Censimento sul caffè

Cinema, Peperoncini, Navi Spaziali, Barbecue, Fisica Quantistica… TUTTO!
User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4381
Joined: 07/01/2003 14:09
Location: Torino
Contact:

Censimento sul caffè

Post by snuffz » 09/01/2012 11:12

:check: Quanti caffè prendi al giorno?
Circa 4

:check: Quanti a casa e quanti sul lavoro?
Tutti sul lavoro. A casa, se non ho gente a cena, difficilmente lo preparo per me.

:check: Moka o Macchinetta espresso?
Al lavoro macchinetta. A casa caffettiera tradizionale.

:check: Marca? Miscela?
Al lavoro Lavazza in cialde, Aroma Club. A casa Hag, decaffeinato. Siamo passati al dec da qualche anno, visto che ci capita, quando viene qualcuno a cena, di preparare caffettiere a più riprese, anche molto sul tardi.

----------------------------------------------------------

Molti miei amici si sono convertiti alle macchinette nuove, cialde in capsule di alluminio dal design stiloso, tipo la Nespresso, che sta facendo proseliti ovunque.
Io invece, per ragioni di spazio, ho archiviato la macchinetta espresso e sono tornato alla moka, che cuba molto meno.
Però riconosco che le nuove macchinette fanno un caffè niente male....

User avatar
Shauron_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 1709
Joined: 13/01/2007 10:30
Location: Napoli
Contact:

Re: Censimento sul caffè

Post by Shauron_o.O » 09/01/2012 13:01

:check: Quanti caffè prendi al giorno?
Se sto a Napoli anche 5, altrimenti mi sono convertito alla Redbull, almeno 3 al giorno.

:check: Quanti a casa e quanti sul lavoro?
1 al mattino, 2/3 fuori (dipende quanta gente incontri e che conosci :asd: ) e 1 a cena.
La Redbull la utilizzo poco prima di fare cose che richiedono un certo sforzo o concentrazione o quando sto per addormentarmi prima del previsto (quindi prima di un viaggio in auto, prima di una sessione di gioco a WoW o prima che esco la sera)

:check: Moka o Macchinetta espresso?
Moka a casa (il caffè della mamma è insuperabile :asd: ), altrimenti al bar c'è la macchinetta.

:check: Marca? Miscela?
Non ne ho idea, non ho un palato raffinato quindi basta che sia caffè e che scenda. Ovviamente deve esser zuccherato ma non troppo.

Sinceramente sto preferendo la Redbull al caffè. La Redbull ha sempre lo stesso sapore, se prendi un caffè fatto male in un bar che non conosci rimani col palato sporco in caso di mancanza di gomme da masticare o acqua. Inoltre la Redbull ti da la carica ed è allo stesso tempo anche una bevanda "dissetante".
L'unico problema è che una sola lattina mi fa andare almeno 2 volte al bagno :asd: ma questi son dettagli.
Image

User avatar
Iltech_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 1191
Joined: 22/04/2009 22:06
Blizzard BattleTag: iltech#2942
Location: Bergamo

Re: Censimento sul caffè

Post by Iltech_o.O » 09/01/2012 13:11

Quanti caffè prendi al giorno?
Almeno 6 per essere operativo, 8 se vado alla grande

Quanti a casa e quanti sul lavoro?
Tutti sul lavoro eccetto il primo, la mattina, mia madre mi vizia ancora e me lo porta a letto

Moka o Macchinetta espresso?
Espresso eccetto il primo

Marca? Miscela?
Caffè Carissimi tutta la vita
Image

User avatar
France
Veteran
Veteran
Posts: 2747
Joined: 10/06/2003 22:03
Location: Zürich, CH

Re: Censimento sul caffè

Post by France » 09/01/2012 13:37

:check: Quanti caffè prendi al giorno?
Circa 40-50 l'anno

:check: Quanti a casa e quanti sul lavoro?
a casa mai, a casa dai miei genitori a volte li prendo quando loro li prendono, all'università per motivi sociali ma molto poco, giusto quando me ne offrono uno.

