La Grande Cucina Piemontese

Cinema, Peperoncini, Navi Spaziali, Barbecue, Fisica Quantistica… TUTTO!
User avatar
HandorIII_o.O
Moderator
Moderator
Posts: 716
Joined: Jan 2003
Location: Milano

La Grande Cucina Piemontese

Post by HandorIII_o.O » 28/05/2011 09:35

Scusate ma dopo l'ultimo raduno in cui è stata denigrata in un modo veramente razzista la cucina del mio paese :( (spero che anche 7ede condivida la mia indignazione), vi do il link di un libro esplicativo dei gusti e della ricercatezza che solo la cucina Piemontese può dare:

Image
http://www.deastore.com/libro/la-cucina ... 16122.html

Consiglio vivamente a tutte quelle persone che vivono vicino a dei laghi in lombardia e vicino al mare in luguria (scusate ma non faccio nomi :laugh: ) di leggerlo attentamente, di provarlo con le papille gustative e poi di darci un valutazione reale. Grazie.

Non ce la faccio... W la Bagna càuda! :ok:
Image

User avatar
Beavis
Veteran
Veteran
Posts: 1361
Joined: Oct 2005

Re: La Grande Cucina Piemontese

Post by Beavis » 28/05/2011 10:02

Questa è palesemente una dichiarazione di guerra culinaria! :gungun:

Voi piemontesi non avete una cucina vostra, vivete alle spalle dei vostri vicini spacciando per vostre.
Prendiamo la bagna cauda: "È un piatto a base di aglio, olio extravergine d'oliva ed acciughe salate."... le famose acciuge salate del mare del piemonte!!!! :laugh:

Tra i piatti tipici piemontesi trovo il "bollito misto" che è come dire che come piatto tipico hanno l'acqua visto che è piatto tipico di mezzo mondo :king:

La cucina piemontese è composta da una serie di furti in lombardia, valle d'aosta, liguria e francia.

Brandite i mestoli cuochi e cuoche italiani, i savoia sono tornati e vogliono conquistare le cucine italiane! :lolol:
Monologhista doc :teach:

skazzo
Veteran
Veteran
Posts: 1243
Joined: Aug 2003
Location: Sestri Levante (GE)

Re: La Grande Cucina Piemontese

Post by skazzo » 28/05/2011 12:15

ma com'è che solo ai piemontesi piace la "cucina piemontese" ?
Ci sarà un motivo neeeee?

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4380
Joined: Jan 2003
Location: Torino
Contact:

Re: La Grande Cucina Piemontese

Post by snuffz » 30/05/2011 14:15

Le acciughe della bagna cauda appartengono alla storia del Piemonte, e al commercio del pesce che, eccezion fatta per il pesce di fiume, naturalmente non arrivava in grandi quantità in Piemonte. Il sale ne permetteva la conservazione durante il viaggio dal mare alle montagne, e la conservazione nei mesi successivi, quando le strade diventavano impraticabili.
La bagna cauda nella ricetta più tradizionale, prevede il "bagnetto" di acciughe olio e aglio, e tutta una serie di verdure da intingerci dentro.
Si consuma in una terrina di coccio, con un lumino per tenerla calda.
I puristi, e io sono fra questi, la mangiano così, senza diluizioni con panna o latte per ammorbidirne il gusto.
E a fine pasto, quando la bagna è finita e il coccio è "sporco", spaccano un uovo nel coccio e lo cuociono per raccoglierne gli ultimi profumi.
Nonostante io sia solo MEZZO piemontese, la bagna cauda è il mio piatto preferito in assoluto, e quando la mangio sto SEMPRE male, perchè ne mangio così tanta (e bevo così tanto vino) che finisco sotto il tavolo e mi ci vanno due giorni per riprendermi.

