Il prezzo dei videogiochi

Recensioni e stupori dei giochi in cantina, installati o in arrivo!
Post Reply
User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4380
Joined: Jan 2003
Location: Torino
Contact:

Il prezzo dei videogiochi

Post by snuffz » 10/12/2009 16:05

Prince_of_Persia_2.jpg
Prince_of_Persia_2.jpg (11.35 KiB) Viewed 2912 times
Mi riallaccio al post di Lysor per fare un piccolo sondaggio interno.
Secondo voi, qual è, o meglio: quale dovrebbe essere, il prezzo "giusto" di un videogame?
Per fugare qualsiasi dubbio: il meno possibile è quello che ci auguriamo tutti, naturalmente.
Ma cercando di fare un discorso concreto, cercando di monetizzare un prodotto.

Tenuto presente che tutti devono lavorare e che è giusto pagare chi ha lavorato (io e voi non lavoriamo certo aggratis).
Qual è, secondo il vostro parere, un prezzo corretto, equilibrato, onesto?
Quanto dovrebbe costare un videogame?

Trenta euro sono troppi?
Venti?

User avatar
Canard Favrille
Veteran
Veteran
Posts: 510
Joined: Oct 2006
Location: davanti al PC

Post by Canard Favrille » 10/12/2009 17:11

Secondo me il prezzo dei videogiochi dovrebbe tener conto non solo delle persone chi vi hanno lavorato e dei costi sostenuti nella sua realizzazione ma anche dell'originalità.

Sono peggio di un don Chisciotte quando penso e scrivo queste cose, ma per me, il mondo dei videogiochi produce raramente prodotti che possano supportare per qualità e originalità un prezzo superiore ai 20 €.
Al contrario, molti di questi non dovrebbero essere pagati più di 10 €.

Ci sarebbe poi da fare anche il discorso gioco solo offline, solo online e entrambi.
Dunque per tutti i giochi che prevedono solo la modalità online il prezzo non dovrebbe superare i 10 €; per quelli come i mmorpg che prevedono anche un abbonamento per poter giocare, il prezzo dovrebbe ulteriormente scendere a 5€ se non addirittura essere gratuiti. E' l'abbonamento al gioco il vero prezzo del gioco. ( sto proprio pensando a WoW )
Per i giochi che prevedono sia la versione online che quella offline il loro costo dipende molto dalla qualità di entrambe le modalità. Alcuni giochi, vengono venduti con modalità offline ridicole e penose, così come per altri si spaccia una modalità online che é mal gestita ( ad esempio : The sim 1-2-3 ecc )Per questa categoria di giochi il discorso é assai complesso e il prezzo potrebbe tranquillamente variare dai 5€ ai 10€.
infine i giochi esclusivamente offline sono valutabili nell'ambito della loro giocabilità. Alcuni di questi, ci giochi una volta ma poi non puoi più divertitici perché perdono il fascino; altri come i manageriali possono essere giocati in modo quasi infinito. Gli ultimi valgono di più dei primi, siamo nuovamente tra i 5€ e i 15€.

Ora però tocchiamo la questione originalità !
Il seguito di un gioco, o la sua evoluzione, non può essere pagato di più o uguale al primo. L'idea del gioco, le fondamenta con sui si gioca sono già state gettate si tratta solo di aggiunte e miglioramenti, non sempre necessari ( come alcune aggiunte grafiche ) Per fare un esempio: se The sim 1 costava 15€, The sim 2 non potrà essere venduto se non a una cifra inferiore a 15 €
Però ci sono giochi che sono effettivamente originali ( o sono io che vi sono affezionato :oops: ) e quindi che potrebbero essere pagati 20 € e anche più. Ricordo ancora Thief. Per me é un gioco che poteva essere pagato anche più di 20 € € perché stracciava l'idea del gioco in soggettiva limitato a "spara, spara, SPARAAA ! " Però Thief 2 e 3 ricadrebbero nel caso del seguito e quindi il loro prezzo dovrebbe essere ridimensionato e normalizzato ( 15€ perché son buono )

Poi ci son giochi per i quali non pagherei nemmeno 1 € .... :laugh:
Simulatori di volo. Ameno che non si tratti di una rivisitazione moderna di RedBaron nessun simulatore di volo vale la pena di essere giocato. ( sono un talebano di RedBaron )Non é però un antipatia nei confronti della tipologia, anzi, ho inziato proprio con i simulatori di volo. Però nel tempo hanno perso completamente la parte ludica per avvicinarsi sempre di più ad un realismo insopportabile.

