tanti bei princìpi, un modo per respingere l'assalto dei pirati informatici, dei pornografi, dei gestori di casinò on-line e di tanta altra bella gente.
Quindi, nel momento un cui ci si trova a dover decidere se in nome di un principio di libertà si debba stare dalla parte di Megaupload oppure da quella dell'FBI e del DoJ io ripeto la domanda: devo tollerare lo spacciatore nel parchetto pur di non avere le telecamere che mi controllano mentre porto il cane a fare la cacca? Internet è in grado di auto-tutelarsi? io credo di no, visto che pur di non perdere soldi e click il massimo della furbizia è stato (per esempio) pensare di dedicare un dominio a parte ai siti porno ignorando ipocritamente tutto quello (e tutti quelli) che stanno dietro al business del porno in rete.
"Secondo le leggi della fisica e dell'aerodinamica, la struttura alare del calabrone in relazione al suo peso non è adatta al volo. Ma lui non conosce queste leggi e vola"

User avatar
Shauron_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 1709
Joined: 13/01/2007 10:30
Location: Napoli
Contact:

Re: Megaupload & SOPA

Post by Shauron_o.O » 23/01/2012 15:32

L'esempio tuo è ottimo France, in passato l'imporre un prodotto o un lavoro come "fuorilegge" non ha aiutato ad abbattere il fenomeno.
La prostituzione in Italia è stata dichiarata illegale, ora viene controllata dalla criminalità organizzata, in Austria o in Germania è ancora legale e il governo ci guadagna una sua %.
Le droghe considerate leggere in Italia (e nel resto d'Europa) sono illegali, in Olanda c'è una legge speciale che consente di venderle in determinate circostanze e il governo ci guadagna una %, e secondo alcune statistiche ci sono molti decessi in meno legati alla droga in Olanda che negli altri paesi Europei dove utilizzare droghe leggere è un reato.
L'alcool in America era considerato illegale durante il proibizionismo, probabilmente da quella legge sono stati spesi più soldi per combattere gli evasori che i benefici previsti.
Potrebbe accadere la stessa cosa con questa legge.
La discussione sulla proposta di Legge è stata rinviata, il senatore che l'ha proposta vuole aprire un confronto sui punti più criticati. Anonymous ha risposto subito alla chiusura di Megaupload attaccando i siti dell'FBI, Universal ed altri siti legati alla chiusura di Megaupload. Se non mi sbaglio ieri hanno attaccato anche il sito della CBS che è andato offline per qualche minuto.
Questa legge, qual'ora passasse, non farebbe altro che creare altri problemi per chi l'ha proposta. Ci sono tanti modi per passarsi materiale online, il più popolare e sicuro credo che sia tramite i programmi Torrent. Non c'è nessun server che trattiene materialmente il file e quindi nessuna compagnia che può esser multata.

Non dimentichiamoci della potenza di Anonymous e degli hacker. Oramai dipendiamo dall'informatica.
Qualche settimana fa lessi la notizia che un gruppo di Hacker Statunitensi creò un virus per i sistemi informatici della Siemens. Questo virus era stato studiato per manomettere i sistemi di sicurezza delle centrali nucleari Iraniane (prodotti dalla Siemens) in modo da disattivare il sistema di raffreddamento del nocciolo senza avvisare i tecnici.
Quindi, per quanto un software sia qualcosa di non concreto, una mandria di hacker infuriati può causare davvero tantissimi danni, gli stessi programmatori dicono che non esiste un sistema informatico sicuro al 100% fino a quando è collegato alla rete.
Image

User avatar
France
Veteran
Veteran
Posts: 2746
Joined: 10/06/2003 22:03
Location: Zürich, CH

Re: Megaupload & SOPA

Post by France » 23/01/2012 15:43

ok capisco il tuo ragionamento, ma internet è uno specchio della società, trovi tutti: onesti, assassini, geni, truffatori, salvatori e pedofili. Io non penso neanche che internet possa autoregolarsi. Ma credo semplicemente che sia il punto di lancio verso un nuovo passo evolutivo dal punto di vista sociale. Quindi un'occasione per evolverci tutti. Ecco in questa ottica non credo che regolare secondo vecchi modi di fare e pensare sia la risposta giusta.