Non sono altrettanto amante del bollito, ma a sua difesa posso dire che il bollito alla piemontese si fa con tutta una serie di tagli di carne (wiki aiutami: 7 tagli diversi) con tutta una serie di bagnetti (ancora 7).
A Torino ci sono famose "bolliterie", ristoranti specializzati nel bollito.
C'è da sottolineare che la carne bovina in Piemonte è di altissima qualità. Non posso sottoscrivere la superiorità di carne di maiale e di cavallo, ma mi è capitato di mangiare carne bovina in altre regioni e proprio non ce n'è.

Fra le specialità piemontesi vi consiglio anche il fritto misto alla piemontese, naturalmente servito in un ristorante piemontese, che sa farlo.
Brandite i mestoli cuochi e cuoche italiani, i savoia sono tornati e vogliono conquistare le cucine italiane!
Ma va.... non riusciremo mai a competere con certe cucine.... la misteriosa cotoletta alla milanese ad esempio.... magari un giorno i nostri cuochi riusciranno a riprodurre questo capolavoro... con la ricetta in mano, però, sia chiaro. Non riesco proprio a immaginare come si possa farla senza...
:asd:

User avatar
Beavis
Veteran
Veteran
Posts: 1361
Joined: Oct 2005

Re: La Grande Cucina Piemontese

Post by Beavis » 30/05/2011 15:24

snuffz4lorda wrote:Ma va.... non riusciremo mai a competere con certe cucine.... la misteriosa cotoletta alla milanese ad esempio.... magari un giorno i nostri cuochi riusciranno a riprodurre questo capolavoro... con la ricetta in mano, però, sia chiaro. Non riesco proprio a immaginare come si possa farla senza...
:asd:
Se dici cioè è chiaro che sei uno di quei poveretti che non ha mai mangiato una vera cotoletta alla milanese :laser:
Che non è che mi faccia proprio impazzire in realtà, ma quella fatta veramente bene è una cosa completamente diversa.

Sulla carne piemontese sono d'accordissimo, è veramente un altra cosa, anche se io preferisco ancora di più quella di struzzo (per griglia)

In tutte le regioni italiane ci sono piatti fantastici, alcuni piatti li fanno un po' ovunque con alcune varienti e nomi diversi, ma la verità è che la cucina italiana in generale è super :king:
Monologhista doc :teach:

skazzo
Veteran
Veteran
Posts: 1243
Joined: Aug 2003
Location: Sestri Levante (GE)

Re: La Grande Cucina Piemontese

Post by skazzo » 30/05/2011 22:24

si perchè fare il bollito è difficile vero? ^^
A dire il vero l'unica cosa che contesto alla cucina piemontese in genere è la pesantezza e i sapori particolarmente forti, immagino che quando uno si abitua ne possa anche godere il sapore... resta il fatto che i 3 piatti da snuffolo citati e di cui il piemonte è fiero a me non piacciano.. in compenso mi piacciono i dolci, i vini e sebbene non ami la carne vaccina trovo il fassone apprezzabile
CXomunque se mi dite qualche altro piatto tradizionale e anche meglio se me lo offrite sarò ben lieto di provare e ricredermi se necessario ^^

User avatar
HandorIII_o.O
Moderator
Moderator
Posts: 716
Joined: Jan 2003
Location: Milano

Re: La Grande Cucina Piemontese

Post by HandorIII_o.O » 02/06/2011 00:06

Bè di altri piatti ce ne sono molti ma posso elencartene alcuni veramente buoni:

Come primi io direi i fantastici Agnolotti cotti in brodo e serviti con burro salvia e tartufo e poi i miei preferiti i Tajarin con ragù di frattaglie tipico delle langhe.

Come secondi assolutamente un bel brasato al barolo o un bel fritto misto alla piemontese.

Come dolce per coronare tutto un bel bonet al gianduja... Perchè volgiamo parlare del gianduja?

Comunque io direi di organizzare una cena a Torino in un ristorante tipico per smentire tutti gli scettici della cucina piemontese... 7ede ci pensi tu?