Ultima notazione !
Le risorse di sistema richieste. Se un gioco richiede troppe risorse di sistema, troppo spazio su HD, troppi Hz allora quel gioco perde di valore perché a parer mio non é stato fatto un lavoro decente. E' un pò come quando viene costruito un modello 3d con troppi poligoni, troppe superfici e troppi dettagli rispetto ai render che si vorranno andare a realizzare. Appesantimento inutile.
La casa produttrice inoltre perde potenziali clienti sicuramente.

Spero di essere stato chiaro e se la discussione decolla magari riintervengo !

User avatar
CuginoIt
oO Team
oO Team
Posts: 2184
Joined: Dec 2004
Blizzard BattleTag: CuginoIt#2830
Location: Copenhagen

Post by CuginoIt » 10/12/2009 18:58

Concordo in molte cose con Canard...
Io aggiungerei che il vero parametro per valutare un gioco è quanta tempo mi fa venir voglia di spenderci dietro. Quindi legherei il "prezzo giusto" alla sua longevità. Un esempio è il seguente: io gioco a TF2 da 2 anni e non mi ha ancora stufato, portal mi ha divertito molto per l'originalità e a Half life 2 ho comunque giocato, quindi i 50 euro dell'orange box mi sembrano essere stati spesi bene. E reputo che 20 euro per un gioco come TF2 erano (2 anni fa quando ho comprato anche un secondo account per Morticia) un ottimo affare che ho pienamente sfruttato. Un gioco come Red Alert 3 invece non ha nulla di nuovo o significativo, è piacevole ma dopo 3 mesi ti stufa... 20 euro secondo me sarebbero un prezzo alto (figuriamoci i 40/50 che costa). Ci sono anche giochi che per me non hanno prezzo o quasi: a posteriori a Warcraft 3 ho giocato intensamente per almeno 5 anni e credo di non aver speso più di 60 euro fra gioco e espansione... sarei stato disposto a spendere di più.

Così di primo acchito direi che il prezzo che ritengo giusto è 20/25 euro per ogni anno che ci passo giocando volentieri. Ovviamente è una valutazione del tutto soggettiva e va bene solo a chi, come me, si concentra su pochi giochi per volta.

Ne consegue che i 50 euro che ormai sono il prezzo standard sono giustificati ai miei occhi per pochissimi giochi e quindi non ne compro molto spesso (tipicamente 1 all'anno)...

skazzo
Veteran
Veteran
Posts: 1243
Joined: Aug 2003
Location: Sestri Levante (GE)

Post by skazzo » 10/12/2009 19:30

5o euro per videogioco da pc? spero almeno che dove li compri venga un addetto a casa tua e mentre ti installa il gioco in questione ti faccia un massaggio shiatsu...
personalmente se un gioco costa più di 35 euro comprensivo di spese di spedizione (da me non ci sono negozi di Vg), sono disposto a comprarlo solo dopo aver provato la sua validità e dopo che mi ha fatto innamorare (tipicamente io prima li provo e poi li compro, anche dopo averli già finiti: sono uno dei pochi casi al mondo che usa il p2p come fonte di ispirazione per l'acquisto) e questo accade se va bene un paio di volte l'anno,
per i giochi che non mi prendono fino in fondo il mio budget massimo si aggira intorno ai 20 euro, quelli che mi fanno "perdere la testa" non hanno prezzo
dovendo quindi fare una media, comparando poi il prezzo di un videogioco a quello di altre forme di intrattenimento (cinema, palestra, pizzerie, enoteche etc etc) ritengo onesto un prezzo indicativo di 30 euro, se il gioco non mi piace NON lo compro esattamente come NON vado al cinema a vedere un film che reputo brutto o come NON ordino una pizza che so di non apprezzare.. se lo ritengo mediocre aspetto un annetto e lo compro nei cestoni dei giochi delle ipercoop a 5-10 euro