:check: Moka o Macchinetta espresso?
Dipende da chi lo fa per me

:check: Marca? Miscela?
Non ne ho la più pallida idea, per me il caffe deve fare schifo, più amaro è meglio è.
Image

User avatar
Bubillus
oO
oO
Posts: 684
Joined: 13/08/2011 17:41
Blizzard BattleTag: Bubillus#2227

Re: Censimento sul caffè

Post by Bubillus » 09/01/2012 13:42

:check: Quanti caffè prendi al giorno?
0 perché mi fa venire male al pancino, prendo 1 cappuccio però

:check: Quanti a casa e quanti sul lavoro?
solo al mattino

:check: Moka o Macchinetta espresso?
a casa la macchinetta "A modo mio" per la moglie e gli ospiti (e quanto mi costano 'sti ospiti?), altrimenti il caffè per il cappuccio lo faccio con la moka Bialetti

:check: Marca? Miscela?
capsule Lavazza, il caffè macinato (arabica) invece lo prendo in drogheria

... e alla sera: camomilla :morning:
"Secondo le leggi della fisica e dell'aerodinamica, la struttura alare del calabrone in relazione al suo peso non è adatta al volo. Ma lui non conosce queste leggi e vola"

User avatar
Lysor_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 2448
Joined: 12/12/2002 00:31
Location: Milano

Re: Censimento sul caffè

Post by Lysor_o.O » 09/01/2012 21:55

Caffè?? E che cos'è???
...Ah, sì, ora ricordo! Quella cosa che ha un profumo spettacolare ma che poi non riesco a bere da quanto è amaro, e che avrò bevuto sì e no 10 volte in tutta la mia vita, l'ultima delle quali è stata di sera dopo cena e alle 4 ero ancora lì a rigirarmi nel letto senza un filo di sonno... :dho:
Image
Tu vedi delle cose e chiedi: perché? Ma io sogno di cose che non ci sono mai state, e che forse non ci saranno mai, e dico: perché no?
--- Wolfgang Güllich

User avatar
Sumiko
Veteran
Veteran
Posts: 296
Joined: 25/08/2008 14:40

Re: Censimento sul caffè

Post by Sumiko » 10/01/2012 15:35

Quanti caffè prendi al giorno?
2 o 3 se mi fermo in bar ci può scappare l'extra

Quanti a casa e quanti sul lavoro?
2 a casa e se lavoro prendo il 3

Moka o Macchinetta espresso?
Macchinetta a capsule a casa, espresso al bar e moka al lavoro

Marca? Miscela?
Nespresso in capsule qualità arpeggio (non chiedetemi perchè danno dei nomi così alla cazzo ai caffè) intensità ) 9 su 10 (anche se hanno creato 2 miscele limitate che hanno intensità 11-12)
Lavazza qualità rossa

Una volta cominciate le capsule e trovata la giusta miscela è difficile bere altri caffè, e sinceramente le macchine moderne da caffè espresso nei bar fanno uscire caffè pessimi anche con qualità di caffè buone, nei bar spero sempre di trovare le vecchie macchine manuali classiche (quelle cromate con le levette per il caffè tanto per intenderci) altrimenti mi rassegno ad un surrogato di caffeina che tra l'altro non mi influenza minimamente il sonno :mrgreen:

User avatar
ayakuccia_o.O
oO Team
oO Team
Posts: 2392
Joined: 02/02/2003 12:33
Location: Sestri Levante (GE)

Re: Censimento sul caffè

Post by ayakuccia_o.O » 10/01/2012 17:32

:check: Quanti caffè prendi al giorno?
cappuccino al mattino, raramente un caffè extra se vado a pranzo fuori

:check: Quanti a casa e quanti sul lavoro?
A casa, il rituale della colazione è sacro, se non la faccio esco di casa come uno zombie :menato: Sul lavoro praticamente mai, capiterà una volta all'anno che mi prendo il cappuccio o il caffè macchiato dalle macchinette per far compagnia ma fa veramente schifo :bleach:

:check: Moka o Macchinetta espresso?
Macchinetta così faccio la schiumona del cappuccino che adoro :ok:

:check: Marca? Miscela?
Caffè in grani che la macchinetta trita...la marca non ha grande importanza per me perchè bevendo sempre cappuccino il gusto vero del caffè lo perdo mischiato al latte :arcanoid:

User avatar
HandorIII_o.O
oO Team
oO Team
Posts: 722
Joined: 15/01/2003 12:35
Location: Milano

Re: Censimento sul caffè

Post by HandorIII_o.O » 11/01/2012 09:33

:check: Quanti caffè prendi al giorno?
Se va bene espressi 1/2 ma alla mattina a casa mia si beve Nescafè (vale?)