Io naturalmente ci sono! :cheers:
Image

skazzo
Veteran
Veteran
Posts: 1243
Joined: Aug 2003
Location: Sestri Levante (GE)

Re: La Grande Cucina Piemontese

Post by skazzo » 02/06/2011 11:42

belin ma ti dico che non mi piacciono i sapori forti (non dolci) e mi proponi un ragù di frattaglie (e l'alternativa il tartufo.. ma su quello posso anche passarci sopra), ma allora mi vuoi del male confessa!

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4380
Joined: Jan 2003
Location: Torino
Contact:

Re: La Grande Cucina Piemontese

Post by snuffz » 05/12/2011 08:16

In questi giorni si è svolta a Moncalieri la 660esima Fiera del Bue Grasso.
Sabato ero in zona ed ho trovato una serie di volantini e mi è tornato in mente questo topic.
Ecco uno dei menù:
:arrow: http://img.overpic.net/images/h/2/m/xh2 ... a9yty4.jpg

ps: handor la nostra missione per il 2012 è educare questi villici ai piaceri della cucina piemontese
:dog:

User avatar
HandorIII_o.O
Moderator
Moderator
Posts: 716
Joined: Jan 2003
Location: Milano

Re: La Grande Cucina Piemontese

Post by HandorIII_o.O » 07/12/2011 06:13

...lo stracotto al nebbiolo... Cavolo che BUONOOOOOO!!!

Forse alcuni si ricrederanno con l'elenco di questo volantino e quando metteremo le foto della nostra cena a base di bagna cauda che ci preparerà mi madre... Piemontese DOC (è nata a Caulugna a supa in provincia di Reggio Calabria)
Image

User avatar
Bubillus
oO
oO
Posts: 684
Joined: Aug 2011
Blizzard BattleTag: Bubillus#2227

Re: La Grande Cucina Piemontese

Post by Bubillus » 07/12/2011 12:25

Beavis wrote:Voi piemontesi non avete una cucina vostra, vivete alle spalle dei vostri vicini spacciando per vostre.
Vista la mia grande generosità ti lascio scegliere come venire annientato. ARGHHHHHHHHHHHHHHH!!!!!!! :motosega:

Non fosse altro che in Piemonte c'è una immensa quantità di prodotti di qualità a dir poco eccellente. A livello di puro esempio al momento in Piemonte esistono 27 presidi Slow Food contro (giusto per citarne alcuni) i 9 della Lombardia, i 12 dell'Emilia Romagna, i 13 del Veneto, 6 del Lazio, 15 della Campania).
Il Piemonte ha storicamente delle tradizioni agricole che spaziano dalle montagne che lo cingono ad ovest e a nord fino alla pianura padana, dalle colline del Monferrato e delle Langhe fino ai valichi dell'appennino ligure. La "via del sale e delle acciughe" non ce la siamo inventata ma è una realtà storica. La tradizione del cioccolato, i formaggi, le carni cotte e crude, le verdure, la pasta ripiena in tantissime varietà, i distillati, gli antipasti, le salse, i vini... centinaia di prodotti che si sono meritati certificazioni di origine e di qualità e che sono legati alla tradizione.
Se volete la guerra l'avrete!
Last edited by Bubillus on 07/12/2011 13:49, edited 1 time in total.

User avatar
Lysor_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 2447
Joined: Dec 2002
Location: Milano

Re: La Grande Cucina Piemontese

Post by Lysor_o.O » 07/12/2011 19:22

Vi riconosco un punto sulla carne crudo all'albese, che mi piace tantissimo. Il resto... Bah...
Ma poi: con tutti i vini buoni che ci sono (anche in Piemonte), proprio il Nebbiolo mi citate? :no: :bleach:
Image
Tu vedi delle cose e chiedi: perché? Ma io sogno di cose che non ci sono mai state, e che forse non ci saranno mai, e dico: perché no?
--- Wolfgang Güllich

User avatar
Bubillus
oO
oO
Posts: 684
Joined: Aug 2011
Blizzard BattleTag: Bubillus#2227