User avatar
Lysor_o.O
Veteran
Veteran
Posts: 2448
Joined: Dec 2002
Location: Milano

Post by Lysor_o.O » 10/12/2009 20:23

Secondo me il punto vincente è quello centrato da QG: quanto dura il divertimento. Non importa molto se ci gioco online, offline, o entrambi: conta per quanto tempo mi fa divertire (e, ovviamente, QUANTO mi fa divertire). Se ci gioco per 50 ore e l'ho pagato 50€, ho speso 1 €/h. E' accettabile?

Vi dirò, ultimamente compro solo giochi su Steam, sfruttando le varie promozioni. Ho comprato Splinter Cell a 3€, Prey a 4€, Grid a 10€ (carissimo, per la mia media!), Ghostmaster a credo 2,50€ ma non ricordo bene, Company of Heroes a 5€, forse qualcos'altro. Splinter Cell non mi ha preso e l'ho praticamente abbandonato dopo 2/3 missioni, Prey l'ho finito (ma non credo che ci rigiocherò mai), Grid mi è decisamente piaciuto (anche se è qualche mese che non ci gioco... Oltre tutto avevo letto che è uno dei pochi programmi che dà problemi con Windows 7, ahia!), Ghostmaster l'ho preso perché a suo tempo mi aveva incuriosito ma per ora ci ho fatto una sola partita e non mi ha neanche preso più di tanto, Company of Heroes l'ho preso credo a giugno, sfruttando una promozione, ma non l'ho ancora installato: è nella lista delle cose da fare. Insieme ad altri giochi ancora (Half Life 2, per esempio). Ah, ora che ci penso, l'anno scorso c'era stato il 10° anniversario di Half-Life 1, l'hanno messo in vendita a tipo 1€, l'ho comprato. All'epoca ce l'avevo pirata, e non l'avevo mai nemmeno finito. Ora almeno quello l'ho finito.

Beh, sapete cosa mi dico, quando compro un gioco che poi non mi entusiasma? Che se per uscire una sera sono disposto a spendere 7-8€ per un cocktail in un pub o per un cinema, quindi circa 3-4€ all'ora, posso anche permettermi di spenderne una manciata per giocare una decina di ore. Anzi, il rapporto, in questo senso, è NETTAMENTE a favore del videogioco.

Comunque, complice il fatto che ormai non seguo più granché il mondo dei videogiochi (saranno 5 anni che ho smesso di leggere TGM... E sì che un tempo compravo anche 2 o 3 riviste al mese!!!), le ultime novità non mi interessano minimamente. Basta aspettare un po', e i prezzi scendono. E poi ci sono le offerte speciali. Io compro così, e ne sono contentissimo.

Cinquanta euro per un gioco li ho pagati più di una volta, nella vita. Lo rifarei? Beh, dipende. Se ne valesse proprio la pena, sì. Lo farò, per esempio, per Starcraft 2 (anche se mi girano abbastanza le palle a sapere che sarà diviso in 3 capitoli, e che la spesa sarà tripla, almeno per il single...). Ma in generale ho perso l'interesse. Nel mio futuro vedo quasi solo giochi economici. E nemmeno tanti, in realtà. C'è un motivo se non ho votato il miglior gioco del 2009, nel topic apposito: banalmente, non ho provato un solo gioco del 2009. E a parte 2 o 3, non saprei neanche citarne.
Image
Tu vedi delle cose e chiedi: perché? Ma io sogno di cose che non ci sono mai state, e che forse non ci saranno mai, e dico: perché no?
--- Wolfgang Güllich

User avatar
P-Dave
Veteran
Veteran
Posts: 1444
Joined: Oct 2006
Location: Torino

Post by P-Dave » 11/12/2009 13:54

In generale sono d'accordo con QG e Lysor, che pero' parlano praticamente solo di mercato PC!
Il fronte delle console e' tutto diverso (in peggio, solitamente): il prezzo iniziale e' sensibilmente piu' alto, si arriva anche a punte (mostruose) di 70€ (meno i canonici 10eurocent della vergogna). :ghost:

Personalmente ho smesso totalmente di comprare i giochi a prezzo pieno: o li prendo usati (che per fortuna si trovano abbastanza facilmente a prezzi semi-decenti, da quando mediaworld e saturn hanno iniziato a trattarli) oppure compro online su siti UK dove, grazie alla riduzione delle (loro) tasse e al cambio quasi favorevole, riesco a prendere giochi di tre mesi prima a prezzi stracciati (mai sopra i 25 euro comunque). In piu', quando proprio ho la instant-scimmia, spesso e volentieri approfitto dando dentro (sempre da sat e mw) due giochi strafiniti (e magari presi gia' usati o in UK) per una novita' a 20 euro.

Qualche esempio? Assassin's Creed 1 a 12.49€, Uncharted 2 e Assassin's Creed 2 a 20€ ciascuno, Borderlands a 23.50€.

Oltre a questo ci siamo imposti io e lo snuffo di prendere i giochi "sfasati" e scambiarceli, cosi' i prezzi finali si dimezzano anche in caso di super-mega-scimmia-VOJO-BAYONETTA-sbavonzio-e-DEMONSOUL-argh. :wink:

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4380
Joined: Jan 2003
Location: Torino
Contact:

Post by snuffz » 11/12/2009 17:02

Quando racconto ai miei amici di aver speso 50 euro per un gioco, me ne sento dire di tutti i colori. Che spendere c i n q u a n t a euro per un videogame è una follia, che 50 euro sono “troppi” per un videogioco.
Io non la vedo così.
Voglio dire: vado a mangiare una pizza e a bere una birra e senza batter ciglia ne spendo 15, e tutto mi sembra normale. Vado al cinema a vedere un film e ne spendo 7 (senza popcorn e cosa, se no sforiamo i 10). Spendo 30 euro per un concerto per sentire 2 ore di musica.
Perché 50 euro per un gioco che mi tiene compagnia per diverse sere dovrebbero sembrarmi molti?
Il discorso del costo orario di Lysor lo faccio anch’io, spesso.

Prendo l’esempio di Fallout, proprio perché è estremo. Con Fallout ho comprato il gioco, l’ho cominciato e me ne sono innamorato… poi dopo 1 mese è uscito il gioco con tutte le espansioni, e allora io ho venduto il mio e ricomprato quello nuovo.
Contando i cambi, Fallout mi è costato la bellezza di 80 euro.
Ottanta euro non sono pochi, lo so.
Però ci sto giocando da due mesi e sono a 45 ore di gioco totali. Credo di essere a 2/3 della storia principale ma ho tutta una serie di missioni aggiuntive da fare, più le 5 espansioni.
Ma immaginiamo che smetta di giocare ADESSO.
80 euro per 45 ore di gioco, per 45 ore di divertimento.
Sono tanti?
Monetizzando il mio divertimento, con Fallout ho speso 1 euro e 70 all’ora.
Al cinema per 1 ora e 40 di film ne spendo 7. Circa 4 euro all’ora.
Per un concerto arriviamo a 10 / 15 euro all’ora, per una partita di calcio.... neanche a parlarne.

Senza contare che una volta finito il gioco rimane comunque mio, come un oggetto di mia proprietà (al contrario di una pizza in pizzeria, un concerto, un film al cinema, una partita di calcio…) posso metterlo nella rastrelliera dei cd e riprenderlo in mano per giocarci in qualsiasi momento, oppure posso rivenderlo, prestarlo a un amico, scambiarlo per un altro gioco.


Con questo non voglio dire che mi "piaccia" spendere 50 euro per un gioco: sono uno che rovista nello scatolone dell'usato passandomi ogni titolo due volte, per essere sicuro che non mi sia sfuggita l'occasione d'oro.
Ma rapportati ad altri divertimenti, i videgames non li trovo così dispendiosi.

Per quanto riguarda il "prezzo che vorrei", io metterei la firma per tutti i giochi a 25 euro.