Nessuno dei legislatori ancora ha proposto di usare internet come strumento efficacie per regolare tutto. Per esempio il gruppo anonymus è molto accattivante e fa passare molte informazioni, come anche Wikileaks o Wikipedia con scelte di oscurarsi in protesta della legge. Cosa fanno i legislatori? Il massimo che riescono a fare è mettere una pubblicità video per rompere le palle a chi già sta pagando al cinema con video come questi:

[youtube]GH5LPqp9Irs[/youtube]

Insomma mi sembra chiaro che i legislatori non sanno come prendere questo nuovo strumento. Si può molto facilmente essere ascoltati da tutti, ma se non convinci con i contenuti nessuno da attenzione. Un buon metodo sarebbe fare una campagna in internet per cercare una mano attiva negli utenti di internet per combattere la pedofilia. Avendo a disposizioni millioni di persone che potrebbero aiutare in men che non si dica dovrebbero chiudere tutti i siti in questione perchè tutti darebbero la caccia ai pedofili. E scommetto che con istruzioni ci sarebbe un sacco di gente che vorrebbe spendere 30 o 60 minuti al mese per un servizio come questo. (Naturalmente gratis)

Invece no, il legislatore continua imperterrito per la sua strada ne a capire come funziona internet ne a sfruttarlo a vantaggio della comunità.
Image

User avatar
Bubillus
oO
oO
Posts: 684
Joined: 13/08/2011 17:41
Blizzard BattleTag: Bubillus#2227

Re: Megaupload & SOPA

Post by Bubillus » 23/01/2012 16:01

Internet quando è nata somigliava molto alla vita reale, con pregi e difetti. Solo che ora purtroppo accade l'esatto opposto e ad emergere sono stati i difetti molto più che i pregi. Ma se nella vita reale non posso evitare che mi rubino l'auto solo appendendo al cruscotto un black-list con i nomi dei ladri non posso neppure tollerare che ogni tanto venga rubata una macchina solo perché il ricettatore ha un magazzino che si chiama Megamacchina.com che fattura e fa fatturare dobloni in quantità.
Non so se mi spiego, l'autoregolamentazione dal basso non ha funzionato perché Internet che proprio dal basso si è sviluppata è diventata un "luogo" dove tutto viene accettato e tutto viene ammesso e alcuni, col pelazzo sullo stomaco e che 'sta cosa l'hanno capita, ci fanno i milioni. Però non dovrebbe valere il famoso paradosso che dice che se milioni e milioni di mosche mangiano cacca non possono avere tutte torto.
"Secondo le leggi della fisica e dell'aerodinamica, la struttura alare del calabrone in relazione al suo peso non è adatta al volo. Ma lui non conosce queste leggi e vola"

User avatar
Mano[FA]
oO Team
oO Team
Posts: 2163
Joined: 24/10/2004 15:47
Location: UK

Re: Megaupload & SOPA

Post by Mano[FA] » 23/01/2012 17:07

France wrote:internet è uno specchio della società, trovi tutti: onesti, assassini, geni, truffatori, salvatori e pedofili.
Anch'io la vedo molto in quest'ottica.
Bubillus wrote:Internet quando è nata somigliava molto alla vita reale, con pregi e difetti. Solo che ora purtroppo accade l'esatto opposto e ad emergere sono stati i difetti molto più che i pregi.
Su questo invece non sono assolutamente d'accordo. Il miglioramento che internet ha portato alla soceta' e' enorme anche considerando che puo' aver in qualche modo facilitato assassini, truffatori, pedofili (di cui comunque non sono 100% sicuro)

Io credo che non si possano risolvere problemi sociali con soluzioni tecniche. Qualunque "tecnicismo" metti in atto, verra' comunque aggirato. Se il tecnicismo, pero', come nel caso SOPA, farebbe anche una serie di disastri collaterali, allora oltre ad essere inutile e' anche dannoso.

Megaupload deve essere perseguito (magari chiediamoci: ma e' stato giusto oscurarlo? Non si potevano perseguire le persone, sequestrrare i server e far cancellare il materiale che infrange?) Dropbox anche se potrebbe sembrare molto simile "tecnicamente" e' invece molto diverso come filosofia e dubito i suoi gestori stiano infrangendo o siano da considerarsi dei ladri o truffatori. Un Approcio "tecnico" pero' farebbe chiudere Dropbox esattamente come Megaupload.

Vi invito a leggere il punto di vista di Massimo Mantellini che condivido molto.
La partita per una proficua gestione dei diritti digitali in Rete ha oggi due grandi oppositori: da una parte l'industria multimediale che lotta per salvaguardare le proprie prerogative di controllo, dall'altra gli utopisti del tutto gratis per tutti. I primi applicano categorie del secolo scorso ad un mondo che nel frattempo è franato sotto i loro piedi, i secondi, se va bene osservano il mondo come un enorme Lego semplificato, se va male sono solo interessati ad esaudire i propri poco edificanti interessi ricreativi o politici.