Re: La Grande Cucina Piemontese

Post by Bubillus » 07/12/2011 20:45

Per il vino va a gusti. Mi irrita quando sento citare Franciacorta e astigiano come luoghi di produzione delle bollicine di eccellenza italiane. Sarebbe come dire che l'IKEA e un artigiano mobiliere costruiscono gli stessi mobili. Facendo la tara delle eccellenze isolate (che ci sono) in Italia abbiamo non più di 3 o 4 regioni che il Dio dell'Uva ha benedetto e il Piemonte è una di queste.
"Secondo le leggi della fisica e dell'aerodinamica, la struttura alare del calabrone in relazione al suo peso non è adatta al volo. Ma lui non conosce queste leggi e vola"

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4380
Joined: Jan 2003
Location: Torino
Contact:

Re: La Grande Cucina Piemontese

Post by snuffz » 07/12/2011 22:37

Beh, guarda che il nebbiolo e' un grandissimo vino.
Per me una killer application.

Ps: lugdus lavori nel settore? Sembri molto preparato.

User avatar
Bubillus
oO
oO
Posts: 684
Joined: Aug 2011
Blizzard BattleTag: Bubillus#2227

Re: La Grande Cucina Piemontese

Post by Bubillus » 08/12/2011 09:12

Purtroppo no :( mangio e basta.
"Secondo le leggi della fisica e dell'aerodinamica, la struttura alare del calabrone in relazione al suo peso non è adatta al volo. Ma lui non conosce queste leggi e vola"

skazzo
Veteran
Veteran
Posts: 1243
Joined: Aug 2003
Location: Sestri Levante (GE)

Re: La Grande Cucina Piemontese

Post by skazzo » 08/12/2011 13:10

su vini e dolci nessuno discute, confermo il nebbiolo come grande vino e ricordo che dai vitigni di nebiolo escono altri vini mica da ridere, tra tutti i più noti barolo e barbaresco, non proprio gli ultimi vini che uno vorrebbe avere in cantina (andate a vedere quanto costa per dire una bottiglia di barbaresco gaja, anche dell'annata più sfigata) però confermo anche franciacorta come eccellenza italiana nell'ambito bollicine, te cosa intendi col rapporto ikea/mobiliere? perchè non è che i normali vini commerciali sian i vini del contadino eh (che potrebbe essere l'equivalente del mobiliere/artigiano), ormai i vini che si trovano in commercio sono frutto del chimico più preparato, dei lieviti più collaudati e delle ricerche sui gusti di mercato più veritiere non è che se vai a prendere un bollicine fatto dalla piccola cantina vicino casa possa essere oggettivamente migliore di un chessò bellavista, chiaro che può piacere di più ma sulla qualità oggettiva di un vino il gusto personale deve essere messo da parte

Ma a parte questa piccola digressione sui vini anche i 2 volantini postati confermano la monotonia della cucina piemontese, di fatto essendo in una regione benedetta da un'ottimo tipo di mucca (il fassone) vi siete adagiati sugli allori e la vostra dieta tipica è infarcita solo di sta benedetta carne, poi purtroppo la contaminazione francese si è fatta sentire e se per i dolci è andata bene poi ve ne siete usciti con una mostruosità come la bagna caoda ^^.
Nonostante l'impegno di noi poveri liguri che abbiamo provato a darvi qualche idea diversa commerciando con voi (la via del sale e delle acciughe di sicuro non nasce dal piemonte) e iniziandovi ai gusti delle focacce, dei prodotti al forno, del pesce (che ce l'avete ridotto così) siete rimasti ancorati a fritti, bolliti e stracotti (nel basso piemonte già si mangia un po' più vario) rassengatevi la vostra cucina è barbara, buahahahaha

User avatar
HandorIII_o.O
Moderator
Moderator
Posts: 716
Joined: Jan 2003
Location: Milano