:check: Quanti a casa e quanti sul lavoro?
Se va bene espressi 1 a casa e 1 a lavoro

:check: Moka o Macchinetta espresso?
Moka a casa e macchinetta in ufficio per il Nescafè tazza nel microonde

:check: Marca? Miscela?
Lavazza a casa e Nespresso in ufficio per Nescafè la qualità red cup

Diciamo che del caffè potrei farne a meno trannese non sono a pranzo/cena fuori che il caffè a fine pasto lo prendo volentieri.
Del Nescafè alla mattina non potrei farne a meno... è una droga.
Image

User avatar
Beavis
Veteran
Veteran
Posts: 1361
Joined: 08/10/2005 15:18

Re: Censimento sul caffè

Post by Beavis » 11/01/2012 15:02

:check: Quanti caffè prendi al giorno?
4 a volte 5

:check: Quanti a casa e quanti sul lavoro?
4 al lavoro il 5° quando c'è a casa ed è cappuccino

:check: Moka o Macchinetta espresso?
Sempre espresso, a casa con latte caldo schiumato con l'apposito attrezzino e tanto cacao sopra. :sbav:
Al lavoro ottima macchinetta che fa tutto lei: macina i chicchi, pressa, fa il caffè e butta i fondi nella vaschetta, se non costasse 3-400 euro la prenderei per casa.

:check: Marca? Miscela?
A casa caffè per espresso della coop, al lavoro quello che passa il convento, mi pare esselunga di solito.
Entrambi ottimi secondo me.

Nota sulle macchinette con cialda: sapete che il caffè normale costa 8-10 euro al chilo e quello in cialde 40? Tenetevele!
Monologhista doc :teach:

User avatar
Canard Favrille
Veteran
Veteran
Posts: 511
Joined: 29/10/2006 09:23
Location: davanti al PC

Re: Censimento sul caffè

Post by Canard Favrille » 11/01/2012 19:47

:check: Quanti caffè prendi al giorno?
Zero, da qualche mese ho smesso.

:check: Quanti a casa e quanti sul lavoro?
Zero. Ho sempre odiato il rito sociale del cafè, la pausa cafè e il "ti offro un cafè".

:check: Moka o Macchinetta espresso?
Moka per la temperatura, che a me piace caldo. Cafettiera napoletana per il gusto. Riscaldato nel brico é il compromesso.

:check: Marca? Miscela?
Non me ne sono mai interessato.

User avatar
mirino
Veteran
Veteran
Posts: 1314
Joined: 07/09/2005 09:50
Location: Turin

Re: Censimento sul caffè

Post by mirino » 12/01/2012 13:33

Quanti caffè prendi al giorno?
1 o 2

:check: Quanti a casa e quanti sul lavoro?
Nei giorni lavorativi uno solo, nei weekend due (aggiungo il caffè serale).
Al lavoro lo prendo raramente, solo quando sono molto stufo di stare al PC, così ho la scusa di andarmene a zonzo un po'. Ma devo dire che caffè buoni, negli uffici, non li ho mai trovati (una volta sì quando facevo il consulente per la Ferrero, lì avevano il bar interno e veniva il barista a servirti alla scrivania.....lì era veramente buono :ok: ). Solitamente, una volta "inquadrato" che il caffè del tale ufficio fa schifo, evito di berlo.

:check: Moka o Macchinetta espresso?
Bella guerra, negli anni ho cambiato diverse macchinette espresso perché nessuna mi ha mai realmente convinto. Alla fine il caffè più buono, per i miei gusti, è quello che viene sfornato da una semplicissima moka da pochi euro. Diciamo che in una cosa la moka è INSUPERABILE: al mattino, quando ti prepari il caffè, il profumo che fa ti inebria e ti riempie la casa. Le macchinette espresso ho notato che profumano molto meno.

