Cinema 2018 - inizia col botto: COCO

Cinema, Peperoncini, Navi Spaziali, Barbecue, Fisica Quantistica… TUTTO!
Post Reply
User avatar
Maloghigno
Administrator
Administrator
Posts: 4494
Joined: Dec 2002
BattleTag: Maloghigno#2220
Contact:

Cinema 2018 - inizia col botto: COCO

Post by Maloghigno » 04/01/2018 12:19

COCO è appena balzato in cima alla mia classifica personale dei film di animazione, e molto in alto in quella assoluta.

Un capolavoro.

Di COLORI prima di tutto: usati in modo magistrale, mozzafiato, una vera goduria per gli occhi.

Per la storia: si parla di MORTE! In modo semplice, musicale ma senza esagerare. E poi di VITA, di RICORDO... e in modo colorato, mai banale, mai nero!

E poi per il CRESCENDO, i dettagli, le emozioni... correte a vederlo!

Image

Aski96
o.O Styler
o.O Styler
Posts: 11
Joined: Jan 2018

Re: Cinema 2018 - inizia col botto: COCO

Post by Aski96 » 07/01/2018 02:45

expand
Coco è davvero un capolavoro, il tema del giorno dei morti nella visione messicana è già di per sè molto intrigante, ma questa storia e queste emozioni sono davvero originali e sincere, mi ha davvero commosso ed anche io metto questo film di animazione nella mia top 10 del corazon.
Ho vissuto con gioia "Il libro della vita" uscito nel 2015, anche quel film partendo dal tema di fondo di Coco, è riuscito ad emozionarmi e farmi vivere bei momenti, arrivando a diventare, soprattutto grazie alle sue musiche (nei doppiaggi in italiano), "il nostro film" (mio e della mia ragazza), a tal proposito le ho dedicato un video su youtube con queste canzoni per renderle eterne (ma non soffermiamoci sulle smancerie :wink: ) Devo dire che i colori nel folklore messicano sono davvero carichi di vivacità ed emozioni, un po' come i dipinti di Afremov, c'è a chi piace il colore carico e chi preferisce una moderazione, io personalmente apprezzo anche l'eccesso, basta che sia coerente con la trama e quale migliore di questa che contrappone i due mondi dei vivi e dei morti, che mescola emozioni contrastanti, problematiche familiari irrisolte e la ribellione adolescenziale :chaos: ..

Devo dire però che in quanto a musiche non mi hanno colpito particolarmente, molto semplici e delicate, in contrapposizione con l'utilizzo marcato dei colori, delle sfumature e delle ombreggiature.
Hanno svolto il loro ruolo al fine della trama in modo egregio, ma per un film che a suo dire metteva in ballo il potere della musica e dei legami famigliari, mi aspettavo una colonna sonora che riecheggiasse nelle mie orecchie e nel mio cuore, invece l'ho trovata più veicolo di messaggi
expand
, le frasi non avevano un gran senso, c'era musicalità nelle parole, ma niente di più. Probabilmente in questo caso la versione doppiata è meno efficacie di quella originale, non saprei.

Se devo fare il pignolo, avrei preferito anche delle animazioni che accompagnassero le canzoni, come quando all'inizio nel momento in cui Miguel afferra la chitarra e con tutta la sua passione per la musica inizia a suonare, i petali arancioni (non so proprio quale sia il nome del fiore) si illuminano e schizzano via, come se quel sentimento veicolato dalla chitarra fosse tanto potente da avere effetti sulla realtà circostante.

Un'altra cosa fantastica sono i colpi di scena, ne è davvero ricchissimo!
Inoltre quel disvelarsi graduale della trama, il risolversi del puzzle mentale che ci facciamo quando guardiamo il film, genera una forte soddisfazione, perchè è possibile prevedere degli avvenimenti poco prima che questi poi si verifichino.
Non è scontato perchè da inizio film è imprevedibile come andrà a finire e non è nemmeno troppo complicato, perchè appunto quando sei immerso nella visione hai la possibilità di raggiungere senza sforzo il messaggio che viene lanciato.

Davvero una visione consigliata, non soltanto ad un pubblico di bambini e ragazzi (come in apparenza potrebbe lasciar intendere), è della Disney, non troveremo parolacce o violenza allo stato puro, tutto sarà coperto da un velo di comicità, ed anche i disegni smussati a mio avviso aiutano a rendere la visione da parte di un pubblico giovane più leggera (e lo dico per alcuni miei studi sul pensiero subconscio legato al design degli oggetti).
Ma nonostante questo, la trama e come è stato orchestrato il tutto è memorabile, adatto ad un pubblico adulto che non sia troppo serio e sia capace di lasciarsi colpire dai sentimenti senza dover apparire duro e irreprensibile, io ci ho lasciato una lacrimuccia di commozione.

Ma io sono io e voi siete voi, guardatelo e scoprite da soli se è un capolavoro od un lavoro mediocre ;)

User avatar
ayakuccia_o.O
Moderator
Moderator
Posts: 2363
Joined: Feb 2003
Location: Sestri Levante (GE)

Re: Cinema 2018 - inizia col botto: COCO

Post by ayakuccia_o.O » 15/01/2018 18:58

io sono andata a vederlo con la famiglia e mentre io piangevo disperata (tipo che sono uscita dal cinema con gli occhi gonfi e i lacrimoni :cry: ) Dafne l'ha guardato impassibile e direi anche divertita ^^

Probabilmente a 5 anni non hai il filtro mentale dell'idea di morte malinconica che ha uno di 40 anni e un film del genere non ti mette tristezza, ma anzi ti fa sorridere...questo mi ha fatto riflettere e mi ha fatto pensare che più spesso dovremmo levarci i nostri occhiali-filtro e guardare il mondo con quelli di un bimbo di 5 anni :flower:

P.S. comunque mi è piaciuto perchè adoro i flim che mi fanno emozionare, nel bene e nel male

User avatar
Maloghigno
Administrator
Administrator
Posts: 4494
Joined: Dec 2002
BattleTag: Maloghigno#2220
Contact:

Re: Cinema 2018 - inizia col botto: COCO

Post by Maloghigno » 29/01/2018 17:21

L'ora più buia

Storicamente accurato, che non vuol dire che sia andata così in ogni dettaglio, ma che si tratta di una buona rappresentazione cinematografica della realtà.
E questo per me era il minimo necessario per poter prendere in considerazione il film.
Che quindi è un gran bel film, anche grazie ad un'interpretazione da oscar di Gary Oldman ... Dracula, Sirious Black, il poliziotto corrotto di Leòn, il cattivo del V Elemento... si, proprio lui è Winston Churchill.
E Churchill è Churchill.
Uno dei più grandi uomini del secolo.
Forte perchè imperfetto, saggio perchè pieno di dubbi.

Da vedere!

(fossi andato al cinema da solo lo avrei visto in inglese... we shall never surrender!)

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 2 guests