Re: La Grande Cucina Piemontese

Post by HandorIII_o.O » 09/12/2011 08:13

Dopo il post di Lugdush, a mio parere perfetto, volevo subito rispondere essendo felice che un altro dopo me, 7ede e Snuffz pensasse cose straordinarie sulla cucina piemontese, ma alla fine non l'ho fatto.
Perchè?
Perchè sapevo che Skazzo avrebbe prontamente risposto denigrando in ogni modo e in ogni circostanza i piatti del volantino, ma soprattutto la bagna cauda. :laugh:

L'unica cosa certa quì è che le persone che apprezzano la cucina piemontese sono aumentate e quando saremo almeno in 5 al prossimo raduno prenderemo skazzo, lo legheremo e lo obbligheremo a mangiare almeno 1 litro di bagna cauda.
L'obiettivo e farti venire gli incubi la notte pensando a noi e alla bagna cauda!!!! :banana:

P.S. Non rispondo a Lysor sul Nebbiolo (peraltro mio vino preferito) perchè sarei troppo cattivo... ti consiglio solo una piccola cultura vinicola.... anche in edicola va bene! :mrgreen:
Image

User avatar
Bubillus
oO
oO
Posts: 684
Joined: Aug 2011
Blizzard BattleTag: Bubillus#2227

Re: La Grande Cucina Piemontese

Post by Bubillus » 09/12/2011 11:10

La bagna caoda non toccatecela. E' uno di quei piaceri che ci permettono (noi piemontesi) di essere anche un po' snob, se non vi piace peggio per voi, uscite pure e ricordatevi di chiudere bene la porta che anche il profumo non deve perdersi.
E' un cibo comunitario per eccellenza, da gustare tra amici, rende complici perché il giorno dopo a tutti puzzerà l'alito e quindi nessuno potrà lamentarsi. E' rituale perché la preparazione (a parte poche varianti personali) è ben codificata e non ammette errori (se brucia l'aglio è rovinata, se frigge l'olio è rovinata, ...) e necessita di ruoli precisi: chi pulisce le acciughe, chi spela l'aglio, chi monda e taglia le verdure, chi si occupa del necessario corollario ovvero tagliare le fette di pane su cui si strofinerà l'aglio avanzato (la soma d'aj da gustare con della buona uva croccante). E' rilassante perché richiede la presenza della luce e del calore delle candeline che devono tenere in caldo l'intigolo e di buone bottiglie di rosso (una Barbera, una Frejsa, un Grignolino per esempio) e la sobrietà è vietata perchè altrimenti poi qualcuno potrebbe ricordarsi di quello che si è detto durante la cena. Cardi, sedani, verze, patate lesse, rape rosse, fettine di carne tagliate sottilissime, peperoni gialli e rossi, topinambur e chi più ne ha più ne metta il limite è il proprio gusto personale e la curiosità di assaggiare quello che gli amici ci propongono.
Chi disprezza non sa cosa si perde.