:check: Marca? Miscela?
Non faccio troppe differenze, cerco di non prendermi (più che scrupolo) marche scrause o particolarmente economiche, per non rischiare di bere consapevolmente brodaglia ("Che cretino, e certo, compri la miscela schifosa, cosa pretendi di bere?")
Però negli ultimi due-tre anni, sono passato in alcuni casi dal caffè "liscio" a una miscela composta del 70% di orzo e del 30% di caffè, credo della Nestlè ma non sono sicuro.
Riesco a berlo pure dopo cena, e non corro il rischio di passare la notte sveglio (ma lo preparo di rado, per pigrizia), ed è ottimo pure nel latte a colazione! E sì, ha anche un buon profumo.

Macchinette espresso: hanno raggiunto prezzi elevatissimi. Ormai costano dagli 80-90 euro a oltre 150. Ricordo anni addietro quando avevo la Mokona, era comoda perché andava sia a cialde, sia a caffè in polvere, sia a capsule. Una caffettiera cross-platform! Il caffè non era male, dai. Ma la Mokona costava 150 euro, anche se noi l'avevamo presa coi punti del supermercato. 150 euro !!!!!!
Ora, se costi 150 euro mi devi fare non un caffè, ma colare direttamente nella tazzina una meravigliosa cremina d'oro! Un caffè che debba vincere i concorsi di bellezza dei caffè!!! Devi farmi il "caffè dei caffè". La "Miss Mondo" dei caffè! Perché se fai un caffè appena "buono", allora non ci siamo.
Anni addietro, in occasione di una settimana bianca con amici, partimmo con una caffettiera nuova di zecca, appena presa al supermercato. Una roba in alluminio, credo, molto molto grezza e spartana, rifinita male, era anche brutta da vedere. L'avremo pagata un 3-4 euro, credo. Ebbene, dopo 2-3 caffè di prova, iniziò a farli buoni. Buoni. Né troppo forti, né troppo scialbi. Ne abbiamo preparati un casino in quella vacanza, e alla fine ce la siamo giocata perché TUTTI la volevano riportare a casa propria!!!
Boh, forse sono io che non ho grosse pretese, e che distinguo i caffè che bevo tra "buoni" e "schifosi". SICURAMENTE non sarei in grado di distinguere tra marche o miscele differenti. No, assolutamente.

Cialde: sono riciclabili? Il costo, concordo appieno con Canard Favrille, è folle! Sapevo anche di problemi di "compatibilità" tra cialde, misure, spessori..... non so, mi pare che stiamo complicando anche un compito semplice come prepararsi un normalissimo caffè.

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4381
Joined: 07/01/2003 14:09
Location: Torino
Contact:

Re: Censimento sul caffè

Post by snuffz » 12/01/2012 14:38

Come ho scritto sopra, ho accantonato la macchina del caffè per motivi di spazio, perchè quella che avevo era piuttosto voluminosa. Ma qualche sera fa, a casa di amici, ho visto la macchinetta della Nespresso e l'ingombro è davvero ridotto.
Sto cercando informazioni, impressioni, macchinette a confronto.
Non so neanche se voglio davvero passare alle macchinette, diciamo che ci sto pensando, sto mettendo sulla bilancia pro e contro.
Brainstorming:
-le macchinette richiedono uno spazio. Rispetto alla moka, che può essere riposta nella credenza e tirata fuori alla bisogna, la macchinetta si presuppone rimanga sempre nello stesso punto. Quindi un ingombro fisso 24 ore al giorno per un uso di ... 10 minuti al giorno. Questo non è che mi faccia impazzire.
-le macchinette richiedono una presa elettrica. Nella collocazione, nella ricerca di uno spazio, c'è il vincolo della presa elettrica. La moka ha una collocazione più naturale (la ripongo ovunque, in qualsiasi credenza\mobiletto e poi quando serve la metto sul fornello).
-le macchinette fanno un caffè alla volta. Che palle! Ok, fra un caffè e l'altro, per il cambio capsula, non ci va tanto, però du maroni se siamo già solo cinque-sei persone.... Questo apre una seconda riflessione sulle moka: normalmente chi usa la moka ne ha 2 in casa: una per 2 persone e una più grande per “caffè multipli” (diciamo 6 persone). In questo caso si tratta di un ingombro doppio in credenza.
-le cialde inquinano. Diciamo che me ne frego (…) però ho ulteriore immondizia in più da smaltire nella differenziata, che già trovo noiosa nel quotidiano. Una moka tradizionale non fa immondizia -> meno lavoro per me.
-con le cialde posso preparare X caffè diversi.
-il caffè tradizionale è facilmente reperibile ovunque. Le cialde, per quanto diffuse, sicuramente si trovano meno (intendo: non in ogni micragnoso negozio all’angolo, diciamo che il minimo è comunque un piccolo supermercato).
-costo cialde: prendendone pochissimi a casa, il costo non è così determinante nell’acquisto.
-gusto: è opinione condivisa dai più che il caffè delle macchinette è più buono di quello delle moka. (la tendenza è comunque migrare dalla moka alla macchinetta).