User avatar
CuginoIt
oO Team
oO Team
Posts: 2184
Joined: Dec 2004
Blizzard BattleTag: CuginoIt#2830
Location: Copenhagen

Post by CuginoIt » 11/12/2009 22:29

Premetto che divago un poco ma vorrei aggiungere un piccolo spunto di riflessione.
Anche io a volte ho pensato al confronto fra il prezzo di un videogame e quello del tempo equivalente al cinema (che risulta in genere molto più alto). Questo paragone però non mi convince appieno poichè il cinema (o la pizza, o il pub) hanno anche un valore sociale, o quanto meno sono una esperienza condivisa più immediatamente di un videogioco, in particolare un videogioco in single player.
Mi spiego meglio, io vado al cinema tipicamente una volta a settimana (spendendo però solo 5 euro con riduzioni per universitari o simili); però ci vado sempre in compagnia. In vita mia mi è capitato al massimo 2 volte di andare al cinema da solo. Quindi tendenzialmente non penso che il cinema per andare al cinema valga 5 euro... vale 5 euro quando si aggiungono gli amici e il tempo passato con loro.

Per questo io ritengo che il paragone più appropriato per il videogioco (almeno quello in single player) è il libro. Entrambe le cose ti occupano per un tempo paragonabile, sono attività che fai da solo, ma poi spesso ti piace parlarne con gli amici.
Il problema è che anche per un libro è difficile stabilire il prezzo corretto: tendenzialmente i romanzi ora escono con una prima edizione il cui prezzo è sui 15 euro... ora 15 euro per un libro è un costo secondo me un pochino alto, è una cifra che spendo volentieri per fare un regalo (regalo spessissimo libri) però quanto mi deve appassionare/interessare un romanzo per giustificare quella spesa?

MI sembra che anche per i libri valgano più o meno tutte le cose dette finora....

User avatar
Mano[FA]
oO Team
oO Team
Posts: 2160
Joined: Oct 2004
Location: UK

Post by Mano[FA] » 12/12/2009 15:31

Anch'io misuro il prezzo giusto con il divertimento (in tempo) che mi puo' dare. Spendere, ora non so, immagino 80 euro per W3 ed espansione sono stati un ottimo investimento, perche' mi ha fatto divertire un sacco di tempo (ancora oggi). Spenderne 5 per un gioco passatempo momentaneo puo' anche essere ragionevole. Certo i giochi dovrebbero avere tutti una piccola demo per farti capire se puo' piacerti o meno.
Fare il confronto con altri intrattenimenti e' pero' un po' pericoloso. Bisogna considerare anche l'effettivo costo e che deve essere sostenuto dal mercato e domanda/offerta. Per essere in prima fila alla finale di Wimbledon non pui voler pagare un costo all'ora e confrontarlo con il film o andare a teatro. Anni fa per cinque minuti di gioco spendavamo 500 lire...
Steam ad esempio sta contribuendo ad abbassare i costi, allargare il mercato e quindi tra qualche anno, considereremo inaccettabile spendere piu' di 5 euro per un gioco... chissa'!
Comunque se credo che un gioco mi piacera', spendere 15-20 euro mi sembra accettabile. Il problema e' che ho sempre paura di giocarci 2 ore e poi noiarmi...

User avatar
snuffz
Veteran
Veteran
Posts: 4380
Joined: Jan 2003
Location: Torino
Contact:

Post by snuffz » 14/12/2009 12:15

QG
Questo paragone però non mi convince appieno poichè il cinema (o la pizza, o il pub) hanno anche un valore sociale, o quanto meno sono una esperienza condivisa più immediatamente di un videogioco, in particolare un videogioco in single player.
Non sono sicuro che il valore sociale deponga contro il videogame.
Anzitutto cinema, pizza o pub sono “pretesti” per vedere gli amici. Intendo: quando il sabato sera organizzi una pizza con gli amici, la pizza è l’accessorio della serata, e non è neanche davvero importante se la mangi nella pizzeria Tizio o nella pizzeria Caio, e neanche se è la pizza più buona del mondo o come più spesso succede una pizza “normale” da sabato sera: la mangi senza neanche accorgertene perché stai ridendo con l’amico di fronte, e dopo mezzora te la sei già dimenticata. Idem per il pub: per bere una bottiglia di Budweiser puoi andare al pub X, ma se c’è troppa gente ti sposti al pub Y senza problemi…e se la Budweiser non c’è ti prendi una Moretti e amen. Non è così determinante né il pub né la birra.
Forse per il cinema la scelta è un po’ più selettiva, soprattutto nelle intenzioni… ma se con gli amici arrivi al multisala e per Terminator Salvation non ci sono più posti liberi, scegli un altro film e la serata è salva(tion) lo stesso.
Mano
Fare il confronto con altri intrattenimenti e' pero' un po' pericoloso. Bisogna considerare anche l'effettivo costo e che deve essere sostenuto dal mercato e domanda/offerta. Per essere in prima fila alla finale di Wimbledon non pui voler pagare un costo all'ora e confrontarlo con il film o andare a teatro.
Io credo che non sia sbagliato compararli. Non è da comparare la finale di Wimbledon, che probabilmente non ha prezzo, ma tutte le altre partite del torneo.
Parliamo del calcio. Sicuramente l’ultima di campionato fra la prima e la seconda in classifica entrambe a 1 punto di distanza, non ha prezzo. Ma quanto mi costa assistere 2 sabati al mese alle partite in casa della mia squadra (togliamo le partite in trasferta e le coppe) ? 20 euro a partita? 40 euro al mese, quindi. Per 180 minuti di calcio.
Quanto mi costa andare al cinema 2 volte al mese, o in pizzeria 2 sabati sera?
La fascia è la stessa, parliamo di divertimento serale post-lavoro (e weekend).
Come scelgo di passare le mie serate, ha indubbiamente un costo.
Non posso permettermi di andare al cinema tutte le sere, come non posso permettermi 1 gioco alla settimana.
Mano
Anni fa per cinque minuti di gioco spendavamo 500 lire...
Questo secondo me è interessantissimo.
Quanto è cresciuto il costo dei videogame negli anni? (o quanto è sceso?)
Negli anni delle medie (lì i ricordi sono più nitidi) giocare a Double Dragon al cabinet di un bar mi costava 200 lire a partita.
La durata media di una singola partita credo fosse di qualche minuto.
Facendo i conti della serva e ipotizzando 6 minuti a partita, il costo orario era di 2000 lire (circa 1 euro).

OT: piccolo OT per allacciarmi a un altro post: la durata media di 1 partita di videopoker (1 euro a gettone) è di 7 secondi.

User avatar
Mano[FA]
oO Team
oO Team
Posts: 2160
Joined: Oct 2004
Location: UK

Post by Mano[FA] » 14/12/2009 15:08

snuffz4lorda wrote:
Mano
Anni fa per cinque minuti di gioco spendavamo 500 lire...
Questo secondo me è interessantissimo.
Quanto è cresciuto il costo dei videogame negli anni? (o quanto è sceso?)
Negli anni delle medie (lì i ricordi sono più nitidi) giocare a Double Dragon al cabinet di un bar mi costava 200 lire a partita.
La durata media di una singola partita credo fosse di qualche minuto.
Facendo i conti della serva e ipotizzando 6 minuti a partita, il costo orario era di 2000 lire (circa 1 euro).
Secondo me e' sceso e di molto.
2000 lire di quando tu avevi 12 anni, non sono certo 1 euro di adesso. Secondo i miei conti dopo 20 anni, con un'inflazione del 5% equivalgono a 2.6 euro, con un inflazione del 10% a 6.5 euro.
I videogiochi "a casa" magari costavano meno, ma avere il PC o la console era decisamente piu' costoso.

Io non penso che potrei arrivare a dire che, per 1.4 ore di film il costo giusto e' di 2 euro, perche' devi considerare i costi (la sala da ammortizzare, il personale, la produzione e distribuzione del film...). Quindi potrei considerare "giusto" che un videogioco mi "costi" 50 centesimi all'ora, un film al cinema 5 euro all'ora, una cena al ristorante 20 euro all'ora e una partita di calcio in tribuna coperta 30 euro all'ora.
Poi scegliero' di passare la maggior parte del mio tempo libero ai videogiochi (miglior rapporto prezzo /divertimento) e di andare a Wimbledon per la semifinale una sola volta nella mia vita.

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: Google [Bot] and 2 guests