Per quanto riguarda la "piattezza" della cucina non posso che concordare per quanto riguarda l'impressione che se ne può avere frequentando solo i ristoranti "tipici" e le sagre estive e autunnali più popolari. Ma sarebbe come dire che la cucina greca è solo pesce alla griglia, insalata, moussaka e spiedini oppure che quella toscana è solo zuppa e fiorentina o che a Roma di mangiano solo i tonnarelli cacio e pepe... come già ho detto c'è una varietà IMMENSA di prodotti che trovano nella cucina tradizionale un utilizzo che li valorizza. Poi certo, occorre trovare il locale che mantiene la tradizione locale, oppure la sagra di questo o quel prodotto tipico, ma c'è tanto veramente! Se penso al pesce non mi viene in mente solo l'acciuga che arriva dalla Liguria ma anche il pesce d'acqua dolce che si pesca nei fiumi e nei laghi e nei fossi (ricordate che il Piemonte c'è il lago Maggiore, ci sono il Po e i suoi affluenti ed è terra di riso e di risaie, non da molto si trovano di nuovo in commercio le mitiche piccole tinche in carpione che da bambino andavo a pescare quando venivano asciugati i canali prima dell'allagamento delle risaie). E i dolci? Se ogni tanto vi sparate una bella fetta di pane con sopra la Nutella è anche perché in Piemonte c'è una varietà eccezionale di nocciola che ha consentito la creazione di una miriade di torte, creme e altre delizie tradizionali (compreso il cioccolato giaduja). Vogliamo ricordare le castagne bollite nel vino, usate nei ripieni, trasformate in maron glace? Il Piemonte è poi anche terra di tartufi e funghi, di erbe delle zone più alte che vengono utilizzate per i distillati, quelle di collina e di pianura entrano nelle insalate, nelle frittate, profumano gli arrosti. I formaggi come la robiola di Roccaverano o le tome di montagna, il gongorzola, i caprini, il Castelmagno e decine e decine di altre eccellenze? I legumi come i fagioli rossi usati nel re dei risotti di pianura, la mitica panissa? Per chi gradisce ci sono le carni rosse e bianche, la cacciagione, le rane e le lumache...
Potrei continuare per altre 2 ore ad elencare... altro che piattezza! Esplorate!
"Secondo le leggi della fisica e dell'aerodinamica, la struttura alare del calabrone in relazione al suo peso non è adatta al volo. Ma lui non conosce queste leggi e vola"

User avatar
Bubillus
oO
oO
Posts: 684
Joined: Aug 2011
Blizzard BattleTag: Bubillus#2227

Re: La Grande Cucina Piemontese

Post by Bubillus » 09/12/2011 11:22

skazzo wrote:te cosa intendi col rapporto ikea/mobiliere?
intendo che in alcune zone la il prodotto che entra nelle cantine è misurato in termini di quantità e in altre invece si butta anche un occhio alla qualità. Poi ovviamente fatti salvi i produttori più dedicati e a parità di scelta industriale i prodotti sono quasi equivalenti pur nella loro diversità, ma l'intensità della coltivazione (a che prezzo poi) secondo me fa ancora la differenza.
"Secondo le leggi della fisica e dell'aerodinamica, la struttura alare del calabrone in relazione al suo peso non è adatta al volo. Ma lui non conosce queste leggi e vola"

skazzo
Veteran
Veteran
Posts: 1243
Joined: Aug 2003
Location: Sestri Levante (GE)

Re: La Grande Cucina Piemontese

Post by skazzo » 09/12/2011 12:18

si ok però facendo il confronto con il mercato dei mobili dove esiste ikea/mobiliere/artigiano l'ikea è il tavernello e tutti i vini da ipercoop, il mobiliere è franciacorta e soci, gli artigiani sono quelle piccole cantine che azzardano in gusti diversi o nel biologico ma che non possono essere considerati perché noti solo a livello locale
Per la bagna caoda tranquillo che non ve la tocca nessuno, buahahahahaha
Per un riflessione più seria sulla cucina vorrei chiarire che la sto denigrando solo per sfottere snuffz e handor che più indietro hanno preso in giro i lombardi per la loro "difficilissima" cotoletta alla milanese per poi spacciare come piatti esemplari il bollito (!) e il fritto misto (!), la cosa mi aveva fatto molto ridere e da li è iniziata la mia scherzosa crociata
Chiarisco questo perché a differenza dei due loschi figuri menzionati a te non ti conosco personalmente e tu non conosci me quindi potresti pure pensare che io sia serio ^^
Ma detto questo confermo che A ME la cucina piemontese non piace in quanto tutto quello che ho provato finora è orientato su sapori decisamente "forti", mentre io sono abituato a gusti più leggeri e armoniosi (oltretutto a me non piace la carne quindi ...).
Discorso a parte per i dolci di cui sono innamorato e i vini, altro mio grande amore ^^, su quelli assolutamente nulla da dire

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 2 guests