Se ve ne vengono in mente : .........

User avatar
mirino
Veteran
Veteran
Posts: 1314
Joined: 07/09/2005 09:50
Location: Turin

Re: Censimento sul caffè

Post by mirino » 12/01/2012 15:00

snuffz wrote:Questo apre una seconda riflessione sulle moka: normalmente chi usa la moka ne ha 2 in casa: una per 2 persone e una più grande per “caffè multipli” (diciamo 6 persone). In questo caso si tratta di un ingombro doppio in credenza.
Aggiungici anche il fatto che, se solitamente fai quella da due, la volta che avrai gente a casa userai quella da 6 (sempre secondo il tuo esempio). Che, magari, "ferma" da qualche giorno, se non settimane, farà un caffè terribile.
Con la macchinetta non hai questo problema.

Altro aspetto, secondo me da non sottovalutare: la manutenzione. Di che manutenzione necessita la macchinetta? Non mi riferisco all'ovvio rabbocco dell'acqua, ma a quei periodici interventi di pulizia, facendola funzionare con, che so, un anticalcare o prodotti specifici (sempre da trovare). Quanto spesso è da fare? I prodotti per farlo si trovano facilmente? E, soprattutto, uno si ricorda, o ha voglia, di farlo?

Non sono pratico di macchinette attuali, però nelle prossime settimane dovrò propendere anche io all'acquisto del "necessario per fare il caffè", dovendo valutare proprio se puntare moka o la macchinetta del caffè. Mi metto buon buono nel mio angolino e aspetto i pareri degli "iniziati".

User avatar
Bubillus
oO
oO
Posts: 684
Joined: 13/08/2011 17:41
Blizzard BattleTag: Bubillus#2227