User avatar
France
Veteran
Veteran
Posts: 2746
Joined: 10/06/2003 22:03
Location: Zürich, CH

Re: Megaupload & SOPA

Post by France » 23/01/2012 17:41

non mi convinci molto. Fino ad ora non è mai stato usato un provvedimento bottom up fatto partire dai legislatori. Tutto ha sempre funzionato top down. Ora prova a immaginare se il legislatore dice da oggi tutti quelli che trovano qualcosa di sospetto si facciano avanti e lo dicano che noi poi controlleremo. Tutte le informazioni prese possono essere vagliate dagli organi di polizia e verrebbero direttamente date dai singoli utenti che capitano li per caso o non.

A quel punto se nasce un sospetto legittimo la polizia effettua un proprio controllo e tutto si risolve in pochissimo tempo. Un uso cosi di internet non lo ha ancora mai fatto nessuno stato. Ma guarda a caso è lo stesso uso che sta facendo il gruppo anonymus per ottenere consensi e per fare vedere uno sconforto.

Poi internet non è come dici un luogo di depravazione e basta mentre una volta era pari pari alla vita reale. Su questo punto non concordo, per la ragione che si parla moltissimo se c'e' un sito che pirata qualcosa o se ci sono siti che offorno torrent per fare scambi. Ma nessuno parla degli innumerevoli siti che sono perfettamente normali come: Storia, archeologia, politica, videogiochi, macchine, giardinaggio, araldica, numismatica, computer, tencologia etc etc etc. Quindi quando mi sembra riduttivo dire che internet porti a cose negative o che sia popolato maggiormente da persone con intenti malvagi.

Se prendiamo ad esempio il nostro sito, persone normali che vogliono divertirsi, giocare a qualche gioco e scambiare qualche idea. Niente di anormale mi sembra e come ce ne sono noi ce ne sono tantissimi.

Poi anche se non mi convinci liberissimo di pensarla come reputi meglio ;) Ogni tanto sembro aggressivo ma non lo sono!

P.S. un edit per dire che ho letto l'articolo postato da Mano e lo trovo anche io molto interessante e da parte mia condivisibile.
Image

User avatar
Bubillus
oO
oO
Posts: 684
Joined: 13/08/2011 17:41
Blizzard BattleTag: Bubillus#2227

Re: Megaupload & SOPA

Post by Bubillus » 23/01/2012 21:03

France wrote:Poi internet non è come dici un luogo di depravazione e basta mentre una volta era pari pari alla vita reale.
nunununu mai inteso dire questo, volevo solo far presente che tutto ciò che c'è oggi di illegale (o magari pure di legale ma di immorale anche se la parola non mi piace non me ne viene in mente un'altra se penso alle scommesse, al poker, etc etc) in Internet ha avuto modo negli anni di strutturarsi in maniera indisturbata o quasi e istituzionalizzarsi al punto da meritare addirittura domìni distintivi. Ai miei tempi trovare una rivista porno era un evento da segnare sul calendario, il poker lo si giocava alla sera tra amici per giocarsi la pizza e si giocava la schedina al sabato, altro che scommesse. Oggi chiunque (e intendo CHIUNQUE, mi fanno ridere le verifiche dell'età e le pagine dove dicono "ehi se sei un minorenne sappi che forse nel tuo paese tutto questo è legale. Sei minorenne? No? Sicuro sicuro? Ok beccati questa orgia fresca fresca di giornata") ha accesso a contenuti fuori da ogni senso logico. Se ci pensi è PAZZESCO tutto ciò!
Ovvio che poi sono daccordissimo con te e con Mano! In Internet oggi si trova una enorme quantità di ottimi contenuti, di buone cose interessanti, di creatività e a volte di genialità, ma ragazzi guardiamoci in faccia: chi sfrutta l'illegalità sta facendo una montagna di soldi mettendo semplicemente dei servers in rete! E l'intera comunità che possiamo chiamare sinteticamente "Internet" ha tollerato tutto questo per anni!

L'articolo che citate l'avevo già letto e lo sottoscrivo parola per parola.
"Secondo le leggi della fisica e dell'aerodinamica, la struttura alare del calabrone in relazione al suo peso non è adatta al volo. Ma lui non conosce queste leggi e vola"

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 6 guests