Re: Censimento sul caffè

Post by Bubillus » 12/01/2012 15:34

Sarti Antonio, sergente, il caffè se lo fa con la moka. Il commissario Costas Charitos invece sorseggia il caffè greco "dolcebollito". Nella letteratura gialla le macchinette a cialde o capsule devono ancora entrare e questo vorrà dire ben qualcosa.
Mi aggrego al brainstorming.
Le macchinette richiedono spazio ma ormai sono anche degli oggetti pensati per non sfigurare in una cucina moderna. Anzi, il proprietario di una macchina espresso può esibirla come un "must", può dire: "ecco che ti offro un caffè come quello del bar, e tu sei seduto qui, a casa mia, nella mia cucina. Ti rendi conto di come sono all'avanguardia e della qualità di quello che ti offro?".
D'altra parte la moka fa più "famiglia", rende tutti amici e ricorda le buone cose di un tempo, quando il caffè inizia ad uscire dal camino e a gorgogliare si diffonde l'aroma e quel senso di calore e condivisione.
Le macchinette richiedono una presa elettrica. Infatti se sono in pianta stabile collegate vuol dire che hai una cucina attrezzata, curata e moderna, alla presa ci colleghi pure il robot, il mixer, la centrifuga, la vaporiera... Invece se ogni volta devi tirarla fuori e mendicare una presa (magari - orrore! - adattare la posizione della macchinetta alla presa più raggiungibile. Tutti a tavola che aspettano il caffè e tu in piedi di fianco alla televisione dove c'è la multipla, quindi gli ospiti vedono Gerry Scotti e te di fianco che sorridi sperando che il caffè si sbrighi ad uscire), beh forse è meglio insisitere sulla moka che scenograficamente è più una certezza.
Le macchientte più diffuse ora fanno un caffè alla volta, i professionisti del caffe in cialde possono anche essersi dotati di quelle a doppio beccuccio-doppia tazza.
Le cialde inquinano. Concordo, è una assurdità. Una volta ho sentito un tizio dire che tutto quello che non può essere smaltito o riciclato non dovrebbe neppure essere prodotto. Poi sono arrivate le cialde e le capsule e le prugne americane confezionate una a una e ho capito che il mondo è senza speranza.
Le cialde offrono diversi aromi per puri motivi di marketing e di commercializzazione. Dubito ci sia una filiera di coltivazione-raccolta-tostatura-lavorazione dedicata esclusivamente alle cialde quindi la materia prima (nelle sue varianti di cultivar e di lavorazione) è sempre la stessa. Solo che il tipo di prodotto "chiama" bene una fittizia potenzialità di personalizzazione nei confronti del cliente. E' lo stesso principio delle scatolette per i gatti, gira e rigira sempre la stessa roba c'è dentro e non credo che in Thailandia ci siano 1000 fabbriche diverse ma piuttosto una sola che fornisce lo stesso prodotto con minime varianti a diversi "marchi". Però chissà perché Fuffi mangia solo il tonno X mentre Pallino solo il pollo e gamberetti Y. Potenza della mente e del consumismo (in)consapevole.
La reperibilità del caffè in cialde è un punto dubbio. La specifica cialda vivrà fino a che vivrà la distribuzione del determinato modello di macchinetta. Ve le ricordate le cartucce dello Iomega ZIP? O i floppy da 120 mega? E chi li vede più in giro? Hanno avuto un momento di gloria poi gli standard industriali hanno preso altre strade e buonanotte. E' il solito discorso, dove non c'è standard c'è inevitabilmente una vita limitata dei prodotti. Al momento tutte le macchinette accettano solo formati proprietari di cialde e capsule con tutti i rischi del caso.
Concordo che il costo delle cialde è pazzesco se paragonato anche al miglior caffè in grani o macinato. Dal mio droghiere di fiducia pago 6 euri un pacchetto di caffè con cui mia moglie va avanti per mesi. Ed è caffè selezionato in maniera quasi maniacale da un vero appassionato. 6 euri valgono una scatoletta con dentro 12 capsule di A Modo Mio. Fate voi i conti.
Il caffè delle macchinette non è più buono di quello fatto con la moka, contesto questa affermazione. E' (e non potrebbe essere altrimenti) diverso perché diversi e non paragonabili sono i metodi di preparazione. Al limite possiamo paragonare caffè preparati con metodi analoghi e chiederci perché la stessa macchina espresso in un bar fa caffè milgiori che in un altro bar oppure perché a casa di Tizio si beve caffè fatto con la moka migliore che a casa di Caio. Indubbiamente il metodo ideale da utilizzare è quello delle macchine espresso professionali ben mantenute, ben pulite, ben utilizzate. Temperatura e pressione che non sono riproducibili da una moka, non c'è nulla da fare.
"Secondo le leggi della fisica e dell'aerodinamica, la struttura alare del calabrone in relazione al suo peso non è adatta al volo. Ma lui non conosce queste leggi e vola"

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4381
Joined: 07/01/2003 14:09
Location: Torino
Contact:

Re: Censimento sul caffè

Post by snuffz » 12/01/2012 16:13

Le cialde offrono diversi aromi per puri motivi di marketing e di commercializzazione.
Le macchinette hanno un limite: ci puoi mettere dentro solo le cialde che ti impone il costruttore.
Quindi sei vincolato a determinati gusti\miscele (okay: si suppone che tu abbia provato prima di comprare la macchina... ma se dopo un anno di full immersion vuoi cambiare gusto?).
E' un limite su cui riflettere perchè con la moka se il gusto mi viene a noia, posso passare da Lavazza Oro a Kimbo Decaffeinato o Illy o Segafredo senza di fatto cambiare l'hardware.

ps: interessanti le riflessioni sulla manutenzione.

User avatar
Bubillus
oO
oO
Posts: 684
Joined: 13/08/2011 17:41
Blizzard BattleTag: Bubillus#2227

Re: Censimento sul caffè

Post by Bubillus » 12/01/2012 16:29

Infatti era quello che intendevo. Lo scopo è fidelizzare il cliente ad un determinato gusto/marca/prodotto. La molteplicità dell'offerta fa sentire il cliente più "unico" e padrone delle sue scelte. Infatti se fai caso una volta i caffè erano "forte", "delicato", "gran aroma", "robusto" e cose così, che richiamavano in modo più diretto le effettive qualità organolettica del prodotto. Ora si chiamano "magicamente", "appassionatamente", "deliziosamente", "velluto", "tierra intenso", "intesamente", "vivalto", "finezza", "arpeggio"... mancano "gianluigi", "forza milan", "pardise" e "rocco" (il classico caffè lungo). Fidelizzazione! Sleghi il significato dal prodotto fisico al prodotto emozionale.
La manutenzione è tutto in una macchina espresso che voglia fare caffè egregi. E infatti mi resta il dubbio che le attuali macchinette di bassa/media gamma (e la qualità è scesa rispetto ad anni fa) non consentendo un accesso diretto all'alloggiamento delle capsule/cialde abbiano alla lunga un destino di perdità di qualità. Ma non è previsto abbiano vita lunga, temo, e come per tutti gli oggetti "tecnologici" di largo consumo una manutenzione più approfondita non è comunque conveniente: "costa meno uno nuovo che ripararlo".
"Secondo le leggi della fisica e dell'aerodinamica, la struttura alare del calabrone in relazione al suo peso non è adatta al volo. Ma lui non conosce queste leggi e vola"

User avatar
Bubillus
oO
oO
Posts: 684
Joined: 13/08/2011 17:41
Blizzard BattleTag: Bubillus#2227

Re: Censimento sul caffè

Post by Bubillus » 12/01/2012 16:48

Se posso solo aggiungere una riflessione il caffè sta diventando un po' come il tè. Non mancherà molto che spunteranno ex ragionieri dell'INAIL che da veri neo-intenditori diranno: "Io se non ho la miscela Lastlè Biribamba con caffè pallino del est della pampa brasiliana e il 30% di cru Ciribombo del nord Mozambico il caffè non me lo gusto". Me lo aspetto.
"Secondo le leggi della fisica e dell'aerodinamica, la struttura alare del calabrone in relazione al suo peso non è adatta al volo. Ma lui non conosce queste leggi e vola"

User avatar
Sumiko
Veteran
Veteran
Posts: 296
Joined: 25/08/2008 14:40

Re: Censimento sul caffè

Post by Sumiko » 12/01/2012 18:20

Sono possessore di una Krups Nespresso e ormai ho abbandonato la vecchia caffettiera da molto

Per quel che riguarda la "pulizia" della macchina bisogna decalcificare la macchina in base all'utilizzo e in base alla durezza dell'acqua ovvero ogni 300 caffè circa in caso di acque molto dure fino ad un limite di 1200 in caso di acqua distillata :asd: (600 nel caso medio dell'acqua italiana)
riporto qui una cosa trovata girovagando sul web : "Per questo tipo d'intervento vengono messe in vendita delle bustine con un particolare decalcificante, che trovi nei supermercati, etc hanno costi non indifferenti.Se leggi il contenuto elemento composizione (sull'etichetta) vedrai che è del comune acido Tartarico, (origine vegetale lo si ricava dall'uva ).Lo trovi in farmacia, a costi molto ridotti, a parità di costo(5 bustine) quello acquistato in farmacia ti bastera per tutta la durata/esistenza della tua macchina del caffè!Ogni bustina contiene 15 grammi di acido tartarico, quantità che ti necessita per un trattamento (circa un cucchiaio raso ).
Lo versi nel contenitore acqua ed esegui tre cicli di lavaggi a vuoto.Quindi un paio di cicli di a vuoto di lavaggi con acqua pulita."

Le varietà di capsule sono diverse a seconda di "intensità" e molto spesso promuovono capsule "speciali a serie limitata" (es. aromi particolari come vaniglia, cioccolato, ciliegia, nocciola e altro) oltre al tipo di caffè desiderato, per quanto riguarda la reperibilità del caffè ci sono gli appositi negozi facilmente reperibili nelle grandi città altrimenti tramite il servizio di spedizione che diventa gratuito nel caso di ordini superiori a 200 capsule(20 confezioni da 10 caffè l'una) consegnato a casa da corriere, il costo singolo del caffè certamente non è basso supera i 30 centesimi.

Comodità e quantità : partiamo dal presupposto che la moka va preparata e successivamente bisogna aspettare che il caffè esca per poi essere servito penso che la velocità della macchina sia impareggiabile, 30 secondi per farla scaldare e poi pochi secondi per fare tutti i caffè che si vuole, sicuramente sporca meno e le capsule possono essere smaltite insieme all'organico o se volete essere perfezionisti si possono scoperchiare per separare caffè da plastica

User avatar
Mano[FA]
oO Team
oO Team
Posts: 2163
Joined: 24/10/2004 15:47
Location: UK

Re: Censimento sul caffè

Post by Mano[FA] » 12/01/2012 18:23

Non intervenivo in questo topic perche' come bevitore di caffe' c'e' da aver vergogna: un paio di brodini fatti di nescafe', zucchero e acqua calda per fare una pausa e ciacolare con i colleghi (qui il concetto di pausa caffe' e' serio. Ci si ferma e si beve il caffe', non e' solo il tempo necessario per andare alla macchinetta/bar, farlo, berlo e tornare)

La discussione sulla macchinetta invece mi interessa di piu'. Da un po' di tempo penso a prendere una macchinetta, condividerla coi colleghi (che si comprano le cialde o fanno simbolica donazione) per bere qualcosa di meglio.
Nel dipartimento dove ero prima, un paio di italiane erano riuscite a far comprare al dipartimento una macchinetta piuttosto grossa (circa un cubo di 40cm per lato) che tritava i grani e faceva un ottimo caffe'. C'era la sbatta che ogni tanto andava pulita, ma essendo tanti gli utenti (e due segretarie a portat di mano ;) era fattibile. Adesso invece mi serve qualcosa che costi meno e sia semplice da mantenere.

Date le pare per "health and safety" non si puo' certo pensare a una moka. Niente gas nella cucina comune e non posso portare il caffe' in n lab e usare un becco bunsen.

Ho provato il caffe' di nespresso prodotto da 3 macchinete. 2 Piccoline che non mi hanno convinto, mentre la macchinetta nespresso un po' piu' grande era buono. Ma io odio i formati proprietari e questo concetto di "lock in" dove presa la macchinetta poi hai anche scelto il caffe'. Con le inculate del tipo "la nuova maccchinetta richiede le capsule 2.0 per inculare la sottomarca che ci ha fatto le imitocapsule" Cazzu cazzu iu, chi fa macchinette faccia macchinette, chi fa caffe' faccia caffe'!!!
Quest'anno a Natale un mio amico mi ha offerto il caffe' fatto con macchinetta domestica che aveva "portacaffe'" simile a quello del bar ma, invece che fare un casino con il caffe' in polvere ha tirato fuori una bustina (tipo quella dei caffe' d'orzo) che ha permesso un'agevole pulizia. E fare quei filtri dovrebbe essere alla portata di tutte le aziende (che lo vogliono fare) senza brevetti e menate. E se sei un purista puoi sempre usare il caffe' vero.

Il tempo d'attesa secondo me e' lo stesso. Ci metti di piu' a fare 6 caffe' o preparare e la moka da 6? Certo non puoi berlo tutti assieme, ma, a meno che se tappato is soggiorno blindato al tavolo, fare il turno alla macchinetta' e' parte del rito sociale del caffe'.
Bubillus wrote:Se posso solo aggiungere una riflessione il caffè sta diventando un po' come il tè. Non mancherà molto che spunteranno ex ragionieri dell'INAIL che da veri neo-intenditori diranno: "Io se non ho la miscela Lastlè Biribamba con caffè pallino del est della pampa brasiliana e il 30% di cru Ciribombo del nord Mozambico il caffè non me lo gusto". Me lo aspetto.
Ma, io mi aspettavo piu' amatori. Qui sembriamo tutti caffettari allo sbaraglio!!!!

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 7 guests